2 dicembre 2021, Johnson & Johnson Company Presentation

2 dicembre 2021, Johnson & Johnson Company Presentation

Giovedì 2 dicembre 2021
ore 16.00-17.00
live su Teams

Johnson & Johnson, we believe good health is the foundation of vibrant lives, thriving communities and forward progress. That’s why for more than 130 years, we have aimed to keep people well at every age and every stage of life. Today, as the world’s largest and most broadly based healthcare company, we are committed to using our reach and size for good. We strive to improve access and affordability, create healthier communities, and put a healthy mind, body and environment within reach of everyone, everywhere.

Every day, our more than 130,000 employees across the world are blending heart, science and ingenuity to profoundly change the trajectory of health for humanity.

How to register to the webinar

Are you a student or new graduate from the University of Rome “Tor Vergata”, particularly from the STEM and Economics area? Sign in for the webinar by writing an email to cv@placement.uniroma2.it.  We will send you the link to log in within Thursday 2nd December in the morning.


15 novembre 2021, Digital Career Program @Ariston Group: Get on Board!

15 novembre 2021, Digital Career Program @Ariston Group: Get on Board!

Lunedì 15 novembre 2021
ore 16.00-17.00
live su Teams

All over the world, Ariston Group is synonymous with comfort, energy efficiency and respect for the environment, thanks to its high efficiency products, its plants in compliance with the most advanced production standards and excellent pre- and after-sales customer support services. The Group now has a leadership position in the global thermic comfort market for domestic, commercial and industrial spaces.

Ariston Group has embarked on a huge digital transformation. The digital side of our business is now at the core of our strategy. To put our plans into practice, we need talented, smart and curiouos young graduates, with a passion for the digital world, that are willing to take on the challenge as much as we are. Read more

Bando di concorso Rome Investment Forum Empowers Talents

Scadenza bando: 15 novembre 2021

Bando per laureandi e laureati con una tesi nell’area del Diritto, dell’Economia, della Finanza, delle Scienze Politiche o della statistica aventi ad oggetto le tematiche affrontate dal Rome Investment Forum.

Consulta il Bando di concorso Rome Investment Forum Empowers Talents

 

• Banca d’Italia (Dipartimenti ECS e TEF) – Laureati magistrali in Economia, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Economia e Statistica e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 22 settembre 2021

Scadenza: 12 ottobre 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Economics, Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, Matematica Pura e Applicata

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Economia e statistica (di seguito ECS) e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria (di seguito TEF) della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso i Servizi del Dipartimento ECS (4 tirocini) in via Nazionale 91 e il Dipartimento TEF (1 tirocinio) in via del Traforo – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno una durata massima di 6 mesi e saranno avviate orientativamente nei mesi di ottobre e novembre 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it a partire dal 22 settembre 2021 ed entro il 12 ottobre 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia n. 20 candidature per il complesso dei progetti.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento ECS della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero di candidati richiesto per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Immobili della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROGETTI FORMATIVI PROPOSTI

PROGETTO N. 1 - L’INTEGRAZIONE REALE E FINANZIARIA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 2 - IL DEBITO DELLE ECONOMIE EMERGENTI NELL’ERA POST-PANDEMICA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 3 - CARATTERISTICHE DEI MANAGER E STRUTTURA FINANZIARIA DELLE IMPRESE – Dipartimento ECS - Servizio Stabilità FinanziariaPROGETTO N. 4 - L’IMPATTO REDISTRIBUTIVO DEI SERVIZI PUBBLICI IN ITALIA – Dipartimento ECS - Servizio Struttura economicaPROGETTO N. 5 – COMPETENZE FINANZIARIE E DIGITALI DEI MICROIMPRENDITORI – Dipartimento TEF - Servizio Educazione finanziaria

Il progetto si propone di analizzare il ruolo della crescente integrazione finanziaria e reale nell’alterare il grado di co-movimento tra i corsi azionari nelle principali aree del mondo.

La ricerca sfrutterebbe una banca dati da realizzare con informazioni dettagliate sul grado di diversificazione geografica e settoriale di ricavi, investimenti e attivo delle imprese quotate sulle principali piazze finanziarie mondiali. Tali informazioni, unitamente alle principali voci di bilancio di queste imprese, verrebbero messe in relazione con quelle sugli andamenti dei relativi corsi azionari.

La base dati sarebbe quindi utilizzata, da un lato per valutare l’impatto degli annunci tariffari sui corsi azionari delle imprese in funzione del loro grado di diversificazione, dall’altro per analizzare in prospettiva storica come il co-movimento degli indici azionari aggregati sia riconducibile ad un aumento dell’esposizione delle imprese all’evoluzione sui mercati esteri.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv.

Per contrastare le ricadute economiche derivanti dalla pandemia da Covid-19 e sostenere la spesa sanitaria, i governi dei paesi emergenti hanno adottato misure straordinarie sul piano fiscale. Ne è derivato un aumento significativo dell’indebitamento, cresciuto di circa 10 punti percentuali tra il 2019 e il 2020. Elevati livelli di indebitamento pubblico, necessità di rifinanziamento – anche in valuta – a breve medio termine, esposizione alle condizioni finanziarie delle principali economie avanzate e al ciclo delle commodity sono fattori in grado di amplificare le fragilità finanziarie dei paesi meno sviluppati nel periodo post Covid.

Lo scopo del progetto è individuare le determinanti che hanno avuto maggior rilievo nello spiegare l’evoluzione delle condizioni finanziarie dei paesi emergenti durante la crisi da Covid-19. Partendo da quest’analisi ci si concentrerà successivamente sulle imprese di proprietà pubblica (state owned enterprise, SOE) e sul loro legame con le condizioni finanziarie dei paesi di appartenenza, sviluppando anche dei modelli in grado di spiegare l’esistenza di spillover finanziari tra SOE e debito sovrano.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv

Quale è la relazione tra le caratteristiche del management (età, genere, livello di istruzione) e la struttura finanziaria delle imprese? La letteratura accademica evidenzia come: 1) imperfezioni nei mercati dei capitali implicano che la struttura finanziaria delle imprese sia determinante per gli investimenti; 2) tensioni tra proprietà e management determinano una relazione tra struttura finanziaria e amministrativa aziendale. La relazione tra caratteristiche dei dirigenti e struttura finanziaria è stata invece meno investigata. In particolare, c’è una scarsità di evidenze riguardo le piccole e medie imprese, i cui dati sono più difficilmente reperibili.

Questo progetto si propone di affrontare queste limitazioni usando il database Infocamere, da accoppiare a dati sulla struttura finanziaria aziendale. Dopo aver assemblato la base dati, studieremo se e come l’eterogeneità nelle caratteristiche dei manager è correlata alle diverse decisioni sulle fonti di finanziamento delle imprese, alla decisione di accedere o meno al mercato dei capitali e alle conseguenze di lungo termine di queste scelte.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di corporate finance.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA o R;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Il progetto si inserisce nell’ambito di un programma di ricerca riguardante l’analisi degli effetti redistributivi delle politiche di bilancio, condotta mediante il modello di microsimulazione della Banca d’Italia (BIMic), curato dalla Divisione Finanza pubblica. A causa della difficoltà nell’attribuire un valore monetario al godimento di un servizio pubblico erogato in natura (come l’assistenza sanitaria, o l’istruzione), la maggior parte delle analisi distributive si limita alle sole politiche pubbliche con effetti diretti sul reddito disponibile, come le imposte o i trasferimenti. Questa asimmetria di trattamento tra trasferimenti monetari e prestazioni in natura appare difficilmente giustificabile sul piano economico: da un lato, infatti, i servizi pubblici sono finanziati da imposte che si riflettono sul reddito disponibile; dall’altro, se non fossero forniti pubblicamente, questi servizi dovrebbero essere acquistati dalle famiglie attingendo al proprio reddito. Il contributo del borsista consisterà dunque i) nella stima del beneficio individuale derivante dal godimento dei principali servizio pubblici, come l’istruzione e la sanità e ii) nello studio degli effetti che tali servizi hanno sulla distribuzione e redistribuzione delle risorse.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di finanza pubblica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • buona conoscenza del pacchetto statistico STATA;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Le imprese di minori dimensioni hanno un peso elevato nei sistemi produttivi dei paesi avanzati ed emergenti in termini sia di fatturato sia di occupazione. L’importanza della cultura finanziaria degli imprenditori che le dirigono per la crescita e la stabilità finanziaria è riconosciuta dai paesi del G20 e dall’International Network on Financial Education (OECD/INFE).

Il progetto si propone di analizzare la cultura finanziaria degli imprenditori a capo delle micro imprese, anche in relazione a comportamenti finanziari, attitudini, sviluppi della digitalizzazione e finanza digitale. Si utilizzerebbero i micro-dati dell’indagine (OECD/INFE Survey Instrument to Measure the Financial Literacy of MSMEs) recentemente raccolti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

Una o più delle seguenti:

  • capacità di analisi su database di micro-dati di ampia dimensione;
  • analisi della cultura finanziaria degli imprenditori delle microimprese dal punto di vista statistico ed economico;
  • capacità di presentare i risultati delle proprie analisi in maniera sintetica.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Economia dei mercati e degli intermediari finanziari;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza del pacchetto statistico STATA

• Banca d’Italia (Dipartimento Immobili e Appalti) – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Immobili e Appalti ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 1 settembre 2021

Scadenza: 21 settembre 2021

Tipo di Laurea (magistrale o ciclo unico): Archeologia, Filologia, Letterature e storia dell’antichità, Giurisprudenza, Economia e Management, Scienze economiche, Business administration, Ingegneria gestionale, Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica, Ingegneria civile, Ingegneria edile-architettura, Ingegneria e tecniche del costruire

Obiettivi e contenuti

Le iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con esperienze che avranno ad oggetto:

  • presso il Servizio Immobili, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente agli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia da eseguirsi su immobili (anche storici) di proprietà dell’Istituto;
  • presso il Servizio Appalti, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente alle materie del procurement (appalti e contratti pubblici);
  • presso il Servizio Logistica e Servizi, lo svolgimento di progetti formativi connessi alla gestione e valorizzazione delle opere d’arte di proprietà della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso gli uffici del Dipartimento Immobili e Appalti della Banca d’Italia, in Roma e Frascati.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dall’autunno 2021 compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it dall’1 al 21 settembre 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (allegato; ove possibile si richiede la compilazione in formato pdf);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università di Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università di Tor Vergata provvederà quindi ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia le seguenti candidature:

  1. per il Servizio Immobili: n. 20 candidature per il profilo 1 (laurea a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura; laurea magistrale/specialistica in Ingegneria e tecniche del costruire); n. 10 candidature per il profilo 2 (laurea magistrale/specialistica in Ingegneria civile); n. 10 candidature per il profilo 3 (laurea magistrale/specialistica in Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica); n. 3 candidature per il profilo 4 (Ingegneria gestionale);
  2. per il Servizio Appalti: n. 10 candidature per il profilo 5 (laurea magistrale/specialistica in Giurisprudenza; laurea magistrale/specialistica Economia e management, Scienze economiche, Business administration);
  3. per il Servizio Logistica e Servizi: n. 9 candidature per il profilo 6 (laurea magistrale/specialistica in Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità).

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero di candidati richiesto per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Immobili della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

PROFILO 1 - ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO – Servizio ImmobiliPROFILO 2 - ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 3 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 4 – ATTIVITÀ INERENTI ALLA PROGRAMMAZIONE E AL MONITORAGGIO DELLO STATO DI AVANZAMENTO DELLE INIZIATIVE E DELLE RISORSE FINANZIARIE RIGUARDANTI LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 5 - ATTIVITÀ DI ANALISI E RICERCA FINALIZZATA ALLE ATTIVITA’ DI PROCUREMENT DELL’ISTITUTO – Servizio AppaltiPROFILO 6 - ATTIVITÀ CONCERNENTI LA GESTIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DELLA BANCA D’ITALIA – Servizio Logistica e servizi

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà, sugli stabili all’occorrenza individuati, l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • lettura degli strumenti urbanistici, della pianificazione di paesaggio, degli atti di tutela per l’analisi preliminare della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi architettonici (diretti ed indiretti) per la definizione geometrica, dimensionale, materica, ecc.;
  • analisi architettoniche (strutturali, statiche, compositive, distributivo-funzionali, linguistiche, propriamente specifiche, anagrafica del ciclo di vita, documentazione degli interventi, ecc.) e conoscitive del degrado (individuazione, rilievo e documentazione dei difetti, dissesti delle strutture e degrado dei materiali, delle loro cause intrinseche ed estrinseche);
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • ricerche di archivio, anche presso Enti pubblici e Istituti, di atti e documentazione tecnica;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • ricerca di soluzioni per il superamento delle barriere architettoniche e approfondimento delle tecniche di efficientamento energetico di edifici storici;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • capacità di lettura integrata degli strumenti di pianificazione, conoscenza della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • dimestichezza nell’esecuzione di mappature fotografiche, nella restituzione del rilievo, nella redazione delle mappature del degrado, nell’individuazione delle indagini diagnostiche e delle tecniche di intervento da adottare;
  • capacità di predisporre gli atti e gli elaborati per la presentazione delle istanze di nulla osta, pareri e permessi;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura; laurea magistrale/specialistica in Ingegneria e tecniche del costruire.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office.

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • analisi strutturale e progettazione di interventi su edifici esistenti;
  • rilievi strutturali e definizione dei piani di indagini e prove;
  • diagnosi e monitoraggio strutturale;
  • sicurezza sismica degli elementi non strutturali;
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’Ufficio di direzione lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • competenza nell’individuazione di idonee soluzioni progettuali per la realizzazione di interventi strutturali;
  • dimestichezza nell’analisi strutturale, nella definizione dei piani di indagine e prove, nella diagnosi e nel monitoraggio strutturale;
  • capacità di elaborazione di un computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e dei documenti di programmazione dei lavori, anche attraverso l’utilizzo di software dedicati;
  • conoscenza delle principali modalità operative di un Ufficio di direzione dei lavori;
  • conoscenza teorica e pratica degli iter autorizzativi necessari all’ottenimento dei permessi esterni per la realizzazione dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria civile.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare programmi di calcolo strutturale, AUTOCAD e pacchetto Office.

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali, a reddito e della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi di riqualificazione integrale e/o parziale degli edifici e degli impianti, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Gli impianti a servizio degli edifici dell’Istituto riguardano i seguenti ambiti: il riscaldamento ed il condizionamento dell’aria, l’idrico-sanitario, l’antincedio, l’energia elettrica (media e bassa tensione) e la fonia-dati (cablaggio strutturato), la “building automation”. L’obiettivo principale nella riqualificazione degli impianti è la conformità alle normative vigenti, all’efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale, al raggiungimento dei migliori standard per il benessere (termoigrometrico, visivo ed acustico) e la sicurezza del luogo di lavoro, oltre il mantenimento della continuità operativa e all’abbattimento delle barriere architettoniche in linea con i principi di responsabilità sociale dell’Istituto.

Il tirocinante potrà seguire, sugli stabili all’occorrenza individuati, qualsiasi parte del processo, dallo studio di fattibilità al collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione impiantistica, integrata con l’architettonica e la strutturale, di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, di manutenzione straordinaria degli edifici;
  • analisi preliminari della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi degli impianti esistenti propedeutici allo studio di fattibilità e/o al progetto dell’intervento;
  • calcoli termici estivi e invernali, diagnosi energetiche;
  • dimensionamento degli impianti tecnologici;
  • iter per l’ottenimento dei titoli autorizzativi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • conoscenza delle procedure per la denuncia e l’omologazione dei nuovi impianti e delle relative verifiche periodiche;
  • della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di collaudo e della documentazione tecnica per la certificazione degli impianti

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica.

Conoscenze richieste:

conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office; programmi di calcolo termotecnico; costituirà titolo preferenziale la conoscenza di REVIT per lo sviluppo di progetti in BIM.

Il patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è costituito da edifici dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e del controllo dello stato di avanzamento degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo/finanziario e della regolarità del collaudo.

La manutenzione degli edifici soggiace a un’articolata attività di programmazione che si si dispiega in un ampio arco temporale e coinvolge una molteplicità di “attori”, a livello di Amministrazione Centrale e di rete territoriale della Banca, allo scopo di arrivare alla definizione di una pianificazione “sostenibile”, in termini di risorse umane, organizzative e finanziarie, in coerenza con il quadro normativo di riferimento esterno e interno. Tutte le attività pianificate vengono sottoposte a monitoraggio per verificarne lo stato di avanzamento apportando, laddove necessario, i necessari correttivi da parte della Direzione del Servizio sulla base dei report che periodicamente gli vengono sottoposti.

Il tirocinante potrà seguire qualsiasi parte del processo, dalla rilevazione delle esigenze alla predisposizione dei documenti di pianificazione, dal monitoraggio delle attività alla gestione del budget finanziario assegnato.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione dei documenti ufficiali di pianificazione;
  • predisposizione del programma triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici, provvedendo ai relativi obblighi di pubblicità;
  • rilevazione delle esigenze relative alle procedure d’acquisto e segnalazione al Global Buyer ai fini dell’elaborazione e del monitoraggio del piano degli acquisti;
  • gestione delle scadenze dei contratti in essere;
  • elaborazione delle istruzioni e dei criteri per la definizione dei programmi di manutenzione degli edifici della Banca;
  • coordinamento in tema di programmazione degli interventi;
  • acquisizione studi di fattibilità dei progetti da pianificare e, in relazione alle decisioni assunte, adempimenti per lo sviluppo delle relative iniziative;
  • analisi delle procedure operative e collaborazione nella predisposizione degli schemi-tipo relativi alle attività standardizzabili;
  • formalizzazione degli incarichi professionali ai dipendenti previsti dalla normativa interna ed esterna di riferimento;
  • monitoraggio delle iniziative di spesa pianificate;
  • predisposizione di report per la Direzione;
  • predisposizione del bilancio di previsione, monitoraggio dello sviluppo degli interventi e redazione del consuntivo annuale degli impegni di spesa.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione dei documenti ufficiali necessari all’approvazione delle iniziative pianificate;
  • conoscenza del processo di programmazione delle attività connesse con la gestione del patrimonio immobiliare;
  • conoscenza della normativa di settore che disciplina la programmazione delle attività di lavori e di acquisizione di beni e servizi;
  • competenze nell’analisi dei processi e nell’individuazione delle soluzioni organizzative volte a renderli più efficienti;
  • competenze nel supporto al Project Manager nelle sue attività di gestione e controllo;
  • dimestichezza nella redazione dei report connessi con il controllo di gestione;
  • conoscenza delle modalità con le quali implementare le azioni correttive nello sviluppo delle attività pianificate;
  • competenze nella formazione, nella gestione in itinere e nella consuntivazione del budget;
  • conoscenze nella gestione delle scadenze dei contratti e nella predisposizione delle attività volte al loro rinnovo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria gestionale

Conoscenze richieste:

Conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare pacchetto Office.

Per l’affidamento degli appalti per l’esecuzione di lavori e l’acquisto di beni e servizi necessari per lo svolgimento dei propri compiti, la Banca applica le disposizioni di cui al D.lgs. n. 50/2016 – Codice dei contratti pubblici.

Dal 2013 la Banca d’Italia ha istituito al proprio interno una centrale unica di committenza (Servizio Appalti). Tale scelta organizzativa, alla quale ha fatto seguito il conseguimento della certificazione di qualità aziendale secondo lo standard UNI EN ISO 9001:2015, è in linea con il nuovo sistema degli appalti pubblici incentrato sulla qualificazione delle stazioni appaltanti in base alla loro professionalità e capacità organizzativa.

Le procedure di selezione vengono svolte attraverso un portale telematico, operativo dal 2014. Tale strumento consente di innalzare i livelli di sicurezza, efficienza ed efficacia di tutto il processo connesso con l’espletamento delle procedure. Il portale, inoltre, assicura la tracciabilità di tutte le operazioni connesse con la procedura, ivi incluse le comunicazioni di legge con gli operatori di mercato.

In tale ambito, il tirocinante potrà collaborare allo svolgimento delle procedure disciplinate dal Codice dei contratti pubblici, dalla progettazione alla stipula del contratto, seguendo tutte le fasi intermedie della procedura (predisposizione e pubblicazione dei documenti di gara, analisi delle offerte amministrative ai fini dell’ammissibilità dei concorrenti, analisi delle offerte tecniche ed economiche, verifiche di congruità, predisposizione di provvedimenti di aggiudicazione, predisposizione degli atti ai fini delle verifiche di legittimità da parte degli Organi competenti, esecuzione).

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Sviluppare competenze teorico-pratiche in materia di procurement pubblico per lavori, servizi e forniture, tra le quali:

  • redigere un bando, un disciplinare di gara e uno schema di contratto, predisporre una determina a contrarre, un verbale di gara o un provvedimento di aggiudicazione, provvedere alle pubblicazioni previste dalla legge;
  • elaborare criteri di valutazione nelle gare da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e valutare le offerte tecniche presentate in gare di lavori, servizi e forniture;
  • condurre la valutazione di congruità di un’offerta anormalmente bassa sulla base delle conoscenze tecniche, giuridiche ed economiche possedute;
  • elaborare documenti di analisi e di approfondimento giuridico proponendo criticamente soluzioni a casi concreti che si verificano nel corso delle procedure di gara.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Giurisprudenza; laurea magistrale/specialistica Economia e management, Scienze economiche, Business administration;

Conoscenze richieste:

  • conoscenze giuridiche relative alle attività connesse con il procurement pubblico; in particolare, diritto amministrativo, diritto civile, diritto commerciale, oltre alla normativa specifica in materia di appalti;
  • conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel).

Il patrimonio artistico della Banca d’Italia è formato da opere appartenenti a diversi periodi storici, sottoposte a tutela storica e artistica, collocate in tutto il territorio nazionale. Nell’ambito della gestione del patrimonio artistico, il Servizio Logistica e servizi cura la tutela delle opere, gli studi sulla collezione, compreso l’aggiornamento delle schede di catalogazione, provvede all’ottimale collocazione delle opere, anche per favorirne la valorizzazione.

Il tirocinante contribuirà alla fase ideativa e realizzativa di alcuni progetti di valorizzazione, curandone gli studi propedeutici e le modalità realizzative; svolgerà inoltre ricerche approfondite per documentare e interpretare le opere nel complessivo contesto storico-artistico e critico.

In particolare, il lavoro potrà focalizzarsi su uno o più dei seguenti argomenti:

  • supporto ai progetti di valorizzazione mediante, ad esempio, ideazione dei relativi concept, redazione di note storico-artistiche sulle opere/autori per la pubblicazione nella intranet e/o nel sito internet della Banca e per la realizzazione di pannelli espositivi o brochure per i visitatori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni concernenti le iniziative di valorizzazione in corso o in fase di progettazione;
  • analisi della documentazione (acquisizione, prestiti, documentazione degli eventuali restauri, bibliografia, etc.);
  • redazione delle schede di catalogazione per le opere non ancora catalogate e aggiornamento delle schede già esistenti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza dell’iter teorico-pratico concernente le iniziative di valorizzazione dell’Istituto;
  • conoscenza dell’iter teorico-pratico per l’acquisizione del nulla osta da parte della Soprintendenza per i restauri, gli spostamenti, i prestiti;
  • conoscenza dei princìpi sulla corretta collocazione delle opere, in considerazione delle loro caratteristiche;
  • capacità di redigere schede di catalogazione e di curarne l’aggiornamento alla luce degli interventi conservativi e di valorizzazione intervenuti nel tempo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità;

Conoscenze richieste:

Conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel).

• Experis – Laureati in Ingegneria, Scienze

Health care Software Developer - Tempo indeterminato

Pubblicato il 31/08/2021

Tipo di Laurea: Informatica, Ingegneria Informatica, Bioinformatica, Matematica, Fisica, Statistica, Ingegneria Biomedica

Per visualizzare questa offerta è necessario registrarsi gratuitamente al Nuovo Career Center: http://placement.uniroma2.it/?p=19339

Sei già registrato? Consulta l’offerta qui: https://uniroma2.jobteaser.com/it/job-offers/7650508-experis-srl-health-care-software-developer

Java Developer- Tempo indeterminato

Pubblicato il 26/08/2021

Tipo di Laurea: Informatica, Discipline STEM

Per visualizzare questa offerta è necessario registrarsi gratuitamente al Nuovo Career Center: http://placement.uniroma2.it/?p=19339

Sei già registrato? Consulta l’offerta qui: https://uniroma2.jobteaser.com/it/job-offers/7633258-experis-srl-java-developer

• Poste Italiane – Laurea in Economia, Ingegneria, Scienze

Fraud Prevention Center

Pubblicato il 27/07/2021

Tipo di Laurea: Informatica, Matematica, Ingegneria, Cyber Security, Statistica, Fisica ed Economia

Per visualizzare questa offerta è necessario registrarsi gratuitamente al Nuovo Career Center: http://placement.uniroma2.it/?p=19339

Sei già registrato? Consulta l’offerta qui: https://uniroma2.jobteaser.com/it/job-offers/7553785-poste-italiane-fraud-prevention-center

• Banca d’Italia (Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria) – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 7 luglio 2021

Scadenza: 27 luglio 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata, Fisica, Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale; laurea ciclo unico in Giurisprudenza

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con un’esperienza che avrà ad oggetto lo svolgimento di progetti formativi legati al compito di vigilanza della Banca d’Italia sulle banche e gli intermediari disciplinati dal Testo unico bancario (TUB) e dal Testo unico finanziario (TUF). Questo complesso di norme stabilisce i poteri di vigilanza, definendone gli obiettivi: salvaguardare la sana e prudente gestione dei soggetti vigilati; la stabilità complessiva, l’efficienza e la competitività del sistema finanziario; il rispetto delle norme; la trasparenza delle condizioni contrattuali e la correttezza dei rapporti con la clientela.

La denominazione e le caratteristiche dei progetti formativi sono definite di seguito (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 35 tirocini si svolgeranno presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze hanno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dal mese di settembre 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it dal 7 al 27 luglio 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (allegato; ove possibile si richiede la compilazione in formato pdf);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata (di seguito Tor Vergata) acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, Tor Vergata trasmetterà alla Banca d’Italia un numero di candidature – per proposta di tirocinio – pari a quello indicato nella seguente tabella.

Proposte tirocini N° massimo candidature per proposta di tirocinio
Proposta 1 – Regolamentazione bancaria e finanziaria – disciplina prudenziale e impatto delle nuove tecnologie 6
Proposta 2 – Regolamentazione bancaria e finanziaria riserve di attività, regolamentazione FINTECH e disciplina di vigilanza 6
Proposta 3 – Analisi dei rischi a supporto della vigilanza macroprudenziale 6
Proposta 4 – Analisi tecnica delle banche significative e supporto ai processi decisionali SSM 8
Proposta 5 – Governo e controllo delle banche significative e supporto ai processi decisionali SSM 8
Proposta 6 – Risparmio gestito – analisi su private equity/venture capital 4
Proposta 7 – Intermediazione finanziaria non bancaria: obiettivi, strumenti e metodi in un modello di supervisione bancaria 2
Proposta 8 – Ruolo BigTech, ICT Service provider nel sistema finanziario e potenziale impatto sul rischio sistemico 4
Proposta 9 – SupTech 4
Proposta 10 – Innovazione tecnico – finanziaria 4
Proposta 11 – Dashboard modelli interni 2

Ove Tor Vergata trasmetta un numero di candidature superiore, per ciascuna proposta di tirocinio, a quello indicato nella tabella, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero massimo di candidati indicato nella tabella sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Proposta di tirocinio n. 1 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 2 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 3 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 4 - Servizio Supervisione bancaria 1Proposta di tirocinio n. 5 - Servizio Supervisione bancaria 1Proposta di tirocinio n. 6 - Servizio Supervisione intermediari finanziariProposta di tirocinio n. 7 - Servizio Supervisione intermediari finanziariProposta di tirocinio n. 8 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 9 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 10 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 9 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 11 - Servizio Vigilanza Ispettorato

Regolamentazione bancaria e dell’intermediazione finanziaria non bancaria – disciplina prudenziale e impatto delle nuove tecnologie

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza prudenziale nei confronti delle banche e degli intermediari non bancari. In quest’ambito, segue, tra l’altro, l’evoluzione della regolamentazione prudenziale degli intermediari, anche partecipando ai lavori dei competenti organi internazionali ed europei; fornisce consulenza in materia di regolazione del settore bancario e finanziario al Governo; definisce la disciplina di vigilanza applicabile ai soggetti vigilati; monitora l’innovazione finanziaria. Valuta gli impatti economici della regolamentazione di vigilanza sull’attività degli intermediari.

Il tirocinante collaborerà ad approfondire – per i profili economico/aziendali – specifici aspetti della regolamentazione delle banche e degli altri intermediari finanziari, quali: la disciplina prudenziale degli intermediari (fondi propri, rischio di credito, di mercato, di liquidità, di controparte, leva finanziaria, consolidamento prudenziale, ecc.) e l’impatto delle nuove tecnologie sulla disciplina delle banche e degli altri intermediari (ad es., impiego del machine learning nei modelli interni utilizzati dalle banche per la valutazione del rischio di credito).

I compiti potranno riguardare l’analisi di proposte normative di organismi europei e internazionali (EBA, Commissione europea, Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria), la stesura di documenti di policy, la conduzione di specifici approfondimenti tecnici e l’analisi di quesiti normativi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia della regolamentazione di vigilanza;
  • comprensione del funzionamento degli organismi di regolazione internazionali;
  • capacità di elaborare documenti tecnici di analisi e proposta normativa;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

Regolamentazione bancaria e dell’intermediazione finanziaria non bancaria – Riserve di attivita’, regolamentazione Fintech e disciplina di vigilanza

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza prudenziale nei confronti delle banche e degli intermediari non bancari. In quest’ambito, segue, tra l’altro, l’evoluzione della regolamentazione prudenziale degli intermediari, anche partecipando ai lavori dei competenti organi internazionali ed europei; fornisce consulenza in materia di regolazione del settore bancario e finanziario al Governo; definisce la disciplina di vigilanza applicabile ai soggetti vigilati; monitora l’innovazione finanziaria. Valuta gli impatti economici della regolamentazione di vigilanza sull’attività degli intermediari.

Il tirocinante collaborerà ad approfondire – per i profili giuridici e regolamentari – specifici aspetti della regolamentazione delle banche e degli altri intermediari finanziari, quali: la disciplina di vigilanza (ad es., governance, remunerazioni e sistema dei controlli delle banche, procedimenti amministrativi, disciplina della gestione collettiva del risparmio), la regolamentazione del settore Fintech, i canali alternativi del credito e il perimetro delle attività di vigilanza.

I compiti potranno riguardare l’analisi di proposte normative di organismi europei e internazionali (EBA, Commissione europea), la stesura/revisione di testi normativi, la conduzione di specifici approfondimenti di policy e l’analisi di quesiti normativi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia della regolamentazione di vigilanza;
  • comprensione del funzionamento degli organismi di regolazione internazionali;
  • capacità di elaborare documenti tecnici e testi normativi;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

Analisi Dei Rischi A Supporto Della Vigilanza Macroprudenziale

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza non solo sui singoli intermediari finanziari ma anche sul sistema finanziario nel suo complesso a tutela della stabilità finanziaria. La prevenzione e mitigazione dei rischi sistemici presuppone un’intensa attività di analisi e sorveglianza ai fini di una tempestiva identificazione delle vulnerabilità e dei rischi per la stabilità finanziaria. Nell’ottica di prevenire e mitigare i rischi per la stabilità finanziaria la Banca d’Italia può adottare misure “macroprudenziali” (es. richiesta di riserve di capitale aggiuntivo per le banche a rilevanza sistemica globale, domestica, riserve di capitale anticiclico etc).

L’attività di analisi e valutazione del rischio sistemico si concentra sui principali rischi per il sistema bancario e si svolge in collaborazione con altre strutture della Banca d’Italia e autorità a livello nazionale e internazionale (ESRB, EBA, FSB, ECB).

In questo contesto, il tirocinante collaborerà alla predisposizione di indicatori di rischio per il sistema bancario italiano utilizzando sia le basi dati di vigilanza sia informazioni di mercato e alla sistematizzazione di tali indicatori per facilitarne la consultazione e l’utilizzo per le attività di analisi.  I compiti potranno riguardare anche la predisposizione di note di approfondimento a supporto delle analisi periodiche sui rischi, della calibrazione di strumenti macroprudenziali e dell’analisi d’impatto della regolamentazione.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia degli strumenti di analisi e policy a supporto della stabilità finanziaria
  • comprensione delle dinamiche di interazione con altri organismi internazionali coinvolti nella tutela della stabilità finanziaria;
  • capacità di elaborare documenti di analisi dei rischi;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza del linguaggio SQL e di programmi per la consultazione di grandi database (preferibilmente SAS o R);
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI TECNICA DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sugli 11 gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili tecnici (riguardanti tra l’altro l’esposizione alle diverse tipologie di rischi – credito, mercato, operativo, di interesse, liquidità – e la sostenibilità del modello di business), l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. operazioni di fusione, cessione di rami di azienda, cartolarizzazioni, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante collaborerà alle attività di analisi tecnica sulle situazioni aziendali svolte dai JST, alla stesura dei report e alla preparazione di eventuali provvedimenti. Inoltre, sarà coinvolto nelle attività di analisi e reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

ANALISI DEI PROFILI DI GOVERNO E CONTROLLO DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sugli 11 gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili, l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. modifiche statutarie, ricambio degli organi di governo e controllo, operazioni societarie, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante contribuirà: alle attività di analisi sulle situazioni aziendali svolte dai JST con riferimento ad aspetti quali la governance interna, il sistema e le funzioni di controllo e di risk management, le politiche e le prassi di remunerazione; alla stesura dei report e alla preparazione delle istruttorie (ad es. per le verifiche di idoneità degli esponenti aziendali) e dei provvedimenti; alle analisi e nel reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni qualitative e quantitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo del diritto bancario e finanziario e/o commerciale e/o amministrativo;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

RISPARMIO GESTITO. ANALISI SU PRIVATE EQUITY/VENTURE CAPITAL E STRUTTURE COMMISSIONALI DEI FONDI DI INVESTIMENTO

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza su SGR (Società di gestione del risparmio), SICAV (Società di investimento a capitale variabile) e SICAF (Società di investimento a capitale fisso), ai quali è riservata la gestione collettiva attraverso gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR). L’attività di vigilanza si esplica, inter alia, attraverso analisi a distanza sulla situazione complessiva degli intermediari e dei prodotti gestiti, avendo attenzione al mercato (innovazione di prodotto, esposizione ai rischi finanziari, etc.).

In tale contesto, il tirocinante collaborerà alle attività di analisi sul settore del risparmio gestito, con la possibilità di approfondire i seguenti temi:

  • fondi di investimento di private equity e venture capital, che negli ultimi anni sono stati al centro di una crescente attenzione da parte degli investitori professionali e degli organi di Governo, spinti i primi dalla ricerca di maggiori rendimenti sui capitali investiti, proiettati i secondi a sostenere la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese, ossatura del sistema produttivo italiano. Obiettivo del tirocinio è quello di approfondire le attività svolte dai gestori e dai fondi comuni di investimento nello sviluppo di questi mercati;
  • analisi dei profili commissionali dei fondi di investimento, tenuto conto che nel 2020 la European Securities and Markets Authority (ESMA) ha emanato le Linee Guida sulle commissioni di performance dei fondi comuni di investimento armonizzati (UCITS) e di alcune tipologie di fondi di investimento alternativi (FIA).

In tale contesto, il tirocinante contribuirà all’analisi delle attuali “politiche commissionali” dei gestori italiani, con particolare riferimento alle provvigioni di performance.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza dei processi di investimento degli intermediari che operano nella gestione collettiva del risparmio;
  • capacità di analisi delle performance economiche e finanziarie degli investimenti;
  • conoscenza dei meccanismi commissionali dei prodotti del risparmio gestito.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza del linguaggio SQL;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

L’INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA NON BANCARIA: OBIETTIVI, STRUMENTI E METODI NELL’AMBITO DI UN MODELLO DI SUPERVISIONE DECENTRATA

La Banca d’Italia esercita funzioni di vigilanza su un numero molto consistente di soggetti finanziari non bancari, insediati in Italia oppure in regime di libera prestazione dall’estero, caratterizzati da elevata eterogeneità operativa e morfologica.

L’attività di vigilanza sugli intermediari finanziari si svolge secondo il principio della c.d. “vigilanza equivalente” a quella sulle banche, e si esplica attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili tecnici, l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. operazioni di fusione, cessione di rami di azienda, cartolarizzazioni, ecc.).

Nella funzione di vigilanza è coinvolta anche la rete territoriale dell’Istituto, la cui attività di supervisione valorizza la conoscenza derivante dalla prossimità agli intermediari, coordinata dalle strutture centrali.

Il tirocinante contribuirà allo sviluppo di un progetto aziendale di accrescimento dell’efficacia e dell’efficienza dei meccanismi di coordinamento fra le strutture impegnate nell’attività di vigilanza, mediante l’elaborazione di: a) un modello di interazione che tenga conto dell’eterogeneità dei soggetti vigilati e sfrutti le opportunità offerte dal progresso tecnologico, incluso il lavoro a distanza, sia per i percorsi di analisi ed interventi “ordinari” che per la realizzazione di analisi e lavori ad hoc; b) un set di indicatori di early warning che aiuti nella prioritizzazione delle attività; c) metodologie di benchmarching che agevolino il confronto fra realtà eterogenee.

Il tirocinante sarà coinvolto inoltre nell’analisi ed intervento sugli intermediari finanziari, nella progettazione e realizzazione delle iniziative di confronto con la rete territoriale, nella preparazione di elaborati statistici a supporto dell’attività di coordinamento e nello sviluppo di metodologie funzionali a rafforzare l’integrazione fra le strutture di vigilanza, l’omogeneità delle analisi e la comparabilità delle decisioni.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza del mercato dell’intermediazione finanziaria non bancaria;
  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista dei contenuti e dei processi operativi;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria Gestionale, Fisica, Matematica pura e applicata.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

PROGETTO DI RICERCA SUL RUOLO BIGTECH, ICT SERVICE PROVIDER ICT NEL SISTEMA FINANZIARIO E POTENZIALE IMPATTO SUL RISCHIO SISTEMICO

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Capacità di ricerca economica in materie innovative potenzialmente finalizzate al supporto di decisioni e/o linee di policy, in un contesto altamente professionale;
  • comprensione dell’ecosistema finanziario e dell’innovazione, con particolare riferimento alle relazioni tra i vari players;
  • Capacità di analisi dei meccanismi di trasmissione del contagio, con particolare riferimento al contesto tecnologico
  • capacità di utilizzo delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking; laurea ciclo unico in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

IDEAZIONE DI SOLUZIONI IN AMBITO SUPERVISORY TECHNOLOGY (cd. SUPTECH)

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Comprensione dell’ecosistema dell’innovazione tecnologica/automazione in ambito di supervisione finanziaria
  • Comprensione delle esigenze di rafforzamento dell’efficacia ed efficienza di un’organizzazione complessa
  • Capacità di sviluppo di soluzioni innovative
  • Capacità di lavorare in gruppo e di collaborare con altre funzioni organizzative
  • Sfruttamento delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Matematica pura e applicata, Ingegneria Informatica, Informatica.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); orientamento al datascience (tutte le lauree).
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza di strumenti di intelligenza artificiale e machine learning.

ANALISI DEI NUOVI MODELLI OPERATIVI (FINTECH) E DELLE TENDENZE INNOVATIVE CHE CARATTERIZZANO IL MERCATO ITALIANO (C.D. INNOVAZIONE TECNICO-FINANZIARIA)

 

La Banca d’Italia cura, in raccordo con la BCE nei casi previsti dalla normativa europea, l’attività istruttoria per il rilascio di autorizzazioni agli intermediari nazionali ed esteri che intendono accedere al mercato bancario, finanziario e dei pagamenti. Nell’ambito di questa attività e dei connessi contatti con gli operatori, vengono anche in rilievo e sono oggetto di particolare attenzione i fenomeni legati all’innovazione tecnologica e finanziaria (“FinTech”), con l’obiettivo di sostenere l’innovazione e di adeguare le metodologie di analisi di vigilanza all’evoluzione dei rischi.

Lo svolgimento di questi compiti prevede un frequente confronto con gli operatori per l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie, l’esame della documentazione fornita e l’analisi della stessa sulla base di norme e criteri definiti dalla stessa Banca d’Italia, dal legislatore nazionale e da quello europeo. L’esame di singoli progetti contribuisce e si affianca a una più ampia attività di analisi delle tendenze di mercato nel nostro paese e degli sviluppi normativi che interessano il comparto. Ciò implica una costante collaborazione tra strutture con diverse competenze (es. supervisione, regolamentazione) e lo svolgimento di approfondimenti tematici.

Il tirocinante contribuirà alla raccolta e all’analisi di dati e informazioni, di fonte pubblica o riservata, utili ad approfondire la comprensione di nuovi modelli di business dei nuovi operatori, a inquadrare le attività in rapporto alle norme in vigore e a monitorare lo sviluppo del mercato, anche in ambito FinTech; contribuirà inoltre a predisporre approfondimenti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di acquisire e analizzare informazioni complesse di diversa natura, di valutarne la rilevanza rispetto al problema da risolvere e di operare una sintesi efficace;
  • capacità di applicare conoscenze maturate in ambito accademico a problemi complessi tipici del contesto professionale;
  • comprensione delle principali tendenze innovative che si affermano sul mercato bancario, finanziario e dei pagamenti e dell’impatto dei principali sviluppi normativi che interessano la finanza digitale;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

 

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking; laurea ciclo unico in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

IDEAZIONE DI SOLUZIONI IN AMBITO SUPERVISORY TECHNOLOGY (cd. SUPTECH)

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Comprensione dell’ecosistema dell’innovazione tecnologica/automazione in ambito di supervisione finanziaria
  • Comprensione delle esigenze di rafforzamento dell’efficacia ed efficienza di un’organizzazione complessa
  • Capacità di sviluppo di soluzioni innovative
  • Capacità di lavorare in gruppo e di collaborare con altre funzioni organizzative
  • Sfruttamento delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Matematica pura e applicata, Ingegneria Informatica, Informatica.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); orientamento al datascience (tutte le lauree).
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza di strumenti di intelligenza artificiale e machine learning.

DISEGNO E SVILUPPO DI UN DASHBOARD PER IL MONITORAGGIO DEL RISCHIO DI CREDITO DEGLI INTERMEDIARI AUTORIZZATI ALL’UTILIZZO DEI MODELLI INTERNI PER IL CALCOLO DEI REQUISITI PATRIMONIALI

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sui gruppi bancari autorizzati all’utilizzo di modelli interni per il calcolo di requisiti patrimoniali a fronte del rischio di credito (modelli IRB).

L’attività di vigilanza si esplica, tra l’altro, attraverso l’esame del profilo di rischio dei singoli intermediari e analisi orizzontali di benchmarking svolte a livello europeo a partire dalle basi informative di Vigilanza L’analisi di questi dati e il confronto con i maggiori peers europei, consente di individuare le principali aree di attenzione e di indirizzare le attività di supervisione nonché di avviare mirate azioni di intervento.

Il tirocinante collaborerà alle attività di analisi e sfruttamento delle basi dati, alla definizione di un set di analisi di benchmarking per l’arricchimento del cruscotto di monitoraggio dei portafogli crediti delle banche IRB e alla loro implementazione mediante linguaggi di programmazione statistica.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata, Fisica, Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze statistiche e nel campo dell’analisi del rischio di credito degli intermediari finanziari;
  • conoscenza dei linguaggi di programmazione R e MATLAB;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;

conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

• IQera – Laureati in Economia, Ingegneria, Scienze

Stage Real Estate/Valuation

Pubblicato il 16/06/2021

Tipo Laurea: Ingegneria Edile-Architettura

IQera Italia S.pA., player primario in ambito RE,  ricerca n. 2 laureati in architettura-ingegneria,  da inserire attraverso un percorso formativo  nell’ambito della struttura Tecnica RE/Valuation

La risorsa, con spiccate doti comunicative e propensione al team working si occuperà di:

  • Supporto al Team Valuation.
  • Analisi della documentazione fornita dal cliente
  • Supporto al team nell’analisi documentale e nella redazione delle valutazioni immobiliari.

Si offre iniziale contratto di stage della durata di 6 mesi e rimborso pari ad € 800.00 nette mensili finalizzato all’inserimento in Azienda.

È possibile inviare i cv alla mail lorenzo.esposito@iqera.it

La ricerca è rivolta ad entrambi i sessi (L.903/77). Gli interessati possono inoltrare il proprio CV dando l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi D.Lgs.196/03

Junior Data Analyst

Pubblicato il 11/06/2021

Tipo Laurea: Ingegneria Informatica, Informatica, Ingegneria Gestionale/Economia con focus quantitativo, Statistica, Matematica, Data science

Il gruppo IQera Italia S.pA. nell’ambito della Business Unit di Portfolio & Data Management, opera nei servizi avanzati nell’area Market Analysis & Risk Management.

A fronte di un incremento del proprio business, sta portando avanti un processo di potenziamento del proprio organico tecnico.

A tal fine ricerca sulla sede di Roma figure specialistiche in Data Analyst

Il/la candidato/a è in possesso dei seguenti requisiti di base:

  • Laurea specialistica (conseguita o in corso di completamento) preferibilmente ad indirizzo tecnico: Ingegneria Informatica, Informatica, Ingegneria Gestionale/Economia con focus quantitativo, Statistica, Matematica, Data science
  • Eccellente percorso accademico
  • Ottime capacità di comunicazione e relazione
  • Orientamento al team working
  • Flessibilità e forte motivazione
  • Ottima conoscenza della lingua inglese

Costituiscono titoli preferenziali :

  • esperienza in attività di sviluppo in Sofware di analisi dati (R, Python, SAS, …);
  • esperienza di data integration, analisi e sviluppo procedure ETL;
  • buona conoscenza di DBMS Oracle e PL/SQL

Per candidarsi: https://www.linkedin.com/jobs/view/2588120513/

La ricerca è rivolta ad entrambi i sessi (L.903/77). Gli interessati possono inoltrare il proprio CV dando l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi D.Lgs.196/03.

• ING – Laureati in Economia, Ingegneria, Scienze

Retail Banking Track (International Talent Programme) - Job Rotation

Pubblicato il 16/06/2021

Tipo di Laurea (triennale o magistrale): Economia, Ingegneria, Matematica o equivalenti

Are you a young graduate with global ambitions eager to develop your leadership potential?

ING offers you the chance to make the absolute most of your talent on a traineeship within the bank: the International Talent Programme (ITP). During the course of the traineeship ING will invest in your future now to develop the leaders of tomorrow.

At the beginning of your traineeship you’ll rotate between different projects and departments within Retail Banking area. After your rotations, you get to choose two long term positions based on your experience and area of interest.

What we offer/ What makes this traineeship awesome

This is a comprehensive programme that provides talented graduates with the knowledge, skills and on-the-job experience to become ING’s future leaders. We offer you the chance to shape your own ideas about banking in a receptive environment.
The program is truly international with over 100 trainees in 14 different countries. For each year of the programme there will be a global event designed as a bootcamp to develop your personal skill in the process.

  • Understand and translate ING’s Retail strategy to his/her individual responsibilities.
  • Anticipate to external developments & trends and integrate this into his/her working environment.
  • Can manage a project (department) and successfully deliver.
  • Can guide/advise our customers to solutions that fit their future needs.
  • Has thorough understanding of our retail products.

Is able to improve products or customer experiences taking into account:

  • Value Proposition
  • Client Segments
  • Primary Bank Approach
  • Customer Intelligence
  • Marketing & Branding
  • Sales Management
  • Cost & Income drivers
  • Balance Sheet impact
  • Distribution
  • Different Risk Aspects
  • Operational Excellence
  • Innovation, Technology, Retail Trends,
  • Competition

What we’re looking for

  • You have a Bachelor’s/Master’s degree in Mathematics, Statistics, Economics, Finance, Engineering or Business Studies (with strong quantitative profile);
  • Excellent analytical skills and problem solving
  • You have an innovative take on banking and an unconditional drive to turn your ideas into reality;
  • You are enthusiastic and consider the interests of our customers and your colleagues;
  • You act with integrity and responsibility;
  • You are fluent in English and Italian; foreign candidates have an advanced knowledge of Italian (at least B2)
  • You have a maximum of 2 years of professional experience

ING’s International Talent Programme is looking for smart, results-driven people to make banking awesome.

To apply: https://www.ing.jobs/Italy/posizioni-aperte/posto/ITP-Italy-Retail-Banking-Track.htm

Analytics Track (International Talent Programme) - Job Rotation

Pubblicato il 16/06/2021

Tipo di Laurea (triennale o magistrale): Economia, Ingegneria, Matematica o equivalenti

Are you a young graduate with global ambitions eager to develop your leadership potential?

ING offers you the chance to make the absolute most of your talent on a traineeship within the bank: the International Talent Programme (ITP). During the course of the traineeship ING will invest in your future now to develop the leaders of tomorrow.

At the beginning of your traineeship you’ll rotate between different projects and departments within your track. After your rotations, you get to choose two long term positions based on your experience and area of interest.

What we offer/ What makes this traineeship awesome

This is a comprehensive programme that provides talented graduates with the knowledge, skills and on-the-job experience to become ING’s future leaders. We offer you the chance to shape your own ideas about banking in a receptive environment.
The program is truly international with over 100 trainees in 14 different countries. For each year of the programme there will be a global event designed as a bootcamp to develop your personal skill in the process.

Works independently to execute standard tasks. May combine tools and techniques to deliver an optimal outcome. Works under guidance on complex tasks.

  • Can solve complex Problem with Multiple Data Sources; (Re)defines complex business problems, determining the data sources and requirements to solve these, and considers the end-to-end plan.
  • Communicates effectively with the business to define target function, identify data sources and ensure implementation
  • Communicates data through use of advanced visualization tools (e.g., D3) and dashboards, designs dashboards to support communication activities
  • Builds engaging overall storylines tailored to different audiences to effectively communicate messages
  • Applies the most accurate advanced statistical methods, to solve problems or analyse non-routine situation
  • Asks clarifying questions to determine the true nature of business problems
  • Recognizes when more information is required to identify or solve a problem and determines how to gather this input
  • Generates different solutions, weighing the pros and cons of each to identify the most suitable
  • Implements basic Machine Learning models
  • Writes correct and clean code more independently
  • Develops, tests and maintains software applications and related programs and procedures; demonstrates creativity and innovation using available software development tools and following design requirements.
  • Generates well-formed ideas for new technologies that have the potential to provide effective alternative methods of working for self and the team
  • Demonstrates thorough working knowledge of data privacy and security policies and procedures

What we’re looking for

  • You have a Bachelor’s/Master’s degree in Mathematics, Statistics, Economics, Finance, Engineering or Business Studies (with strong quantitative profile);
  • Excellent analytical skills and problem solving
  • You have an innovative take on banking and an unconditional drive to turn your ideas into reality;
  • You are enthusiastic and consider the interests of our customers and your colleagues;
  • You act with integrity and responsibility;
  • You are fluent in English and Italian; foreign candidates have an advanced knowledge of Italian (at least B2)
  • You have a maximum of 2 years of professional experience

ING’s International Talent Programme is looking for smart, results-driven people to make banking awesome.

To apply: https://www.ing.jobs/Italy/posizioni-aperte/posto/International-Talent-Programme-Italy-Analytics-Track-2.htm

Operations & Change Track (International Talent Programme) - Job Rotation

Pubblicato il 16/06/2021

Tipo di Laurea (triennale o magistrale): Economia, Ingegneria, Matematica o equivalenti

Are you a young graduate with global ambitions eager to develop your leadership potential?

ING offers you the chance to make the absolute most of your talent on a traineeship within the bank: the International Talent Programme (ITP). During the course of the traineeship ING will invest in your future now to develop the leaders of tomorrow.

At the beginning of your traineeship you’ll rotate between different projects and departments within Operations & Change area. After your rotations, you get to choose two long term positions based on your experience and area of interest.

What we offer/ What makes this traineeship awesome

This is a comprehensive programme that provides talented graduates with the knowledge, skills and on-the-job experience to become ING’s future leaders. We offer you the chance to shape your own ideas about banking in a receptive environment.
The program is truly international with over 100 trainees in 14 different countries. For each year of the programme there will be a global event designed as a bootcamp to develop your personal skill in the process.

  • Participates in bank-wide change programmes and understands the link with and impact on ING strategy.
  • Demonstrates well developed consultancy and change management skills, is able to run change programmes of medium complexity.
  • Can work with different project management methodologies like Agile, Prince 2 (waterfall) and hybrid models, both in theory and on a practical level.
  • Is an ambassador for the Agile Way of Working.
  • Has a solid understanding of internal controls and non financial risk framework.
  • Is able to roll out the process management elements and tools engaging the Process Leader, P&L Owner and process participants.
  • Is an advocate of ‘compliant by design’ and standardization across the globe, both from processes as well as controls standpoint
  • Knows the process landscape, IT and data architecture and steers processes on KPI’s.
  • Understands the importance of data management and its drivers and strategy. Can explain the relationship with process management and business intelligence.
  • Has a solid understanding of the requirements of the data governance and quality/privacy and understands how to integrate these into the change process.
  • Is aware of new technology developments (e.g. Artificial Intelligence, robotics, block chain, cloud computing) and understands the impact for ING.

What we’re looking for

  • You have a Bachelor’s/Master’s degree in Mathematics, Statistics, Economics, Finance, Engineering or Business Studies (with strong quantitative profile);
  • Excellent analytical skills and problem solving
  • You have an innovative take on banking and an unconditional drive to turn your ideas into reality;
  • You are enthusiastic and consider the interests of our customers and your colleagues;
  • You act with integrity and responsibility;
  • You are fluent in English and Italian; foreign candidates have an advanced knowledge of Italian (at least B2)
  • You have a maximum of 2 years of professional experience

ING’s International Talent Programme is looking for smart, results-driven people to make banking awesome.

To apply: https://www.ing.jobs/Italy/posizioni-aperte/posto/International-Talent-Programme-Italy-Operations-Change-Track-2.htm