• Banca d’Italia (Dipartimento Risorse Umane) – Laureati magistrali in Ingegneria, Lettere, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Risorse Umane, Comunicazione e Informazione e il Dipartimento Tutela della Clientela ed Educazione Finanziaria e il Servizio Organizzazione ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 15 dicembre 2022

Scadenza: 5 gennaio 2023

Tipo di Laurea (magistrale): indicato nei progetti sotto

Obiettivi e contenuti

Le diverse iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso le strutture della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 14 tirocini si svolgeranno presso le sedi in Roma del Dipartimento Risorse Umane, comunicazione e informazione, del Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria e del Servizio Organizzazione della Banca d’Italia.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate, presumibilmente, a partire dal mese di febbraio 2023, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero medio di 6 ore (tendenzialmente non inferiore alle 30 ore settimanali).

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature (nati dal 6 gennaio 1995 in poi).

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto “BDI HR 2022”), a partire dal 15 dicembre 2022 ed entro il 5 gennaio 2023, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà, con riferimento a ciascuna proposta di Tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia n.8 candidature per i profili 3, 8, 9 e 10 e n. 5 candidature per ciascuno degli altri profili.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  • l’andamento del colloquio;
  • l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  • le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  • il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso una delle Sedi della Banca d’Italia in Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche, a partire dal mese di gennaio 2023.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4Progetto 5Progetto 6Progetto 7Progetto 8Progetto 9Progetto 10

DIFFUSIONE DI CONTENUTI DI EDUCAZIONE FINANZIARIA ATTRAVERSO PIATTAFORME SOCIAL: ANALISI E STUDI DI FATTIBILITÀ

La Banca d’Italia ha creato, nel luglio 2020, un Dipartimento per la Tutela del Cliente e l’Educazione Finanziaria, con l’obiettivo di aumentare le risorse interne e catalizzare l’attenzione di tutti gli stakeholder su tematiche di interesse pubblico. Ne fa parte la nuova divisione Adulti Scuola Lavoro, interna al Servizio Educazione Finanziaria e impegnata a raggiungere il pubblico adulto allo scopo di aumentarne la consapevolezza, le conoscenze e le abilità utili ad affrontare con più serenità le scelte finanziarie importanti della vita.

Sempre più necessario per l’azione di comunicazione, divulgazione e coinvolgimento del largo pubblico su queste tematiche, è l’utilizzo delle diverse piattaforme social, capaci di capitalizzare l’attenzione grazie alle loro peculiari caratteristiche e target specifici.

La prima parte del progetto è finalizzata alla redazione di un rapporto su l’uso delle piattaforme social che fanno le altre Banche Centrali dell’Unione Europea e gli enti esteri dedicati all’educazione finanziaria, identificando i canali scelti e le ragioni di questa scelta, monitorandoli e redigendo analisi su buone pratiche, gestione delle crisi, e gradi di interattività. Il rapporto cercherà di rispondere alla domanda se e a quali condizioni le piattaforme social possano essere un elemento realmente utile ed efficace, quantificando le risorse necessarie per una loro gestione. Attraverso l’analisi dei profili di enti pubblici e istituzioni italiane, questo rapporto dovrebbe infine delineare il contesto social(e) italiano ed evidenziarne le sue peculiarità, analizzandone i rischi insiti e le potenzialità inesplorate.

Nella seconda parte del progetto, le esperienze acquisite saranno riportate in un contesto reale attraverso la collaborazione all’ideazione di una campagna su un tema specifico, che potrà essere sviluppata su uno o più canali ritenuti congrui allo scopo.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato, e il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza dei principi dell’educazione finanziaria, e delle principali teorie che la supportano;
  • familiarità con la mappa delle istituzioni italiane ed estere impegnate nell’educazione finanziaria;
  • conoscenza degli strumenti e delle modalità di comunicazione dei contenuti relativi all’attività di Educazione Finanziaria della Banca d’Italia, principalmente attraverso gli account social;
  • capacità di impostare una campagna per uno specifico evento e target su una tematica di Educazione Finanziaria;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienze dell’informazione della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di linguaggi o programmi specifici per analizzare i social media e di tecniche per creare prodotti informativi;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza del linguaggio video per la produzione di brevi contenuti multimediali, anche animati.

PROGETTAZIONE DI INIZIATIVE DI DIVULGAZIONE DEGLI STRUMENTI DI TUTELA INDIVIDUALE

La Banca d’Italia ha creato, nel luglio del 2020, un dipartimento dedicato alla Tutela del Cliente e l’Educazione Finanziaria. In tale ambito è stato istituito un Servizio dedicato agli strumenti di tutela individuale messi a disposizione dalla Banca d’Italia per tutti i cittadini: gli esposti, (https://www.bancaditalia.it/servizi-cittadino/servizi/esposti/index.html?dotcache=refresh), l’Arbitro Bancario Finanziario (https://www.arbitrobancariofinanziario.it/?dotcache=refresh) e il numero verde (https://www.bancaditalia.it/servizi-cittadino/?dotcache=refresh).

Si rende necessario favorire una maggiore conoscenza di tali strumenti presso il largo pubblico, anche attraverso innovative campagne di comunicazione e l’utilizzo di piattaforme social.

Il tirocinante sarà inizialmente coinvolto in un’attività di ricognizione sugli strumenti di comunicazione utilizzati dalle altre Banche Centrali dell’Unione Europea, identificando i canali scelti e, ove possibile, il loro utilizzo. In una seconda fase, il tirocinante collaborerà nell’ideazione di una campagna di comunicazione finalizzata a promuovere e migliorare la diffusione e la conoscenza dell’attività di gestione degli esposti privatistici (principalmente), dell’Arbitro Bancario Finanziario e del numero verde della Banca d’Italia con l’obiettivo di potenziare ulteriormente l’attività di tutela a favore della clientela.

L’iniziativa è diretta a favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso la Divisione Gestione Esposti istituita presso il Servizio Tutela Individuale dei Clienti. Il lavoro sarà svolto in team e sotto la guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza della funzione di tutela svolta dalla Banca d’Italia e degli strumenti di tutela individuale dei clienti messi a disposizione (esposti privatistici e Arbitro Bancario Finanziario);
  • familiarità con la mappa delle istituzioni italiane ed estere impegnate nell’attività di tutela individuale dei clienti;
  • conoscenza degli strumenti e delle modalità di comunicazione dei contenuti relativi alle attività di tutela individuale dei clienti da parte della Banca d’Italia;
  • capacità di impostare una campagna per specifici eventi e target per favorire la conoscenza degli strumenti di tutela individuale dei clienti.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienze dell’informazione della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di linguaggi o programmi specifici per analizzare i social media e di tecniche per creare prodotti informativi;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza del linguaggio video per la produzione di brevi contenuti multimediali, anche animati.

PROGETTAZIONE E GESTIONE INIZIATIVE FORMATIVE

La Banca d’Italia conduce una intensa attività formativa del proprio personale; l’offerta di iniziative insiste su temi estremamente variegati (legati tanto alla sfera tecnico-specialistica quanto a quella comportamentale e alla linguistica) ed è in costante ampliamento il novero delle modalità con cui la stessa viene erogata, anche in ragione degli effetti della pandemia e del lavoro da remoto.

In quest’ottica, il/la tirocinante parteciperà alla progettazione e alla gestione e realizzazione di un gruppo di iniziative formative su tematiche da definire all’avvio del tirocinio.

Potrà affiancare specialiste/i della formazione anche nella produzione di contenuti didattici multimediali e nell’inserimento di dati in piattaforme.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato, il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di progettazione di iniziative formative;
  • capacità di produrre contenuti didattici (eventualmente anche in modalità e-learning);
  • conoscenza di una piattaforma di learning management system;
  • conoscenza di applicativi per lo svolgimento di webinar.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienze dell’informazione della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di metodi/tecniche di produzione di contenuti didattici;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE E INFORMAZIONE SU TEMI DI DIVERSITA’ E INCLUSIONE

La valorizzazione delle diversità e l’inclusione (D&I) fa parte degli obiettivi strategici della Banca d’Italia. La nostra politica di D&I parte dall’assunto che ogni persona è unica e nella sua unicità è importante che venga riconosciuta e valorizzata. Sul fronte dei gruppi minoritari, sottorappresentati o svantaggiati, in questi anni sono stati avviati diversi cantieri, non solo con riguardo alla parità di genere ma anche al mondo LGBT+, alle disabilità, alle diverse famiglie professionali e alle diverse fasce di età. Le attività di D&I sono principalmente, ma non soltanto, volte a far evolvere e maturare la consapevolezza e la cultura su temi specifici attraverso eventi e campagne di approfondimento e sensibilizzazione, indirizzate a tutto il personale della Banca.

In questo contesto, il/la tirocinante contribuirà alla creazione di una campagna per la divulgazione di tematiche D&I (quale ad es. l’age management e lo scambio intergenerazionale). Parteciperà alle attività preliminari, quali lo studio e l’analisi della tematica individuata, delle fonti di riferimento e di esperienze esterne; alla definizione del tema, del messaggio, dei canali e delle modalità di presentazione della campagna.  Nella progettazione e realizzazione della campagna si relazionerà con il Gestore delle diversità e il Diversity Team, la comunicazione interna e stakeholder esterni. Più in generale, il tirocinio comprenderà il coinvolgimento nelle attività del Diversity team nello svolgimento di politiche D&I della Banca.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato, il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • approfondimento della conoscenza dei temi D&I in Banca d’Italia;
  • realizzazione di un format, di una campagna di sensibilizzazione e dei relativi contenuti (inclusa l’elaborazione di infografiche e altri strumenti);
  • Tecniche/capacità di scrittura di testi di vario tipo da produrre nell’ambito della campagna di sensibilizzazione.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienze dell’informazione della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • esperienze acquisite in tema di D&I e di comunicazione su questi argomenti;
  • realizzazione di campagne informative e pubblicitarie;
  • conoscenza e utilizzo di strumenti/canali di comunicazione (per es. podcast, web radio, videomaking, montaggio video etc);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

NUOVA PAGINA INTRANET SU VALORIZZAZIONE DELLE DIVERSITÀ E INCLUSIONE

Negli ultimi anni la Banca d’Italia ha intensificato la propria azione di comunicazione, riservando una crescente attenzione anche a quella interna, sempre più finalizzata a favorire un dialogo intenso e fluido ai vari livelli dell’organizzazione, avvicinando funzioni e persone.

In questa cornice, anche il sito intranet dedicato al personale della Banca è interessato dal rinnovamento, nella sua struttura e nei suoi contenuti. In particolare, è stata avviata la creazione di una nuova pagina dedicata alle attività del Gestore delle diversità e del Diversity Team, per diffondere la conoscenza della valorizzazione delle diversità e dell’inclusione (D&I) in modo trasversale all’interno della Banca, attraverso un canale diretto ed efficace.

In quest’ottica, il/la tirocinante contribuirà a definire i contenuti della nuova sezione D&I del sito intranet della Banca d’Italia, in via di realizzazione. Parteciperà alle diverse fasi, dalla progettazione degli aspetti grafici e di layout, alla costruzione delle pagine web, alla messa a punto e all’inserimento di contenuti multimediali, relazionandosi principalmente con il Gestore delle diversità e il Diversity Team, la comunicazione interna. Più in generale, il tirocinio comprenderà il coinvolgimento nelle attività del Diversity team nello svolgimento di politiche D&I della Banca.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato; il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • approfondimento della conoscenza dei temi e della policy D&I in Banca d’Italia;
  • Tecniche/capacità di redazione di notizie ed articoli che saranno resi disponibili sul sito;
  • Capacità di elaborare una linea grafica e un manuale di stile che contraddistingua i diversi contenuti

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienze dell’informazione della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza delle tecniche di base di elaborazione grafica e dei principali software e strumenti informatici a supporto;
  • precedente esperienza nella realizzazione di siti web;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

HR ANALYTICS

Negli anni recenti la funzione Risorse umane della Banca ha rinnovato la sua missione orientandola all’innovazione, allo sviluppo di sistemi, metodi, strumenti, e al miglioramento dei processi di gestione delle risorse umane. In tale direzione la Funzione ha incrementato l’investimento nelle attività di elaborazione e analisi dei dati del personale per supportare le decisioni dei Capi e della Funzione che in tale modo possono beneficiare di indicatori che descrivono i fenomeni, dandone anche una lettura quantitativa e prospettica.

In questo contesto, la/il tirocinante contribuirà a definire kpi (key performance indicator) per migliorare l’efficacia comunicativa della funzione Risorse umane, supportare le decisioni e assicurare trasparenza nei confronti delle persone. Gli indicatori, per i quali saranno definite anche le idonee forme di rappresentazione dei fenomeni, saranno riportati nel portale informativo rivolto alla funzione del personale, ai gestori e ai dipendenti (Focus).

Nella definizione di tali analisi è necessario tener conto dell’esigenza di fornire, per i diversi fenomeni, anche una rappresentazione dinamica che, in chiave predittiva, dia conto dell’evoluzione e delle ricadute delle decisioni nel medio/lungo termine.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato, il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza delle tecniche e degli strumenti di HR Analytics adottati dalla Banca;
  • capacità di sintetizzare i risultati delle elaborazioni mediante Report/dashboards rivolti ai Capi;
  • approfondimento circa l’applicazione dell’AI per condurre analisi di testi (esempio CV)) per estrarre informazioni utili ad identificare cluster omogenei, redigere un ranking, stabilire il matching fra una richiesta e la relativa documentazione prodotta.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Informatica, Matematica pura e applicata, Mechatronics Engineering, Ingegneria Elettronica.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di linguaggi di programmazione quali SAS e Erre;
  • modelli di regressione e tecniche di clustering e text mining.

MISURAZIONE, RIDUZIONE E COMUNICAZIONE DELL’IMPRONTA CARBONICA DI UN’ORGANIZZAZIONE

Nell’ambito delle numerose iniziative intraprese dalla Banca per la riduzione della propria impronta ambientale e carbonica, il/la tirocinante sarà coinvolto/a nelle attività connesse con il processo di redazione del Rapporto ambientale della Banca. Inoltre sarà chiamato/a a: proporre soluzioni concrete e innovazioni tecnologiche per migliorare l’impronta carbonica della Banca; irrobustire la base statistica di rilevazione dei dati ambientali e mettere a punto specifici indicatori di prestazione energetica e ambientale; contribuire a realizzare attività di formazione, informazione e sensibilizzazione del personale in materia; partecipare a iniziative condotte in collaborazione con Enti esterni, tra cui quella svolta insieme all’ENEA per lo studio degli impatti ambientali dello smart working; dare supporto ai fini della partecipazione della Banca ai gruppi di lavoro nazionali e internazionali sui temi ambientali.

Al termine del tirocinio è prevista la redazione di un rapporto sui risultati ottenuti dalle ricerche, dalle analisi svolte e dai dati ricavati.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Assetti e sviluppo organizzativo del Servizio Organizzazione, in team e sotto la costante guida di tutor del Settore sostenibilità ambientale.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di lavorare in gruppo;
  • capacità di gestire basi dati ambientali;
  • conoscenza delle problematiche connesse alla rendicontazione ambientale di organizzazioni complesse.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria energetica.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • capacità di analisi e controllo dei dati;
  • conoscenza di software per le analisi statistiche (ad es. SAS);
  • capacità di redigere presentazioni e rapporti a vari livelli;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

BRAND E REPUTAZIONE ISTITUZIONALE: COSTRUZIONE, VALORIZZAZIONE, MONITORAGGIO

Il contesto comunicativo attuale è caratterizzato da una pluralità di canali, voci, interlocutori che rendono lo scenario sovrappopolato e i messaggi non sempre chiari. La molteplicità di fonti sollecita l’attenzione e l’ascolto del pubblico inducendo a volte il formarsi di opinioni e credenze non sempre aderenti alla realtà. In questo scenario, diventa fondamentale la capacità delle istituzioni di trasmettere informazioni chiare, al servizio della cittadinanza.

La Banca d’Italia ha incrementato nel tempo le attività volte a comunicare in maniera trasparente con un pubblico ampio e diversificato, promuovendo la conoscenza dell’azione istituzionale e la diffusione della propria produzione scientifica con l’obiettivo ultimo di incidere sulla fiducia dei cittadini nel proprio operato.

Il/la tirocinante contribuirà all’ideazione e realizzazione di proposte per il brand “Banca d’Italia”, al fine di favorirne la riconoscibilità e accrescerne la visibilità. Le attività potranno coinvolgere tutti i canali di comunicazione della Banca (siti web, media relations, social media, etc.).

Il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza delle best practices nazionali e internazionali in materia di comunicazione istituzionale e di divulgazione al pubblico;
  • consapevolezza dei processi, canali e prodotti relativi all’attività di comunicazione istituzionale della banca centrale;
  • familiarità con gli strumenti per la definizione della brand identity di una istituzione, in un contesto comunicativo plurale e aperto.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Scienza dell’informazione, della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • esperienza nell’attività di brand management;
  • conoscenza o esperienza nel campo dell’organizzazione di campagne di informazione e comunicazione;
  • conoscenza di linguaggi o programmi specifici per la comunicazione;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

LA COMUNICAZIONE DELLA BANCA TRA DIGITALE E ANALOGICO

Nel corso degli anni la Banca d’Italia ha esteso la propria attività di comunicazione sviluppando nuovi canali e linguaggi. La comunicazione digitale e i social media hanno affiancato in misura crescente la comunicazione tradizionale con l’obiettivo di raggiungere fasce di pubblico sempre più ampie. La capacità di produrre e veicolare contenuti mirati e di porre in essere strategie di comunicazione multicanale è divenuta il presupposto necessario per coinvolgere le persone e avvicinarle alla Banca come istituzione.

Questo approccio aperto e innovativo, che investe sia la comunicazione esterna che quella interna, poggia sull’esigenza di favorire quanto più possibile un dialogo intenso, inclusivo e fluido.

Il/la tirocinante parteciperà alla progettazione di nuove iniziative e prodotti di comunicazione, contribuendo anche all’identificazione delle metodologie che meglio consentono di perseguire gli obiettivi strategici.

Il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza di processi, canali e prodotti relativi all’attività di comunicazione istituzionale e di banca centrale;
  • capacità di predisporre un piano di comunicazione e di strutturare un’offerta editoriale di comunicazione interna ed esterna;
  • consapevolezza delle tecniche di progettazione di prodotti/strumenti innovativi per la comunicazione istituzionale.

Requisiti richiesti

  • laurea magistrale in Scienza dell’informazione, della comunicazione e dell’editoria.

 Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • esperienza e/o conoscenza in materia di realizzazione di podcast e prodotti multimediali;
  • esperienza nel campo dello storytelling istituzionale e/o aziendale;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

VALUTARE L’EFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE

La comunicazione è una funzione strategica, che contribuisce in misura significativa al raggiungimento degli obiettivi di un’organizzazione complessa.

Le parole delle banche centrali, in particolare, possono influenzare i mercati, l’economia e la vita delle persone: comprenderne gli effetti e misurare i risultati consente di orientare l’azione istituzionale con consapevolezza e di innescare processi virtuosi di miglioramento continuo.

Il/la tirocinante collaborerà allo sviluppo di nuovi metodi e strumenti per l’analisi dei risultati dell’attività di comunicazione, contribuendo inoltre alla definizione della relativa reportistica.

Il lavoro sarà svolto in team sotto la guida di tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • elementi di pianificazione strategica della comunicazione di una banca centrale;
  • consapevolezza delle dinamiche comunicative proprie dei differenti media;
  • padronanza di strumenti e tecniche per la misurazione e il monitoraggio dell’attività di comunicazione;
  • capacità di realizzare report informativi per il top management.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale in Scienza dell’informazione, della comunicazione e dell’editoria.

Competenze richieste (titolo preferenziale)

  • conoscenza e/o esperienza nell’utilizzo di strumenti di misurazione, analisi e valutazione degli effetti della comunicazione istituzionale e/o aziendale;
  • esperienza nella produzione di report quali-quantitativi, anche con l’ausilio di software e piattaforme di presentazione;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

Stage presso il Corso di Laurea magistrale in Tourism Strategy, Cultural Heritage and Made in Italy

Pubblicato il 07/12/2022

Scadenza: 18/12/2022

Tipo di Laurea: Laureati magistrali con curriculum studiorum nel settore turistico

Offriamo l’opportunità di collaborare alle principali attività di supporto ed assistenza organizzativo-amministrativa alla didattica, nell’ambito del coordinamento del Corso di Laurea magistrale in Tourism Strategy, Cultural Heritage and Made in Italy. Le attività si svolgeranno presso la Macroarea di Lettere dell’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”.

La risorsa collaborerà alle seguenti attività:

  • Facilitazione nel dialogo con gli uffici, in particolare per gli studenti e i docenti internazionali
  • Gestione delle comunicazioni agli studenti
  • Cura dei contenuti e dell’aggiornamento del sito del CdLM, in accordo con il coordinatore del CdLM
  • Supporto nella programmazione del calendario delle lezioni
  • Supporto nel monitoraggio dell’andamento negli anni delle domande di iscrizione, della regolarità delle carriere e della situazione lavorativa dei laureati

Read more

Stage per supporto all’Ufficio Tecnico dell’Università di Tor Vergata

La risorsa sarà impegnata principalmente in mansioni di supporto alle diverse attività svolte dall’Ufficio Tecnico.

La risorsa dovrà avere una specifica preparazione professionale ed aver maturato sufficiente esperienza per poter espletare con un certo grado di autonomia le seguenti attività, elencate di seguito a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • Supporto alla gestione di pratiche edilizie e ai diversi procedimenti comunque pertinenti le attività dell’Ufficio Tecnico nonché alla loro archiviazione, catalogazione ed aggiornamento al fine di costituire database informatizzati;
  • Aggiornamento della documentazione grafica architettonica ed impiantistica relativa alle varie sedi universitarie;
  • Supporto in tutte le fasi relative alle gare di appalto per importi fino al limite della soglia comunitaria in materia di lavori, servizi e forniture collegati alla gestione del patrimonio edilizio;
  • Supporto alla redazione di progetti di fattibilità tecnico ed economica, definitivi, esecutivi, piani di coordinamento della sicurezza per interventi manutentivi, di adeguamento, di messa a norma e di ampliamento del patrimonio immobiliare;
  • Supporto all’attività di gestione della manutenzione degli impianti tecnologici universitari attraverso la gestione dei contratti Servizio Energia ed altro;
  • Supporto alle attività propedeutiche alle procedure per l’affidamento degli incarichi professionali relativi ai servizi di architettura e ingegneria;
  • Gestione e smistamento richieste di interventi di natura edile ed impiantistica sul portale dedicato;
  • Attività di supporto ed assistenza alla direzione lavori e direzione dell’esecuzione dei contratti per servizi e forniture nei diversi appalti in corso di esecuzione;
  • Svolgimento dei sopralluoghi necessari in ogni fase procedimentale dalle attività pertinenti l’Ufficio Tecnico;

È richiesta anche una conoscenza di base della normativa in materia di contratti pubblici di appalto aventi ad oggetto l’acquisizione di servizi, forniture, lavori e opere.

E’ richiesta inoltre specifica padronanza di programmi informatici quali Autocad e applicativi Windows Office.

Requisiti

Read more

Stage Supporto Organizzazione e Comunicazione Master in Economia e Management Comunicazione e dei Media

Le principali attività in cui la risorsa sarà impegnata saranno di supporto al Master in economia e Management della Comunicazione e dei Media, in particolare per il lavoro di aggiornamento e completamento delle pagine web e di supporto alle attività di progettazione e comunicazione.

La risorsa collaborerà nell’espletamento delle seguenti attività:

  • Aggiornamento pagine sito web Master;
  • Aggiornamento schede studenti career page;
  • Supporto ideazione campagna di comunicazione di lancio Master XXI edizione 2022 2023;
  • Supporto progettazione e pianificazione campagna comunicazione Master XXI edizione 2022 2023;
  • Supporto redazione di informative e aggiornamento testi corporate;
  • Supporto networking aziende partner e testimonial.

Requisiti

  • Laureati (stage extra-curriculare) in Management;
  • Propensione al lavoro di gruppo e proattività;
  • Ottima conoscenza dei principali applicativi informatici;
  • Ottime capacità organizzative e di problem solving;
  • Flessibilità mentale nell’approcciare differenti tematiche e ambiti lavorativi
  • Ottima conoscenza della lingua inglese.

Read more

• Banca d’Italia (Dipartimento Immobili e Appalti) – Laureati magistrali in Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Immobili e Appalti ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 11 ottobre 2022

Scadenza: 27 ottobre 2022

Tipo di Laurea (magistrale): indicato nei progetti sotto

Obiettivi e contenuti

Le iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con esperienze che avranno ad oggetto:

  • presso il Servizio Immobili, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente agli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia da eseguirsi su immobili (anche storici) di proprietà dell’Istituto;
  • presso il Servizio Appalti, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente alle materie del procurement (appalti e contratti pubblici);
  • presso il Servizio Logistica e Servizi, lo svolgimento di progetti formativi connessi alla gestione e valorizzazione delle opere d’arte di proprietà della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso gli uffici del Dipartimento Immobili e Appalti della Banca d’Italia, in Roma e Frascati.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate, presumibilmente, a partire dal mese di dicembre 2022, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero medio di 6 ore (tendenzialmente non inferiore alle 30 ore settimanali).

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature (nati dal 28 ottobre 1994 in poi).

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto “BDI IMA 2022”), a partire dal 11 ottobre ed entro il 27 ottobre, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione. Non sono inoltre attivabili tirocini per i candidati che abbiano già svolto un tirocinio extracurriculare presso la Banca d’Italia.

Selezione delle candidature

L’Università Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà, con riferimento a ciascuna proposta di Tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia le seguenti candidature:

  1. per il Dipartimento Economia e Statistica n. 4 candidature per ciascuno dei profili dal n.1 al n. 3;
  2. per il Servizio Tesoreria dello Stato n. 4 candidature per i profili nn. 4, 6, 7 e 8 e n.8 candidature per il profilo n. 5.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

L’Università Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà, con riferimento a ciascuna proposta di Tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia un numero di candidature – per proposta di tirocinio – pari a quello indicato nella seguente tabella.

Proposte tirocini N° massimo candidature per proposta di tirocinio
Proposta 1 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO (Architettura) 20
Proposta 2 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO (Ingegneria civile) 12
Proposta 3 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO 12
Proposta 4 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI ELETTRONICI E SPECIALI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ 12
Proposta 5 – ATTIVITA’ INERENTI ALLA PROGRAMMAZIONE E AL MONITORAGGIO DELLO STATO DI AVANZAMENTO DELLE INIZIATIVE E DELLE RISORSE FINANZIARIE RIGUARDANTI LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO 4
Proposta 6 – ATTIVITÀ DI ANALISI E RICERCA FINALIZZATA ALLE ATTIVITA’ DI PROCUREMENT DELL’ISTITUTO 12
Proposta 7 – ATTIVITÀ CONCERNENTI LA GESTIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DELLA BANCA D’ITALIA 8

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  • l’andamento del colloquio;
  • l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  • le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  • il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso la Banca d’Italia in via Nazionale 91, oppure a distanza, con modalità telematiche, nel mese di novembre 2022.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4Progetto 5Progetto 6Progetto 7

ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà, sugli stabili all’occorrenza individuati, l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • lettura degli strumenti urbanistici, della pianificazione di paesaggio, degli atti di tutela per l’analisi preliminare della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi architettonici (diretti ed indiretti) per la definizione geometrica, dimensionale, materica, ecc.;
  • analisi architettoniche (strutturali, statiche, compositive, distributivo-funzionali, linguistiche, propriamente specifiche, anagrafica del ciclo di vita, documentazione degli interventi, ecc.) e conoscitive del degrado (individuazione, rilievo e documentazione dei difetti, dissesti delle strutture e degrado dei materiali, delle loro cause intrinseche ed estrinseche);
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • ricerche di archivio, anche presso Enti pubblici e Istituti, di atti e documentazione tecnica;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • ricerca di soluzioni per il superamento delle barriere architettoniche e approfondimento delle tecniche di efficientamento energetico di edifici storici;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

Il tirocinante potrebbe effettuare sopralluoghi anche presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Immobili, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • capacità di lettura integrata degli strumenti di pianificazione, conoscenza della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • dimestichezza nell’esecuzione di mappature fotografiche, nella restituzione del rilievo, nella redazione delle mappature del degrado, nell’individuazione delle indagini diagnostiche e delle tecniche di intervento da adottare;
  • capacità di predisporre gli atti e gli elaborati per la presentazione delle istanze di nulla osta, pareri e permessi;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura; laurea magistrale in Ingegneria e tecniche del costruire.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office.

ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • analisi strutturale e progettazione di interventi su edifici esistenti;
  • rilievi strutturali e definizione dei piani di indagini e prove;
  • diagnosi e monitoraggio strutturale;
  • sicurezza sismica degli elementi non strutturali;
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’Ufficio di direzione lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

Il tirocinante potrebbe effettuare sopralluoghi anche presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Immobili, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • competenza nell’individuazione di idonee soluzioni progettuali per la realizzazione di interventi strutturali;
  • dimestichezza nell’analisi strutturale, nella definizione dei piani di indagine e prove, nella diagnosi e nel monitoraggio strutturale;
  • capacità di elaborazione di un computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e dei documenti di programmazione dei lavori, anche attraverso l’utilizzo di software dedicati;
  • conoscenza delle principali modalità operative di un Ufficio di direzione dei lavori;
  • conoscenza teorica e pratica degli iter autorizzativi necessari all’ottenimento dei permessi esterni per la realizzazione dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria civile.

Conoscenze richieste:

conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare programmi di calcolo strutturale, AUTOCAD e pacchetto Office.

ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali, a reddito e della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi di riqualificazione integrale e/o parziale degli edifici e degli impianti, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Gli impianti a servizio degli edifici dell’Istituto riguardano i seguenti ambiti: il riscaldamento ed il condizionamento dell’aria, l’idrico-sanitario, l’antincendio, l’energia elettrica (media e bassa tensione) e la fonia-dati (cablaggio strutturato), la “building automation”. L’obiettivo principale nella riqualificazione degli impianti è la conformità alle normative vigenti, all’efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale, al raggiungimento dei migliori standard per il benessere (termoigrometrico, visivo ed acustico) e la sicurezza del luogo di lavoro, oltre il mantenimento della continuità operativa e all’abbattimento delle barriere architettoniche in linea con i principi di responsabilità sociale dell’Istituto.

Il tirocinante potrà seguire, sugli stabili all’occorrenza individuati, qualsiasi parte del processo, dallo studio di fattibilità al collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione impiantistica, integrata con l’architettonica e la strutturale, di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, di manutenzione straordinaria degli edifici;
  • analisi preliminari della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi degli impianti esistenti propedeutici allo studio di fattibilità e/o al progetto dell’intervento;
  • calcoli termici estivi e invernali, diagnosi energetiche;
  • calcoli elettrici e verifiche dell’andamento dei consumi elettrici;
  • dimensionamento degli impianti tecnologici;
  • iter per l’ottenimento dei titoli autorizzativi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

Il tirocinante potrebbe effettuare sopralluoghi anche presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Immobili, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • conoscenza delle procedure per la denuncia e l’omologazione dei nuovi impianti e delle relative verifiche periodiche;
  • della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di collaudo e della documentazione tecnica per la certificazione degli impianti.

 Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office; programmi di calcolo termotecnico ed elettrico; costituirà titolo preferenziale la conoscenza di REVIT per lo sviluppo di progetti in BIM.

ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI ELETTRONICI E SPECIALI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è in gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali, a reddito e della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi di riqualificazione integrale e/o parziale degli edifici e degli impianti, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Gli impianti elettronici e speciali a servizio degli edifici dell’Istituto riguardano i seguenti ambiti: impianti di rilevazione incendi, di spegnimento automatico, di evacuazione, antintrusione e di videosorveglianza e citofonia digitale.

L’obiettivo principale della riqualificazione degli impianti è la conformità alle normative vigenti, la sicurezza sui luoghi di lavoro, il mantenimento della continuità operativa ed il raggiungimento dei migliori standard prestazionali.

Il tirocinante potrà seguire, sugli stabili all’occorrenza individuati, qualsiasi parte del processo, dallo studio di fattibilità al collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione degli impianti speciali, integrata con la progettazione architettonica, strutturale e degli impianti tecnologici, di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e di manutenzione straordinaria degli edifici;
  • analisi preliminari della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione degli impianti elettronici e speciali;
  • rilievi degli impianti esistenti propedeutici alla progettazione degli interventi;
  • dimensionamento degli impianti;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione dei lavori;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

Il tirocinante potrebbe effettuare sopralluoghi anche presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Immobili, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenze nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli impianti connessi agli uffici e agli altri spazi relativi all’attività lavorativa;
  • conoscenza delle procedure per la denuncia e l’omologazione dei nuovi impianti e delle relative verifiche periodiche;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di collaudo e della documentazione tecnica per la certificazione degli impianti.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria elettronica.

Conoscenze richieste:

Conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office.

ATTIVITA’ INERENTI ALLA PROGRAMMAZIONE E AL MONITORAGGIO DELLO STATO DI AVANZAMENTO DELLE INIZIATIVE E DELLE RISORSE FINANZIARIE RIGUARDANTI LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO

Il patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è costituito da edifici dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e del controllo dello stato di avanzamento degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo/finanziario e della regolarità del collaudo.

La manutenzione degli edifici soggiace a un’articolata attività di programmazione che si si dispiega in un ampio arco temporale e coinvolge una molteplicità di “attori”, a livello di Amministrazione Centrale e di rete territoriale della Banca, allo scopo di arrivare alla definizione di una pianificazione “sostenibile”, in termini di risorse umane, organizzative e finanziarie, in coerenza con il quadro normativo di riferimento esterno e interno. Tutte le attività pianificate vengono sottoposte a monitoraggio per verificarne lo stato di avanzamento apportando, laddove necessario, i necessari correttivi da parte della Direzione del Servizio sulla base dei report che periodicamente gli vengono sottoposti.

Il tirocinante potrà seguire qualsiasi parte del processo, dalla rilevazione delle esigenze alla predisposizione dei documenti di pianificazione, dal monitoraggio delle attività alla gestione del budget finanziario assegnato.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione dei documenti ufficiali di pianificazione;
  • predisposizione del programma triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici, provvedendo ai relativi obblighi di pubblicità;
  • rilevazione delle esigenze relative alle procedure d’acquisto e segnalazione al Global Buyer ai fini dell’elaborazione e del monitoraggio del piano degli acquisti;
  • gestione delle scadenze dei contratti in essere;
  • elaborazione delle istruzioni e dei criteri per la definizione dei programmi di manutenzione degli edifici della Banca;
  • coordinamento in tema di programmazione degli interventi;
  • acquisizione studi di fattibilità dei progetti da pianificare e, in relazione alle decisioni assunte, adempimenti per lo sviluppo delle relative iniziative;
  • analisi delle procedure operative e collaborazione nella predisposizione degli schemi-tipo relativi alle attività standardizzabili;
  • formalizzazione degli incarichi professionali ai dipendenti previsti dalla normativa interna ed esterna di riferimento;
  • monitoraggio delle iniziative di spesa pianificate;
  • predisposizione di report per la Direzione;
  • predisposizione del bilancio di previsione, monitoraggio dello sviluppo degli interventi e redazione del consuntivo annuale degli impegni di spesa.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Immobili, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione dei documenti ufficiali necessari all’approvazione delle iniziative pianificate;
  • conoscenza del processo di programmazione delle attività connesse con la gestione del patrimonio immobiliare;
  • conoscenza della normativa di settore che disciplina la programmazione delle attività di lavori e di acquisizione di beni e servizi;
  • competenze nell’analisi dei processi e nell’individuazione delle soluzioni organizzative volte a renderli più efficienti;
  • competenze nel supporto al Project Manager nelle sue attività di gestione e controllo;
  • dimestichezza nella redazione dei report connessi con il controllo di gestione;
  • conoscenza delle modalità con le quali implementare le azioni correttive nello sviluppo delle attività pianificate;
  • competenze nella formazione, nella gestione in itinere e nella consuntivazione del budget;
  • conoscenze nella gestione delle scadenze dei contratti e nella predisposizione delle attività volte al loro rinnovo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria gestionale.

Conoscenze richieste:

conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare pacchetto Office.

ATTIVITÀ DI ANALISI E RICERCA FINALIZZATA ALLE ATTIVITA’ DI PROCUREMENT DELL’ISTITUTO

Per l’affidamento degli appalti per l’esecuzione di lavori e l’acquisto di beni e servizi necessari per lo svolgimento dei propri compiti, la Banca applica le disposizioni di cui al D.lgs. n. 50/2016 – Codice dei contratti pubblici.

Dal 2013 la Banca d’Italia ha istituito al proprio interno una centrale unica di committenza (Servizio Appalti). Tale scelta organizzativa, alla quale ha fatto seguito il conseguimento della certificazione di qualità aziendale secondo lo standard UNI EN ISO 9001:2015, è in linea con il nuovo sistema degli appalti pubblici incentrato sulla qualificazione delle stazioni appaltanti in base alla loro professionalità e capacità organizzativa.

Le procedure di selezione vengono svolte attraverso un portale telematico, operativo dal 2014. Tale strumento consente di innalzare i livelli di sicurezza, efficienza ed efficacia di tutto il processo connesso con l’espletamento delle procedure. Il portale, inoltre, assicura la tracciabilità di tutte le operazioni connesse con la procedura, ivi incluse le comunicazioni di legge con gli operatori di mercato.

In tale ambito, il tirocinante potrà collaborare allo svolgimento delle procedure disciplinate dal Codice dei contratti pubblici, dalla progettazione alla stipula del contratto, seguendo tutte le fasi intermedie della procedura (predisposizione e pubblicazione dei documenti di gara, analisi delle offerte amministrative ai fini dell’ammissibilità dei concorrenti, analisi delle offerte tecniche ed economiche, verifiche di congruità, predisposizione di provvedimenti di aggiudicazione, predisposizione degli atti ai fini delle verifiche di legittimità da parte degli Organi competenti, esecuzione).

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Appalti, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio.

Competenze teorico-pratiche in materia di procurement pubblico per lavori, servizi e forniture, tra le quali:

  • redigere un bando, un disciplinare di gara e uno schema di contratto, predisporre una determina a contrarre, un verbale di gara o un provvedimento di aggiudicazione, provvedere alle pubblicazioni previste dalla legge;
  • elaborare criteri di valutazione nelle gare da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e valutare le offerte tecniche presentate in gare di lavori, servizi e forniture;
  • condurre la valutazione di congruità di un’offerta anormalmente bassa sulla base delle conoscenze tecniche, giuridiche ed economiche possedute;
  • elaborare documenti di analisi e di approfondimento giuridico proponendo criticamente soluzioni a casi concreti che si verificano nel corso delle procedure di gara.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste:

  • conoscenze giuridiche relative alle attività connesse con il procurement pubblico; in particolare, diritto amministrativo, diritto civile, diritto commerciale, oltre alla normativa specifica in materia di appalti;
  • conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel).

ATTIVITÀ CONCERNENTI LA GESTIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DELLA BANCA D’ITALIA

La Banca d’Italia possiede un patrimonio artistico formato da opere appartenenti a diversi periodi, sottoposte a tutela storica e artistica, collocate in tutto il territorio nazionale. Il Servizio Logistica e servizi della Banca d’Italia cura la gestione e la tutela delle opere, gli studi sulla collezione, compreso l’aggiornamento delle schede di catalogazione, provvede all’ottimale collocazione delle opere, promuove e segue le iniziative di valorizzazione.

Il tirocinante contribuirà alle diverse fasi concernenti le attività di gestione, tutela e valorizzazione, seguendone le fasi propedeutiche e realizzative; svolgerà inoltre ricerche approfondite per documentare e interpretare le opere nel contesto storico-artistico e critico.

In particolare, il lavoro potrà focalizzarsi su uno o più dei seguenti argomenti:

  • supporto ai progetti di valorizzazione mediante, ad esempio, redazione di note storico-artistiche sulle opere/autori per la pubblicazione nella intranet e/o nel sito internet della Banca e per la realizzazione di pannelli espositivi o brochure per i visitatori;
  • supporto all’elaborazione di note illustrative concernenti le iniziative di valorizzazione in corso o in fase di progettazione;
  • analisi della documentazione (acquisizione, prestiti, documentazione degli eventuali restauri, bibliografia, etc.);
  • redazione delle schede di catalogazione per le opere non ancora catalogate e aggiornamento delle schede già esistenti.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso Servizio Logistica e servizi, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza dell’iter teorico-pratico concernente le iniziative di valorizzazione dell’Istituto;
  • conoscenza dell’iter teorico-pratico per l’acquisizione del nulla osta da parte della Soprintendenza per i restauri, gli spostamenti, i prestiti;
  • conoscenza dei princìpi sulla corretta collocazione delle opere, in considerazione delle loro caratteristiche;
  • capacità di redigere schede di catalogazione e di curarne l’aggiornamento alla luce degli interventi conservativi e di valorizzazione intervenuti nel tempo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Storia dell’Arte.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel);
  • a titolo preferenziale: conoscenza di strumenti di grafica (ad es. Adobe Photoshop)

Ferrari GT Engineering and Manufacturing Academy 2023

:: ENGLISH INFO HERE

La Ferrari GT Academy si rivolge ai migliori ingegneri (laureandi e laureati magistrali).

L’obiettivo è quello di dare il benvenuto ai migliori neo-laureati o laureandi magistrali (che conseguiranno la laurea entro Gennaio 2023) in ingegneria (meccanica, elettronica, elettrica, dei materiali, aerospaziale, gestionale, industriale etc.).

Gli studenti selezionati, verranno inseriti in un programma di internship della durata di 6 mesi che partirà all’inizio del 2023.

Il processo di selezione avrà inizio da ora (Ottobre) e terminerà a inizio Dicembre 2022, i cui requisiti per accedere sono:

  • Conseguimento del Titolo di Laurea Magistrale/PhD nei precedenti 6 mesi oppure entro Gennaio 2023;
  • Conseguimento del titolo di Laurea Magistrale/PhD, con eccellenti voti (idealmente dal 105 al 110L);
  • Ottimo livello di inglese (B2), un’altra lingua costituirà un plus;
  • Precedente esperienza di stage (in campo automotive/innovation/digital-solutions costituirà un plus);
  • Precedente esperienza di stage/studio all’estero.

Read more

• Banca d’Italia (Dipartimento di Economia e Statistica) – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento di Economia e Statistica e il Servizio Tesoreria dello Stato ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 13 settembre 2022

Scadenza: 29 settembre 2022

Tipo di Laurea (magistrale): indicato nei progetti sotto

Obiettivi e contenuti

Le diverse iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Economia e Statistica e il Servizio Tesoreria dello Stato della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 9 tirocini si svolgeranno presso le sedi in Roma del Dipartimento Economia e Statistica e del Servizio Tesoreria dello Stato della Banca d’Italia.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate, presumibilmente, a partire dal mese di novembre 2022, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero medio di 6 ore (tendenzialmente non inferiore alle 30 ore settimanali).

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature (nati dal 30 settembre 1994 in poi)..

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto “BDI Economia e Statistica 2022”), a partire dal 13 settembre ed entro il 29 settembre, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà, con riferimento a ciascuna proposta di Tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia le seguenti candidature:

  1. per il Dipartimento Economia e Statistica n. 4 candidature per ciascuno dei profili dal n.1 al n. 3;
  2. per il Servizio Tesoreria dello Stato n. 4 candidature per i profili nn. 4, 6, 7 e 8 e n.8 candidature per il profilo n. 5.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso la Banca d’Italia in via Nazionale 91, oppure a distanza, con modalità telematiche, nel mese di ottobre 2022.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4Progetto 5Progetto 6Progetto 7Progetto 8

STIMA DELLA FIDUCIA RETAIL NEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO ATTRAVERSO L’ANALISI DI NEWS E SOCIAL MEDIA

Il progetto si propone di stimare la fiducia delle famiglie nel sistema bancario italiano attraverso l’uso di news e di dati ricavati dai social.

L’obiettivo finale del lavoro è calcolare indicatori di fiducia delle famiglie nelle banche utilizzando i dati di Factiva e Twitter, studiandone le serie storiche e le proprietà temporali per un campione di banche italiane. L’analisi coprirebbe diversi anni e si propone di validare gli indicatori confrontandoli con le informazioni effettive su flussi e tassi sui depositi delle famiglie.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Analisi quantitative per la stabilità finanziaria del Servizio Stabilità finanziaria, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • familiarità con le basi dati di Twitter e di Factiva;
  • familiarità con alcune tematiche di finanza e economia comportamentale;
  • familiarità con lo sviluppo di modelli che usano (anche) dati testuali per fare previsioni di fenomeni economici.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Fisica, Matematica pura e applicata, ICT and Internet Engineering, Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Informatica, Economics, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Finance and Banking.

Conoscenze richieste:

  • padronanza della lingua inglese, parlata e scritta
  • conoscenza dei linguaggi R e Python;
  • conoscenza delle tecniche principali di analisi testuale;
  • conoscenze dei metodi di analisi dei dati panel e delle serie storiche (a titolo preferenziale);
  • nozioni base di economia e finanza (a titolo preferenziale).

INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI, ELUSIONE FISCALE E REGOLAMENTARE

Il progetto si propone di ricostruire i flussi di investimenti diretti esteri sulla base della nazionalità piuttosto che sulla residenza, come invece riportato dalle statistiche ufficiali.

La ricerca utilizzerebbe la base dati ORBIS. Inizialmente, si estrarrebbero informazioni riguardanti i valori degli investimenti ricevuti da una determinata impresa, la quota di controllo dell’investitore e la sua residenza. Quindi, si identificherebbero gli investitori ritenuti società veicolo – tipicamente quelle con un numero esiguo di occupati ma allo stesso tempo uno sproporzionato rapporto tra valore degli attivi e numero di occupati – e si eliminerebbero dal computo, in modo da scorporare gli investimenti meramente dovuti a pratiche di elusione fiscale e/o regolamentare. Infine, si utilizzerebbe l’informazione relativa alla quota di investimento dell’investitore ultimo, comparandola con quella relativa all’investitore immediato, ottenendo successivamente stime di investimenti diretti esteri classificati in base all’investitore ultimo.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Economie avanzate e finanza internazionale del Servizio Economia e relazioni internazionali, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • familiarità con le tematiche relative alle distorsioni nelle statistiche ufficiali dovute a pratiche di elusione fiscale e regolamentare;
  • comprensione dello stato dell’arte della relativa letteratura accademica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Matematica pura e applicata, Economics, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari.

Conoscenze richieste:

  • padronanza della lingua inglese, parlata e scritta
  • dimestichezza nell’utilizzo della base dati ORBIS;
  • conoscenza di almeno uno dei pacchetti statistici Stata o MATLAB;
  • nozioni di finanza internazionale.

PROPAGAZIONE DEGLI SHOCK CLIMATICI E DI ALTRA NATURA NEI NETWORK INTERNAZIONALI DI PRODUZIONE

Il progetto si propone di studiare la propagazione degli shock climatici o di altra natura (es. politiche commerciali e macroeconomiche, pandemia, tensioni geopolitiche, ecc.) e il loro effetto nei network internazionali di produzione.

La ricerca sfrutterebbe una base dati con informazioni dettagliate sulle transazioni commerciali delle imprese italiane con le controparti estere. Tali informazioni, unitamente a quelle sugli shock, verrebbero messe in relazione con le scelte di fornitura e internazionalizzazione delle imprese italiane.

La base dati sarebbe utilizzata per valutare l’impatto degli shock sul portafoglio dei fornitori delle imprese italiane, in termine di composizione (es., numero di fornitori, localizzazione, distanza).

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Economie emergenti e commercio mondiale del Servizio Economia e relazioni internazionali, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • familiarità con i temi di economia internazionale, la competizione tra imprese e le loro strategie, le catene globali del valore, le reti economiche e sociali, gli effetti dei cambiamenti climatici sull’attività di impresa.;
  • familiarità con le principali basi dati di impresa e, in particolare, quelli sulle transazioni commerciali delle imprese italiane con l’estero;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Matematica pura e applicata, Economics, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari.

Conoscenze richieste:

  • padronanza della lingua inglese, parlata e scritta
  • conoscenza di STATA;
  • conoscenza di metodi per l’analisi di dati panel;
  • conoscenza di Python e Spark (a titolo preferenziale).

GESTIONE DI ATTIVITÀ AMMINISTRATIVE SU REGISTRI DISTRIBUITI

La Banca d’Italia, nell’ambito della funzione di Tesoreria statale, gestisce i crediti documentari per le operazioni di compravendita internazionale delle pubbliche amministrazioni centrali. Il credito documentario è un’operazione bancaria, utilizzata per il regolamento di transazioni interne e internazionali, nel quale una banca si fa garante del pagamento nei confronti del venditore a fronte della consegna, da parte del venditore stesso, dei documenti a comprova della corretta esecuzione della prestazione. La presenza di un intermediario bancario consente quindi di ridurre i rischi sottesi alle transazioni commerciali. L’acquirente, infatti, è tutelato in quanto il pagamento è subordinato all’esito positivo del controllo documentale effettuato dalla banca; il venditore, a sua volta, è garantito dal rischio di mancato incasso del prezzo concordato, in virtù dell’impegno a pagare assunto dalla banca stessa.

Le attività amministrative collegate al credito documentario possono essere oggetto di applicazione di una tecnologia a registro distribuito (Distributed Ledger Technologies, DLT). Le DLT automatizzano sia la verifica sia la trasmissione dei documenti, aumentando il livello di sicurezza e trasparenza del rapporto contrattuale, riducendo le potenziali controversie tra le parti. Inoltre, la digitalizzazione dei processi amministrativi riduce gli oneri operativi e aumenta i presidi di sicurezza.

In tale ambito, il tirocinante con competenze informatiche/ingegneristiche effettuerà le analisi finalizzate:

  • alla definizione di un modello teorico di registro distribuito in grado di essere applicato alla gestione del credito documentario;
  • all’individuazione di modalità per l’implementazione di tale tecnologia, valutando lo sviluppo in-house dell’applicazione oppure l’adozione di soluzioni già disponibili sul mercato;
  • alle attività di comunicazione con gli stakeholder interessati dall’innovazione.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso il Servizio Tesoreria dello Stato, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza in merito all’utilizzo e funzionamento delle tecnologie a registri distribuiti;
  • capacità di produrre valutazioni economiche sull’applicabilità di tecnologie innovative a processi di lavoro della Banca;
  • capacità di lavorare in un progetto complesso che coinvolge una pluralità di attori istituzionali.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Informatica.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza degli strumenti concettuali per l’analisi dei processi;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

LETTURA AUTOMATIZZATA DEGLI ATTI DELLE PROCEDURE ESECUTIVE

La Banca d’Italia gestisce i pignoramenti contro soggetti pubblici e privati, che le vengono notificati in qualità di terzo pignorato. Il pignoramento presso terzi è una delle modalità con cui il creditore può, a norma del codice di procedura civile, soddisfarsi forzosamente, aggredendo i crediti del proprio debitore. Con il pignoramento il creditore si rivolge al terzo (tipicamente una banca) che detiene i fondi del debitore inadempiente al fine di potersi soddisfare sui medesimi, avviando un’azione esecutiva. L’azione prevede la notifica al terzo di un atto di pignoramento, con il quale gli si ingiunge di accantonare un determinato importo a valere sui fondi del debitore. L’azione si conclude, di regola, con l’emanazione dell’ordinanza di assegnazione con la quale il Giudice dell’Esecuzione assegna le somme al creditore procedente, ordinando al terzo la liquidazione e il pagamento.

Alla Banca d’Italia sono notificati, in qualità di terzo pignorato, atti di pignoramento presso terzi in danno delle amministrazioni che detengono i propri fondi presso la Tesoreria statale. A questi si aggiungono i pignoramenti in danno di privati creditori delle amministrazioni e nei confronti delle banche titolari di conti di gestione presso la Banca d’Italia.

Visto l’elevato numero di atti notificati e tenuto conto dei potenziali vantaggi sistemici derivanti dall’automazione dei processi, la Banca d’Italia sta valutando, congiuntamente anche con gli interlocutori istituzionali interessati, possibili iniziative per l’efficientamento della gestione dei pignoramenti, attraverso l’impiego di strumenti informatici.

In tale ambito, due tirocinanti (uno con competenze giuridiche e uno con competenze informatiche/ingegneristiche) collaboreranno congiuntamente alle analisi dirette:

  • alla realizzazione di un modello di atto di pignoramento presso terzi “standardizzato”, che contenga le informazioni giuridicamente rilevanti;
  • alla predisposizione di uno strumento informatico per la lettura automatizzata dell’atto giudiziale standardizzato (atti di pignoramento e ordinanza di assegnazione), l’estrazione delle informazioni rilevanti e l’alimentazione degli applicativi interni alla Banca.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Innovazione nei pagamenti pubblici e analisi normativa del Servizio Tesoreria dello Stato, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di analizzare le opportunità offerte dalla lettura automatizzata degli atti delle procedure esecutive e di realizzare strumenti informatici dedicati;
  • capacità di approfondire il ruolo del terzo pignorato nelle procedure esecutive e di conoscere le caratteristiche del contenzioso che coinvolge le Pubbliche Amministrazioni;
  • capacità di lavorare in un progetto complesso che coinvolge una pluralità di attori istituzionali.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Informatica, Giurisprudenza.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza degli strumenti informatici per la lettura e l’estrazione di informazioni dai documenti;
  • conoscenza in materia di procedure esecutive;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

EVOLUZIONE DEI SERVIZI ON-LINE OFFERTI AGLI ENTI PUBBLICI E ALL’UTENZA ISTITUZIONALE E strategie di COMUNICAZIONE DIGITALE

La Banca d’Italia, nell’ambito del servizio di Tesoreria per conto dello Stato, effettua gli incassi ed esegue le disposizioni di pagamento e rendiconta le operazioni svolte al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ragioneria Generale dello Stato e alle amministrazioni statali.

Nell’ambito del servizio di Tesoreria la Banca si avvale di un portale per la rendicontazione delle movimentazioni dei flussi finanziari afferenti agli enti pubblici dei quali detiene le disponibilità.

Il tirocinante collaborerà alla progettazione di un nuovo portale di tesoreria finalizzato a migliorare il servizio offerto agli utenti. Il lavoro di studio della nuova infrastruttura sarà anche orientato a valutare la possibilità di realizzare ulteriori funzionalità che consentano di utilizzare il portale a beneficio di un’utenza istituzionale pubblica più vasta e diversificata rispetto a quella attuale.

Il progetto comprende la realizzazione di una proposta per migliorare la comunicazione digitale del servizio offerto, anche attraverso la progettazione di una pagina web dedicata.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Conti delle Amministrazioni statali e degli Enti pubblici del Servizio Tesoreria dello Stato, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di lavorare in gruppo;
  • capacità di individuare e codificare le esigenze dei “clienti” istituzionali ai fini della progettazione e del miglioramento dei servizi offerti;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico per la lettura e l’interpretazione di prospetti contabili concernenti la finanza pubblica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Economics, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze di elementi di contabilità pubblica;
  • conoscenza di elementi di comunicazione digitale;
  • conoscenza di elementi di web design;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

INDIVIDUAZIONE E DESCRIZIONE DEI FATTORI CHE CONTRIBUISCONO ALLA VARIAZIONE DEL LIVELLO DELLA COMPLIANCE FISCALE

La Banca d’Italia in qualità di tesoriere dello Stato incassa le entrate ed esegue i pagamenti di Amministrazioni statali ed enti pubblici e detiene, presso propri conti, la liquidità del Tesoro. Per supportare le scelte di gestione della liquidità del Tesoro, la Banca fornisce al Ministero dell’Economia e delle Finanze informazioni previsionali e dati di consuntivo sui flussi finanziari giornalieri che determinano variazioni della liquidità.

Con l’obiettivo di contribuire all’accuratezza delle previsioni delle entrate fiscali incassate in Tesoreria, il tirocinante collaborerà ai progetti di ricerca finalizzati a individuare e descrivere i diversi fattori che concorrono alla variazione del livello della compliance fiscale per le principali imposte su consumi, redditi e produzione e allo sviluppo di una metodologia per stimare la sua evoluzione.

Il lavoro svolto fornirà indicazioni utili per l’attività di previsione delle entrate fiscali sulla base del contesto economico e del quadro normativo e darà al tirocinante la possibilità di mettere in pratica le conoscenze teoriche acquisite durante il percorso di studi.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Analisi del fabbisogno e della liquidità del Tesoro del Servizio Tesoreria dello Stato, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di analisi, elaborazione e gestione dei dati sugli incassi fiscali;
  • capacità di lavorare su progetti di ricerca in autonomia e nell’ambito di team di lavoro;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro strutturato.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Economics, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Business administration,  Fisica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di elementi di analisi dei dati in serie storica;
  • conoscenza di software statistico-econometrici (es.: SAS, R, Eviews, linguaggio Python);
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza del funzionamento del sistema tributario italiano e dei principali aggregati di finanza pubblica;

conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

OTTIMIZZAZIONE DEL PROCESSO DI GESTIONE DEGLI ATTI DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI IN DANNO DI SOGGETTI PRIVATI

In base a quanto previsto dal codice di procedura civile, le ragioni creditorie possono essere soddisfatte, tra l’altro, aggredendo i crediti che il debitore vanta nei confronti di soggetti terzi. In tale ambito, la Banca d’Italia gestisce, in qualità di terzo pignorato, i pignoramenti giudiziali e stragiudiziali, promossi in danno di soggetti privati (persone fisiche o giuridiche), tra cui anche gli intermediari (banche e Poste) che sono titolari di conti di gestione e le imprese fornitrici di beni e servizi.

Al fine di individuare possibili margini per ottimizzare la gestione dei pignoramenti trattati, viene avviato un progetto di tirocinio formativo per un neolaureato con competenze giuridiche.

Il tirocinante, dopo un periodo di affiancamento agli addetti dell’unità preposta alla gestione di tali attività, acquisirà le conoscenze di base del processo di lavorazione degli atti di pignoramento e provvederà a redigere un documento di sintesi contenente linee guida per la gestione delle diverse fasi di processo, corredato dalla descrizione delle relative operazioni (amministrative e contabili). In tale ambito, il tirocinante individuerà possibili linee per ottimizzare le diverse fasi di lavorazione dei pignoramenti.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Atti Impeditivi contro privati del Servizio Tesoreria dello Stato, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di approfondire il ruolo del terzo pignorato nelle procedure esecutive e di conoscere le caratteristiche del contenzioso che coinvolge soggetti privati;
  • capacità di lavorare in un progetto complesso che coinvolge una pluralità di soggetti.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Giurisprudenza.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza in materia di procedure esecutive;
  • conoscenza dei prodotti informatici di Office.

Bando per Tirocini Formativi ex. L. 98/2013 presso Tribunale di Sorveglianza di Roma – settembre 2022

Il Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma rende noto che è stato indetto il bando per una procedura selettiva pubblica, per titoli, per la formazione di una graduatoria per lo svolgimento di tirocini formativi presso il Tribunale di Sorveglianza di Roma e gli Uffici di Sorveglianza di Frosinone e di Viterbo.

Tale bando è rivolto ai laureati in Giurisprudenza all’esito di un corso di durata almeno quadriennale in possesso dei seguenti ulteriori requisiti:

  1. onorabilità ex art. 42 ter, secondo comma, lettera g) del regio decreto 30 gennaio 1941 n.12;
  2. media uguale o superiore ai 27/30 nei seguenti esami: diritto costituzionale, diritto privato, diritto processuale civile, diritto commerciale, diritto penale, diritto processuale penale, diritto del avoro e diritto amministrativo ovvero un punteggio di laurea non inferiore a 105/110;
  3. età anagrafica inferiore ai 30 anni.

La scadenza è fissata per il 20/09/2022.

I dettagli sono riportati nel bando allegato.


• Banca d’Italia – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 12 luglio 2022

Scadenza: 28 luglio 2022

Tipo di Laurea (magistrale): indicato nei progetti sotto

Obiettivi e contenuti

Le diverse iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 14 tirocini si svolgeranno presso le sedi in Roma del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate, presumibilmente, a partire dal mese di settembre 2022, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero medio di 6 ore (tendenzialmente non inferiore alle 30 ore settimanali).

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature (nati dal 29 luglio 1994 in poi).

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto “BDI VBF 2022”), a partire dal 12 luglio 2022 ed entro il 28 luglio 2022, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università provvederà, con riferimento a ciascuna proposta di Tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia un numero di candidature – per proposta di tirocinio – pari a quello indicato nella seguente tabella.

Proposte tirocini N° massimo candidature per proposta di tirocinio
Proposta 1 – PROGETTO DI RICERCA SUL RISCHIO IT E CYBER NEL SISTEMA FINANZIARIO 4
Proposta 2 – ANALISI DEI NUOVI MODELLI OPERATIVI (FINTECH) E DELLE TENDENZE INNOVATIVE CHE CARATTERIZZANO IL MERCATO ITALIANO (C.D. INNOVAZIONE TECNICO-FINANZIARIA) 8
Proposta 3 – ANALISI TECNICA DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM 16
Proposta 4 – ANALISI DEI PROFILI DI GOVERNO E CONTROLLO DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM 16
Proposta 5 – APPROFONDIMENTI TRASVERSALI SUI PROFILI IT DEGLI INTERMEDIARI LSI VIGILATI 12

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  • l’andamento del colloquio;
  • l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  • le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  • il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, Via Nazionale 91, oppure a distanza, con modalità telematiche, nel mese di settembre 2022.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4Progetto 5

PROGETTO DI RICERCA SUL RISCHIO IT E CYBER NEL SISTEMA FINANZIARIO

 

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento.

Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT. Ciò anche alla luce dell’evoluzione della regolamentazione, nazionale ed internazionale (ad es. il Digital Finance Package della Commissione europea).

Il tirocinante curerà un approfondimento volto ad identificare le normative nazionali e internazionali di maggiore rilievo per il sistema finanziario e per gli intermediari vigilati relative al rischio IT e Cyber; ciò al fine di valutarne gli impatti per l’attività di Vigilanza e supportare lo sviluppo di indirizzi di policy. Tra le attività da svolgere durante il tirocinio rientrerà quindi la rassegna della regolamentazione nazionale e internazionale (EU, principali giurisdizioni EU, principali giurisdizione extra-europee ad es. USA e UK) in materia di rischio IT e cyber.

Nella propria attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Supporto statistico e informatico del Servizio Rapporti istituzionali di Vigilanza, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite alla fine del tirocinio:

  • capacità di ricerca economica in materie innovative potenzialmente finalizzate al supporto di decisioni e/o linee di policy, in un contesto altamente professionale;
  • comprensione dell’ecosistema finanziario e dell’innovazione, con particolare riferimento alle relazioni tra i vari players;
  • comprensione della normativa del settore bancario e cross-settoriale con riferimento al rischio IT e Cyber
  • capacità di utilizzo delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Economia e Management, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari – CLEMIF, Business administration, Economics, Finance and banking, Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

ANALISI DEI NUOVI MODELLI OPERATIVI (FINTECH) E DELLE TENDENZE INNOVATIVE CHE CARATTERIZZANO IL MERCATO ITALIANO (C.D. INNOVAZIONE TECNICO-FINANZIARIA)

La Banca d’Italia cura, in raccordo con la BCE nei casi previsti dalla normativa europea, l’attività istruttoria per il rilascio di autorizzazioni agli intermediari nazionali ed esteri che intendono accedere al mercato bancario, finanziario e dei pagamenti. Nell’ambito di questa attività e dei connessi contatti con gli operatori, vengono anche in rilievo e sono oggetto di particolare attenzione i fenomeni legati all’innovazione tecnologica e finanziaria (“FinTech”), con l’obiettivo di sostenere l’innovazione e di adeguare le metodologie di analisi di vigilanza all’evoluzione dei rischi.

Lo svolgimento di questi compiti prevede un frequente confronto con gli operatori per l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie, l’esame della documentazione fornita e l’analisi della stessa sulla base di norme e criteri definiti dalla stessa Banca d’Italia, dal legislatore nazionale e da quello europeo. L’esame di singoli progetti contribuisce e si affianca a una più ampia attività di analisi delle tendenze di mercato nel nostro paese e degli sviluppi normativi che interessano il comparto. Ciò implica una costante collaborazione tra strutture con diverse competenze (es. supervisione, regolamentazione) e lo svolgimento di approfondimenti tematici.

Il tirocinante contribuirà alla raccolta e all’analisi di dati e informazioni, di fonte pubblica o riservata, utili ad approfondire la comprensione di nuovi modelli di business dei nuovi operatori, a inquadrare le attività in rapporto alle norme in vigore e a monitorare lo sviluppo del mercato, anche in ambito FinTech; contribuirà inoltre a predisporre approfondimenti.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso la Divisione Costituzioni banche e altri intermediari del Servizio Rapporti istituzionali di Vigilanza, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di acquisire e analizzare informazioni complesse di diversa natura, di valutarne la rilevanza rispetto al problema da risolvere e di operare una sintesi efficace;
  • capacità di applicare conoscenze maturate in ambito accademico a problemi complessi tipici del contesto professionale;
  • comprensione delle principali tendenze innovative che si affermano sul mercato bancario, finanziario e dei pagamenti e dell’impatto dei principali sviluppi normativi che interessano la finanza digitale;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Economia e Management, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari – CLEMIF, Business administration, Economics, Finance and banking, Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

ANALISI TECNICA DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sui gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili tecnici (riguardanti ad esempio l’esposizione alle diverse tipologie di rischi – credito, mercato, operativo, di interesse, liquidità – e la sostenibilità del modello di business), l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (ad esempio operazioni di fusione, cessione di rami di azienda, cartolarizzazioni, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante collaborerà alle attività di analisi tecnica sulle situazioni aziendali svolte dai JST, alla stesura dei report e alla preparazione di eventuali provvedimenti. Inoltre, sarà coinvolto nelle attività di analisi e reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso il Servizio Supervisione Bancaria 1, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Economia e Management, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari – CLEMIF, Business administration, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

ANALISI DEI PROFILI DI GOVERNO E CONTROLLO DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sui gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili, l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (ad esempio modifiche statutarie, ricambio degli organi di governo e controllo, operazioni societarie, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante contribuirà: alle attività di analisi sulle situazioni aziendali svolte dai JST con riferimento ad aspetti quali la governance interna, il sistema e le funzioni di controllo e di risk management, le politiche e le prassi di remunerazione; alla stesura dei report e alla preparazione delle istruttorie (ad esempio per le verifiche di idoneità degli esponenti aziendali) e dei provvedimenti; alle analisi e al reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso il Servizio Supervisione Bancaria 1, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni qualitative e quantitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo del diritto bancario e finanziario e/o commerciale e/o amministrativo;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;

conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

APPROFONDIMENTI TRASVERSALI SUI PROFILI IT DEGLI INTERMEDIARI LSI VIGILATI

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza diretta sulle banche non significative e sugli intermediari non bancari. L’attività di Vigilanza si esplica, tra l’altro, attraverso l’analisi a distanza sulla situazione complessiva degli intermediari avendo riguardo alla relativa esposizione ai rischi di natura prudenziale (Credito, Mercato e Operativo) e a quelli di liquidità, di governo e di modello di business e strategico. In quest’ambito, monitora l’innovazione tecnologica e finanziaria avendo attenzione al mercato di riferimento del singolo intermediario ed assicura parità di trattamento attraverso analisi trasversali e di benchmarking.

Nell’attuale contesto di rapida trasformazione digitale, il tirocinante collaborerà nell’analisi e valutazione dei rischi IT e di sicurezza informatica degli intermediari vigilati, con particolare riferimento ai i) profili connessi alla IT security risk, IT availability and continuity risk, IT change risk, IT outsourcing risk, IT data integrity risk, ii) alla governance e ai controlli posti in essere dagli intermediari con riferimento al rischio IT, iii) alle iniziative di trasformazione digitale delle banche, anche per quanto riguarda l’implementazione delle tecnologie emergenti (per es. Cloud, DLT, AI/ML, Open banking, High performance e quantum computing).

I compiti potranno altresì riguardare l’analisi di proposte normative di organismi europei e internazionali (EBA, Commissione europea, Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria, altre autorità nell’ambito del G20), la stesura di documenti metodologici e la conduzione di specifici approfondimenti tecnici.

Il tirocinio, con finalità formative, sarà svolto presso il Servizio Supervisione Bancaria 2, in team e sotto la costante guida di un tutor della Banca d’Italia.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • Conoscenza della regolamentazione di vigilanza in materia di sistemi informativi e di valutazione del rischio informatico;
  • Conoscenza dell’esposizione al rischio IT e delle modalità di presidio IT da parte delle banche vigilate;
  • Conoscenza delle modalità di implementazione delle principali tecnologie emergenti da parte degli intermediari;
  • Capacità di analizzare ed elaborare le informazioni quantitative e qualitative fornite periodicamente dagli intermediari;
  • Capacità di presentare i risultati delle analisi e delle valutazioni in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • Capacità di lavorare in un gruppo dinamico;
  • Capacità di garantire coordinamento con altre strutture operative.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • Laurea magistrale in Ingegneria gestionale, Ingegneria informatica.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report;

conoscenza generale delle architetture distribuite, dei protocolli Internet, delle architetture a servizi e micro-servizi, di crittografia, cybersecurity, Artificial Intelligence.

• CONSOB – Laureati magistrali in Giurisprudenza

Tirocini extracurriculari presso la Consob, nell'ambito dell'Ufficio di Segreteria Tecnica dell'Arbitro per le Controversie Finanziarie

Pubblicato il 13 giugno 2022

Scadenza: 14 luglio 2022

Tipo di Laurea: Giurisprudenza

La CONSOB ha pubblicato un avviso di selezione per tirocini extracurriculari da svolgersi presso le sedi di Roma e di Milano dell’Istituto, con profilo giuridico.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso di laurea di secondo livello specialistica ovvero magistrale a ciclo unico, conseguita successivamente al 1° gennaio 2022 con votazione non inferiore a 105/110, in giurisprudenza o altra laurea ad essa equiparata o equipollente.

L’età dei candidati – alla data di scadenza del termine per la presentazione delle candidature di cui al presente Avviso di selezione – dovrà essere inferiore ad anni 27 (quindi nascita dal 15 luglio 1995 in avanti).

Le candidature dovranno essere provviste di:

  • domanda di ammissione alla selezione alla selezione redatta sul modulo allegato;
  • curriculum vitae et studiorum, con l’indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e della conoscenza dei principali pacchetti informatici;
  • certificazione attestante gli esami sostenuti e relativa votazione;
  • abstract della tesi di laurea in non più di 400 parole;
  • copia di eventuali pubblicazioni (paper, tesine, articoli, ecc.) su materie rientranti nei settori di attività della CONSOB;
  • copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Le candidature dovranno pervenire in un unico file .pdf alla mail cv@placement.uniroma2.it, con oggetto “Tirocini CONSOBdal 13 giugno al 14 luglio 2022.

I requisiti e le modalità di partecipazione alla selezione sono riportate nell’avviso disponibile anche al seguente link (che include in calce il modulo di domanda): https://www.consob.it/web/area-pubblica/bollettino/documenti/bollettino2022/d22352.htm