• Banca d’Italia, Borse di Studio Bonaldo Stringher, Giorgio Mortara e Donato Menichella 2022/2023

Annualmente la Banca d’Italia mette a concorso borse di studio intitolate a Bonaldo Stringher, Giorgio Mortara e Donato Menichella destinate a neo-laureati che intendono perfezionare gli studi:

  • nel campo dell’economia politica e della politica economica
  • nel campo delle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all’analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione
  • nel campo delle interrelazioni tra crescita economica ed ordinamento giuridico nonché degli impatti della regolamentazione sulle attività economiche.

Termine per la presentazione delle domande tramite l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia
www.bancaditalia.it: ore 16:00 del 18 novembre 2021.

:: Maggiori info: https://www.bancaditalia.it/chi-siamo/lavorare-bi/borse-di-studio/stringher-mortara-menichella/index.html


• Banca d’Italia (Dipartimenti ECS e TEF) – Laureati magistrali in Economia, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Economia e Statistica e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 22 settembre 2021

Scadenza: 12 ottobre 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Economics, Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, Matematica Pura e Applicata

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Economia e statistica (di seguito ECS) e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria (di seguito TEF) della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso i Servizi del Dipartimento ECS (4 tirocini) in via Nazionale 91 e il Dipartimento TEF (1 tirocinio) in via del Traforo – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno una durata massima di 6 mesi e saranno avviate orientativamente nei mesi di ottobre e novembre 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it a partire dal 22 settembre 2021 ed entro il 12 ottobre 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia n. 20 candidature per il complesso dei progetti.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento ECS della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero di candidati richiesto per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Immobili della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROGETTI FORMATIVI PROPOSTI

PROGETTO N. 1 - L’INTEGRAZIONE REALE E FINANZIARIA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 2 - IL DEBITO DELLE ECONOMIE EMERGENTI NELL’ERA POST-PANDEMICA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 3 - CARATTERISTICHE DEI MANAGER E STRUTTURA FINANZIARIA DELLE IMPRESE – Dipartimento ECS - Servizio Stabilità FinanziariaPROGETTO N. 4 - L’IMPATTO REDISTRIBUTIVO DEI SERVIZI PUBBLICI IN ITALIA – Dipartimento ECS - Servizio Struttura economicaPROGETTO N. 5 – COMPETENZE FINANZIARIE E DIGITALI DEI MICROIMPRENDITORI – Dipartimento TEF - Servizio Educazione finanziaria

Il progetto si propone di analizzare il ruolo della crescente integrazione finanziaria e reale nell’alterare il grado di co-movimento tra i corsi azionari nelle principali aree del mondo.

La ricerca sfrutterebbe una banca dati da realizzare con informazioni dettagliate sul grado di diversificazione geografica e settoriale di ricavi, investimenti e attivo delle imprese quotate sulle principali piazze finanziarie mondiali. Tali informazioni, unitamente alle principali voci di bilancio di queste imprese, verrebbero messe in relazione con quelle sugli andamenti dei relativi corsi azionari.

La base dati sarebbe quindi utilizzata, da un lato per valutare l’impatto degli annunci tariffari sui corsi azionari delle imprese in funzione del loro grado di diversificazione, dall’altro per analizzare in prospettiva storica come il co-movimento degli indici azionari aggregati sia riconducibile ad un aumento dell’esposizione delle imprese all’evoluzione sui mercati esteri.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv.

Per contrastare le ricadute economiche derivanti dalla pandemia da Covid-19 e sostenere la spesa sanitaria, i governi dei paesi emergenti hanno adottato misure straordinarie sul piano fiscale. Ne è derivato un aumento significativo dell’indebitamento, cresciuto di circa 10 punti percentuali tra il 2019 e il 2020. Elevati livelli di indebitamento pubblico, necessità di rifinanziamento – anche in valuta – a breve medio termine, esposizione alle condizioni finanziarie delle principali economie avanzate e al ciclo delle commodity sono fattori in grado di amplificare le fragilità finanziarie dei paesi meno sviluppati nel periodo post Covid.

Lo scopo del progetto è individuare le determinanti che hanno avuto maggior rilievo nello spiegare l’evoluzione delle condizioni finanziarie dei paesi emergenti durante la crisi da Covid-19. Partendo da quest’analisi ci si concentrerà successivamente sulle imprese di proprietà pubblica (state owned enterprise, SOE) e sul loro legame con le condizioni finanziarie dei paesi di appartenenza, sviluppando anche dei modelli in grado di spiegare l’esistenza di spillover finanziari tra SOE e debito sovrano.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv

Quale è la relazione tra le caratteristiche del management (età, genere, livello di istruzione) e la struttura finanziaria delle imprese? La letteratura accademica evidenzia come: 1) imperfezioni nei mercati dei capitali implicano che la struttura finanziaria delle imprese sia determinante per gli investimenti; 2) tensioni tra proprietà e management determinano una relazione tra struttura finanziaria e amministrativa aziendale. La relazione tra caratteristiche dei dirigenti e struttura finanziaria è stata invece meno investigata. In particolare, c’è una scarsità di evidenze riguardo le piccole e medie imprese, i cui dati sono più difficilmente reperibili.

Questo progetto si propone di affrontare queste limitazioni usando il database Infocamere, da accoppiare a dati sulla struttura finanziaria aziendale. Dopo aver assemblato la base dati, studieremo se e come l’eterogeneità nelle caratteristiche dei manager è correlata alle diverse decisioni sulle fonti di finanziamento delle imprese, alla decisione di accedere o meno al mercato dei capitali e alle conseguenze di lungo termine di queste scelte.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di corporate finance.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA o R;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Il progetto si inserisce nell’ambito di un programma di ricerca riguardante l’analisi degli effetti redistributivi delle politiche di bilancio, condotta mediante il modello di microsimulazione della Banca d’Italia (BIMic), curato dalla Divisione Finanza pubblica. A causa della difficoltà nell’attribuire un valore monetario al godimento di un servizio pubblico erogato in natura (come l’assistenza sanitaria, o l’istruzione), la maggior parte delle analisi distributive si limita alle sole politiche pubbliche con effetti diretti sul reddito disponibile, come le imposte o i trasferimenti. Questa asimmetria di trattamento tra trasferimenti monetari e prestazioni in natura appare difficilmente giustificabile sul piano economico: da un lato, infatti, i servizi pubblici sono finanziati da imposte che si riflettono sul reddito disponibile; dall’altro, se non fossero forniti pubblicamente, questi servizi dovrebbero essere acquistati dalle famiglie attingendo al proprio reddito. Il contributo del borsista consisterà dunque i) nella stima del beneficio individuale derivante dal godimento dei principali servizio pubblici, come l’istruzione e la sanità e ii) nello studio degli effetti che tali servizi hanno sulla distribuzione e redistribuzione delle risorse.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di finanza pubblica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • buona conoscenza del pacchetto statistico STATA;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Le imprese di minori dimensioni hanno un peso elevato nei sistemi produttivi dei paesi avanzati ed emergenti in termini sia di fatturato sia di occupazione. L’importanza della cultura finanziaria degli imprenditori che le dirigono per la crescita e la stabilità finanziaria è riconosciuta dai paesi del G20 e dall’International Network on Financial Education (OECD/INFE).

Il progetto si propone di analizzare la cultura finanziaria degli imprenditori a capo delle micro imprese, anche in relazione a comportamenti finanziari, attitudini, sviluppi della digitalizzazione e finanza digitale. Si utilizzerebbero i micro-dati dell’indagine (OECD/INFE Survey Instrument to Measure the Financial Literacy of MSMEs) recentemente raccolti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

Una o più delle seguenti:

  • capacità di analisi su database di micro-dati di ampia dimensione;
  • analisi della cultura finanziaria degli imprenditori delle microimprese dal punto di vista statistico ed economico;
  • capacità di presentare i risultati delle proprie analisi in maniera sintetica.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Economia dei mercati e degli intermediari finanziari;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza del pacchetto statistico STATA

• Banca d’Italia (Dipartimento Immobili e Appalti) – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Immobili e Appalti ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 1 settembre 2021

Scadenza: 21 settembre 2021

Tipo di Laurea (magistrale o ciclo unico): Archeologia, Filologia, Letterature e storia dell’antichità, Giurisprudenza, Economia e Management, Scienze economiche, Business administration, Ingegneria gestionale, Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica, Ingegneria civile, Ingegneria edile-architettura, Ingegneria e tecniche del costruire

Obiettivi e contenuti

Le iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con esperienze che avranno ad oggetto:

  • presso il Servizio Immobili, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente agli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia da eseguirsi su immobili (anche storici) di proprietà dell’Istituto;
  • presso il Servizio Appalti, lo svolgimento di progetti formativi legati principalmente alle materie del procurement (appalti e contratti pubblici);
  • presso il Servizio Logistica e Servizi, lo svolgimento di progetti formativi connessi alla gestione e valorizzazione delle opere d’arte di proprietà della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso gli uffici del Dipartimento Immobili e Appalti della Banca d’Italia, in Roma e Frascati.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dall’autunno 2021 compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it dall’1 al 21 settembre 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (allegato; ove possibile si richiede la compilazione in formato pdf);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università di Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università di Tor Vergata provvederà quindi ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia le seguenti candidature:

  1. per il Servizio Immobili: n. 20 candidature per il profilo 1 (laurea a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura; laurea magistrale/specialistica in Ingegneria e tecniche del costruire); n. 10 candidature per il profilo 2 (laurea magistrale/specialistica in Ingegneria civile); n. 10 candidature per il profilo 3 (laurea magistrale/specialistica in Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica); n. 3 candidature per il profilo 4 (Ingegneria gestionale);
  2. per il Servizio Appalti: n. 10 candidature per il profilo 5 (laurea magistrale/specialistica in Giurisprudenza; laurea magistrale/specialistica Economia e management, Scienze economiche, Business administration);
  3. per il Servizio Logistica e Servizi: n. 9 candidature per il profilo 6 (laurea magistrale/specialistica in Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità).

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero di candidati richiesto per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Immobili della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

PROFILO 1 - ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO – Servizio ImmobiliPROFILO 2 - ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 3 – ATTIVITÀ INERENTI PROGETTI E LAVORI DA ESEGUIRE SUGLI IMPIANTI A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 4 – ATTIVITÀ INERENTI ALLA PROGRAMMAZIONE E AL MONITORAGGIO DELLO STATO DI AVANZAMENTO DELLE INIZIATIVE E DELLE RISORSE FINANZIARIE RIGUARDANTI LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETÀ DELL’ISTITUTO - Servizio ImmobiliPROFILO 5 - ATTIVITÀ DI ANALISI E RICERCA FINALIZZATA ALLE ATTIVITA’ DI PROCUREMENT DELL’ISTITUTO – Servizio AppaltiPROFILO 6 - ATTIVITÀ CONCERNENTI LA GESTIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DELLA BANCA D’ITALIA – Servizio Logistica e servizi

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà, sugli stabili all’occorrenza individuati, l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • lettura degli strumenti urbanistici, della pianificazione di paesaggio, degli atti di tutela per l’analisi preliminare della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi architettonici (diretti ed indiretti) per la definizione geometrica, dimensionale, materica, ecc.;
  • analisi architettoniche (strutturali, statiche, compositive, distributivo-funzionali, linguistiche, propriamente specifiche, anagrafica del ciclo di vita, documentazione degli interventi, ecc.) e conoscitive del degrado (individuazione, rilievo e documentazione dei difetti, dissesti delle strutture e degrado dei materiali, delle loro cause intrinseche ed estrinseche);
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • ricerche di archivio, anche presso Enti pubblici e Istituti, di atti e documentazione tecnica;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • ricerca di soluzioni per il superamento delle barriere architettoniche e approfondimento delle tecniche di efficientamento energetico di edifici storici;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • capacità di lettura integrata degli strumenti di pianificazione, conoscenza della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • dimestichezza nell’esecuzione di mappature fotografiche, nella restituzione del rilievo, nella redazione delle mappature del degrado, nell’individuazione delle indagini diagnostiche e delle tecniche di intervento da adottare;
  • capacità di predisporre gli atti e gli elaborati per la presentazione delle istanze di nulla osta, pareri e permessi;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura; laurea magistrale/specialistica in Ingegneria e tecniche del costruire.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office.

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Il tirocinante seguirà l’intero processo, dalla fase di redazione degli elaborati di progetto all’esecuzione e collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • analisi strutturale e progettazione di interventi su edifici esistenti;
  • rilievi strutturali e definizione dei piani di indagini e prove;
  • diagnosi e monitoraggio strutturale;
  • sicurezza sismica degli elementi non strutturali;
  • iter autorizzativi per l’ottenimento dei permessi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’Ufficio di direzione lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata (architettonica, strutturale e impiantistica) di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, manutenzione straordinaria e restauro degli edifici;
  • competenza nell’individuazione di idonee soluzioni progettuali per la realizzazione di interventi strutturali;
  • dimestichezza nell’analisi strutturale, nella definizione dei piani di indagine e prove, nella diagnosi e nel monitoraggio strutturale;
  • capacità di elaborazione di un computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e dei documenti di programmazione dei lavori, anche attraverso l’utilizzo di software dedicati;
  • conoscenza delle principali modalità operative di un Ufficio di direzione dei lavori;
  • conoscenza teorica e pratica degli iter autorizzativi necessari all’ottenimento dei permessi esterni per la realizzazione dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento dei lavori.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria civile.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare programmi di calcolo strutturale, AUTOCAD e pacchetto Office.

L’ingente patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è per gran parte costituito da edifici di elevato pregio, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali, a reddito e della rete territoriale, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e controllo degli interventi di riqualificazione integrale e/o parziale degli edifici e degli impianti, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Gli impianti a servizio degli edifici dell’Istituto riguardano i seguenti ambiti: il riscaldamento ed il condizionamento dell’aria, l’idrico-sanitario, l’antincedio, l’energia elettrica (media e bassa tensione) e la fonia-dati (cablaggio strutturato), la “building automation”. L’obiettivo principale nella riqualificazione degli impianti è la conformità alle normative vigenti, all’efficienza energetica ed alla sostenibilità ambientale, al raggiungimento dei migliori standard per il benessere (termoigrometrico, visivo ed acustico) e la sicurezza del luogo di lavoro, oltre il mantenimento della continuità operativa e all’abbattimento delle barriere architettoniche in linea con i principi di responsabilità sociale dell’Istituto.

Il tirocinante potrà seguire, sugli stabili all’occorrenza individuati, qualsiasi parte del processo, dallo studio di fattibilità al collaudo dei lavori.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione, anche attraverso modellazione BIM, di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione impiantistica, integrata con l’architettonica e la strutturale, di interventi di ristrutturazione, riqualificazione, di manutenzione straordinaria degli edifici;
  • analisi preliminari della fattibilità degli interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione degli stabili;
  • rilievi degli impianti esistenti propedeutici allo studio di fattibilità e/o al progetto dell’intervento;
  • calcoli termici estivi e invernali, diagnosi energetiche;
  • dimensionamento degli impianti tecnologici;
  • iter per l’ottenimento dei titoli autorizzativi necessari all’avvio dei lavori con supporto nell’attività di redazione degli elaborati e di trasmissione agli Enti/Autorità esterne;
  • applicazione delle normative di sicurezza e igiene del lavoro, di prevenzione incendi e legislazione in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • assistenza all’attività di cantiere e supporto all’ufficio di Direzione Lavori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni inerenti a lavori eseguiti o in via di esecuzione;
  • alimentazione delle basi dati tecniche del Servizio ai fini della rendicontazione degli interventi e dell’aggiornamento dello stato manutentivo degli immobili e degli impianti di competenza.

È prevista la possibilità che il tirocinante effettui sopralluoghi presso immobili collocati anche in altre città italiane, orientativamente tre nell’arco dei sei mesi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione di elaborati descrittivi e grafici connessi alla progettazione integrata, architettonica, strutturale e impiantistica di interventi di ristrutturazione, riqualificazione e manutenzione straordinaria degli stabili;
  • capacità di elaborazione del computo metrico estimativo delle opere, di redazione del relativo capitolato tecnico e di programmazione dei lavori;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni progettuali più efficaci per la realizzazione di interventi di manutenzione e di riconfigurazione degli uffici e degli spazi connessi all’attività lavorativa;
  • competenza nell’individuazione delle soluzioni tecniche idonee, con particolare riferimento all’adeguamento normativo degli edifici di pregio e sottoposti a tutela;
  • conoscenza delle procedure per la denuncia e l’omologazione dei nuovi impianti e delle relative verifiche periodiche;
  • della normativa per l’individuazione degli iter autorizzativi per l’acquisizione dei permessi necessari all’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di validazione del progetto e di affidamento per l’avvio dei lavori;
  • conoscenza delle procedure di collaudo e della documentazione tecnica per la certificazione degli impianti

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria meccanica, Ingegneria elettronica, Ingegneria energetica.

Conoscenze richieste:

conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare AUTOCAD e pacchetto Office; programmi di calcolo termotecnico; costituirà titolo preferenziale la conoscenza di REVIT per lo sviluppo di progetti in BIM.

Il patrimonio immobiliare della Banca d’Italia è costituito da edifici dislocati su tutto il territorio nazionale.

Il Servizio Immobili cura tutte le attività connesse con la gestione del ciclo di vita degli immobili istituzionali e a reddito, occupandosi della programmazione, dell’elaborazione di studi di fattibilità, della progettazione, della realizzazione e del controllo dello stato di avanzamento degli interventi, assumendo la responsabilità della sovrintendenza alla loro esecuzione, del controllo amministrativo/finanziario e della regolarità del collaudo.

La manutenzione degli edifici soggiace a un’articolata attività di programmazione che si si dispiega in un ampio arco temporale e coinvolge una molteplicità di “attori”, a livello di Amministrazione Centrale e di rete territoriale della Banca, allo scopo di arrivare alla definizione di una pianificazione “sostenibile”, in termini di risorse umane, organizzative e finanziarie, in coerenza con il quadro normativo di riferimento esterno e interno. Tutte le attività pianificate vengono sottoposte a monitoraggio per verificarne lo stato di avanzamento apportando, laddove necessario, i necessari correttivi da parte della Direzione del Servizio sulla base dei report che periodicamente gli vengono sottoposti.

Il tirocinante potrà seguire qualsiasi parte del processo, dalla rilevazione delle esigenze alla predisposizione dei documenti di pianificazione, dal monitoraggio delle attività alla gestione del budget finanziario assegnato.

L’impegno del tirocinante si focalizzerà in particolare sui seguenti argomenti:

  • redazione dei documenti ufficiali di pianificazione;
  • predisposizione del programma triennale e l’elenco annuale dei lavori pubblici, provvedendo ai relativi obblighi di pubblicità;
  • rilevazione delle esigenze relative alle procedure d’acquisto e segnalazione al Global Buyer ai fini dell’elaborazione e del monitoraggio del piano degli acquisti;
  • gestione delle scadenze dei contratti in essere;
  • elaborazione delle istruzioni e dei criteri per la definizione dei programmi di manutenzione degli edifici della Banca;
  • coordinamento in tema di programmazione degli interventi;
  • acquisizione studi di fattibilità dei progetti da pianificare e, in relazione alle decisioni assunte, adempimenti per lo sviluppo delle relative iniziative;
  • analisi delle procedure operative e collaborazione nella predisposizione degli schemi-tipo relativi alle attività standardizzabili;
  • formalizzazione degli incarichi professionali ai dipendenti previsti dalla normativa interna ed esterna di riferimento;
  • monitoraggio delle iniziative di spesa pianificate;
  • predisposizione di report per la Direzione;
  • predisposizione del bilancio di previsione, monitoraggio dello sviluppo degli interventi e redazione del consuntivo annuale degli impegni di spesa.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Una o più delle seguenti:

  • dimestichezza nella redazione dei documenti ufficiali necessari all’approvazione delle iniziative pianificate;
  • conoscenza del processo di programmazione delle attività connesse con la gestione del patrimonio immobiliare;
  • conoscenza della normativa di settore che disciplina la programmazione delle attività di lavori e di acquisizione di beni e servizi;
  • competenze nell’analisi dei processi e nell’individuazione delle soluzioni organizzative volte a renderli più efficienti;
  • competenze nel supporto al Project Manager nelle sue attività di gestione e controllo;
  • dimestichezza nella redazione dei report connessi con il controllo di gestione;
  • conoscenza delle modalità con le quali implementare le azioni correttive nello sviluppo delle attività pianificate;
  • competenze nella formazione, nella gestione in itinere e nella consuntivazione del budget;
  • conoscenze nella gestione delle scadenze dei contratti e nella predisposizione delle attività volte al loro rinnovo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria gestionale

Conoscenze richieste:

Conoscenza degli strumenti tecnici di base necessari per un proficuo svolgimento dell’attività, in particolare pacchetto Office.

Per l’affidamento degli appalti per l’esecuzione di lavori e l’acquisto di beni e servizi necessari per lo svolgimento dei propri compiti, la Banca applica le disposizioni di cui al D.lgs. n. 50/2016 – Codice dei contratti pubblici.

Dal 2013 la Banca d’Italia ha istituito al proprio interno una centrale unica di committenza (Servizio Appalti). Tale scelta organizzativa, alla quale ha fatto seguito il conseguimento della certificazione di qualità aziendale secondo lo standard UNI EN ISO 9001:2015, è in linea con il nuovo sistema degli appalti pubblici incentrato sulla qualificazione delle stazioni appaltanti in base alla loro professionalità e capacità organizzativa.

Le procedure di selezione vengono svolte attraverso un portale telematico, operativo dal 2014. Tale strumento consente di innalzare i livelli di sicurezza, efficienza ed efficacia di tutto il processo connesso con l’espletamento delle procedure. Il portale, inoltre, assicura la tracciabilità di tutte le operazioni connesse con la procedura, ivi incluse le comunicazioni di legge con gli operatori di mercato.

In tale ambito, il tirocinante potrà collaborare allo svolgimento delle procedure disciplinate dal Codice dei contratti pubblici, dalla progettazione alla stipula del contratto, seguendo tutte le fasi intermedie della procedura (predisposizione e pubblicazione dei documenti di gara, analisi delle offerte amministrative ai fini dell’ammissibilità dei concorrenti, analisi delle offerte tecniche ed economiche, verifiche di congruità, predisposizione di provvedimenti di aggiudicazione, predisposizione degli atti ai fini delle verifiche di legittimità da parte degli Organi competenti, esecuzione).

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

Sviluppare competenze teorico-pratiche in materia di procurement pubblico per lavori, servizi e forniture, tra le quali:

  • redigere un bando, un disciplinare di gara e uno schema di contratto, predisporre una determina a contrarre, un verbale di gara o un provvedimento di aggiudicazione, provvedere alle pubblicazioni previste dalla legge;
  • elaborare criteri di valutazione nelle gare da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e valutare le offerte tecniche presentate in gare di lavori, servizi e forniture;
  • condurre la valutazione di congruità di un’offerta anormalmente bassa sulla base delle conoscenze tecniche, giuridiche ed economiche possedute;
  • elaborare documenti di analisi e di approfondimento giuridico proponendo criticamente soluzioni a casi concreti che si verificano nel corso delle procedure di gara.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Giurisprudenza; laurea magistrale/specialistica Economia e management, Scienze economiche, Business administration;

Conoscenze richieste:

  • conoscenze giuridiche relative alle attività connesse con il procurement pubblico; in particolare, diritto amministrativo, diritto civile, diritto commerciale, oltre alla normativa specifica in materia di appalti;
  • conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel).

Il patrimonio artistico della Banca d’Italia è formato da opere appartenenti a diversi periodi storici, sottoposte a tutela storica e artistica, collocate in tutto il territorio nazionale. Nell’ambito della gestione del patrimonio artistico, il Servizio Logistica e servizi cura la tutela delle opere, gli studi sulla collezione, compreso l’aggiornamento delle schede di catalogazione, provvede all’ottimale collocazione delle opere, anche per favorirne la valorizzazione.

Il tirocinante contribuirà alla fase ideativa e realizzativa di alcuni progetti di valorizzazione, curandone gli studi propedeutici e le modalità realizzative; svolgerà inoltre ricerche approfondite per documentare e interpretare le opere nel complessivo contesto storico-artistico e critico.

In particolare, il lavoro potrà focalizzarsi su uno o più dei seguenti argomenti:

  • supporto ai progetti di valorizzazione mediante, ad esempio, ideazione dei relativi concept, redazione di note storico-artistiche sulle opere/autori per la pubblicazione nella intranet e/o nel sito internet della Banca e per la realizzazione di pannelli espositivi o brochure per i visitatori;
  • supporto all’elaborazione di pubblicazioni concernenti le iniziative di valorizzazione in corso o in fase di progettazione;
  • analisi della documentazione (acquisizione, prestiti, documentazione degli eventuali restauri, bibliografia, etc.);
  • redazione delle schede di catalogazione per le opere non ancora catalogate e aggiornamento delle schede già esistenti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza dell’iter teorico-pratico concernente le iniziative di valorizzazione dell’Istituto;
  • conoscenza dell’iter teorico-pratico per l’acquisizione del nulla osta da parte della Soprintendenza per i restauri, gli spostamenti, i prestiti;
  • conoscenza dei princìpi sulla corretta collocazione delle opere, in considerazione delle loro caratteristiche;
  • capacità di redigere schede di catalogazione e di curarne l’aggiornamento alla luce degli interventi conservativi e di valorizzazione intervenuti nel tempo.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Archeologia, filologia, letterature e storia dell’antichità;

Conoscenze richieste:

Conoscenza degli strumenti Office (in particolare, Word, Excel).

• Banca d’Italia (Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria) – Laureati magistrali in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 7 luglio 2021

Scadenza: 27 luglio 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata, Fisica, Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale; laurea ciclo unico in Giurisprudenza

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con un’esperienza che avrà ad oggetto lo svolgimento di progetti formativi legati al compito di vigilanza della Banca d’Italia sulle banche e gli intermediari disciplinati dal Testo unico bancario (TUB) e dal Testo unico finanziario (TUF). Questo complesso di norme stabilisce i poteri di vigilanza, definendone gli obiettivi: salvaguardare la sana e prudente gestione dei soggetti vigilati; la stabilità complessiva, l’efficienza e la competitività del sistema finanziario; il rispetto delle norme; la trasparenza delle condizioni contrattuali e la correttezza dei rapporti con la clientela.

La denominazione e le caratteristiche dei progetti formativi sono definite di seguito (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 35 tirocini si svolgeranno presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze hanno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dal mese di settembre 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it dal 7 al 27 luglio 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (allegato; ove possibile si richiede la compilazione in formato pdf);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata (di seguito Tor Vergata) acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, Tor Vergata trasmetterà alla Banca d’Italia un numero di candidature – per proposta di tirocinio – pari a quello indicato nella seguente tabella.

Proposte tirocini N° massimo candidature per proposta di tirocinio
Proposta 1 – Regolamentazione bancaria e finanziaria – disciplina prudenziale e impatto delle nuove tecnologie 6
Proposta 2 – Regolamentazione bancaria e finanziaria riserve di attività, regolamentazione FINTECH e disciplina di vigilanza 6
Proposta 3 – Analisi dei rischi a supporto della vigilanza macroprudenziale 6
Proposta 4 – Analisi tecnica delle banche significative e supporto ai processi decisionali SSM 8
Proposta 5 – Governo e controllo delle banche significative e supporto ai processi decisionali SSM 8
Proposta 6 – Risparmio gestito – analisi su private equity/venture capital 4
Proposta 7 – Intermediazione finanziaria non bancaria: obiettivi, strumenti e metodi in un modello di supervisione bancaria 2
Proposta 8 – Ruolo BigTech, ICT Service provider nel sistema finanziario e potenziale impatto sul rischio sistemico 4
Proposta 9 – SupTech 4
Proposta 10 – Innovazione tecnico – finanziaria 4
Proposta 11 – Dashboard modelli interni 2

Ove Tor Vergata trasmetta un numero di candidature superiore, per ciascuna proposta di tirocinio, a quello indicato nella tabella, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero massimo di candidati indicato nella tabella sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Proposta di tirocinio n. 1 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 2 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 3 - Servizio Regolamentazione e analisi macroprudenzialeProposta di tirocinio n. 4 - Servizio Supervisione bancaria 1Proposta di tirocinio n. 5 - Servizio Supervisione bancaria 1Proposta di tirocinio n. 6 - Servizio Supervisione intermediari finanziariProposta di tirocinio n. 7 - Servizio Supervisione intermediari finanziariProposta di tirocinio n. 8 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 9 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 10 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 9 - Servizio Rapporti istituzionali di VigilanzaProposta di tirocinio n. 11 - Servizio Vigilanza Ispettorato

Regolamentazione bancaria e dell’intermediazione finanziaria non bancaria – disciplina prudenziale e impatto delle nuove tecnologie

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza prudenziale nei confronti delle banche e degli intermediari non bancari. In quest’ambito, segue, tra l’altro, l’evoluzione della regolamentazione prudenziale degli intermediari, anche partecipando ai lavori dei competenti organi internazionali ed europei; fornisce consulenza in materia di regolazione del settore bancario e finanziario al Governo; definisce la disciplina di vigilanza applicabile ai soggetti vigilati; monitora l’innovazione finanziaria. Valuta gli impatti economici della regolamentazione di vigilanza sull’attività degli intermediari.

Il tirocinante collaborerà ad approfondire – per i profili economico/aziendali – specifici aspetti della regolamentazione delle banche e degli altri intermediari finanziari, quali: la disciplina prudenziale degli intermediari (fondi propri, rischio di credito, di mercato, di liquidità, di controparte, leva finanziaria, consolidamento prudenziale, ecc.) e l’impatto delle nuove tecnologie sulla disciplina delle banche e degli altri intermediari (ad es., impiego del machine learning nei modelli interni utilizzati dalle banche per la valutazione del rischio di credito).

I compiti potranno riguardare l’analisi di proposte normative di organismi europei e internazionali (EBA, Commissione europea, Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria), la stesura di documenti di policy, la conduzione di specifici approfondimenti tecnici e l’analisi di quesiti normativi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia della regolamentazione di vigilanza;
  • comprensione del funzionamento degli organismi di regolazione internazionali;
  • capacità di elaborare documenti tecnici di analisi e proposta normativa;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

Regolamentazione bancaria e dell’intermediazione finanziaria non bancaria – Riserve di attivita’, regolamentazione Fintech e disciplina di vigilanza

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza prudenziale nei confronti delle banche e degli intermediari non bancari. In quest’ambito, segue, tra l’altro, l’evoluzione della regolamentazione prudenziale degli intermediari, anche partecipando ai lavori dei competenti organi internazionali ed europei; fornisce consulenza in materia di regolazione del settore bancario e finanziario al Governo; definisce la disciplina di vigilanza applicabile ai soggetti vigilati; monitora l’innovazione finanziaria. Valuta gli impatti economici della regolamentazione di vigilanza sull’attività degli intermediari.

Il tirocinante collaborerà ad approfondire – per i profili giuridici e regolamentari – specifici aspetti della regolamentazione delle banche e degli altri intermediari finanziari, quali: la disciplina di vigilanza (ad es., governance, remunerazioni e sistema dei controlli delle banche, procedimenti amministrativi, disciplina della gestione collettiva del risparmio), la regolamentazione del settore Fintech, i canali alternativi del credito e il perimetro delle attività di vigilanza.

I compiti potranno riguardare l’analisi di proposte normative di organismi europei e internazionali (EBA, Commissione europea), la stesura/revisione di testi normativi, la conduzione di specifici approfondimenti di policy e l’analisi di quesiti normativi.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia della regolamentazione di vigilanza;
  • comprensione del funzionamento degli organismi di regolazione internazionali;
  • capacità di elaborare documenti tecnici e testi normativi;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

Analisi Dei Rischi A Supporto Della Vigilanza Macroprudenziale

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza non solo sui singoli intermediari finanziari ma anche sul sistema finanziario nel suo complesso a tutela della stabilità finanziaria. La prevenzione e mitigazione dei rischi sistemici presuppone un’intensa attività di analisi e sorveglianza ai fini di una tempestiva identificazione delle vulnerabilità e dei rischi per la stabilità finanziaria. Nell’ottica di prevenire e mitigare i rischi per la stabilità finanziaria la Banca d’Italia può adottare misure “macroprudenziali” (es. richiesta di riserve di capitale aggiuntivo per le banche a rilevanza sistemica globale, domestica, riserve di capitale anticiclico etc).

L’attività di analisi e valutazione del rischio sistemico si concentra sui principali rischi per il sistema bancario e si svolge in collaborazione con altre strutture della Banca d’Italia e autorità a livello nazionale e internazionale (ESRB, EBA, FSB, ECB).

In questo contesto, il tirocinante collaborerà alla predisposizione di indicatori di rischio per il sistema bancario italiano utilizzando sia le basi dati di vigilanza sia informazioni di mercato e alla sistematizzazione di tali indicatori per facilitarne la consultazione e l’utilizzo per le attività di analisi.  I compiti potranno riguardare anche la predisposizione di note di approfondimento a supporto delle analisi periodiche sui rischi, della calibrazione di strumenti macroprudenziali e dell’analisi d’impatto della regolamentazione.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • acquisizione di una visione ampia degli strumenti di analisi e policy a supporto della stabilità finanziaria
  • comprensione delle dinamiche di interazione con altri organismi internazionali coinvolti nella tutela della stabilità finanziaria;
  • capacità di elaborare documenti di analisi dei rischi;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in un gruppo dinamico.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza del linguaggio SQL e di programmi per la consultazione di grandi database (preferibilmente SAS o R);
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI TECNICA DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sugli 11 gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili tecnici (riguardanti tra l’altro l’esposizione alle diverse tipologie di rischi – credito, mercato, operativo, di interesse, liquidità – e la sostenibilità del modello di business), l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. operazioni di fusione, cessione di rami di azienda, cartolarizzazioni, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante collaborerà alle attività di analisi tecnica sulle situazioni aziendali svolte dai JST, alla stesura dei report e alla preparazione di eventuali provvedimenti. Inoltre, sarà coinvolto nelle attività di analisi e reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

ANALISI DEI PROFILI DI GOVERNO E CONTROLLO DELLE BANCHE SIGNIFICATIVE E SUPPORTO AI PROCESSI DECISIONALI NELL’AMBITO DEL SINGLE SUPERVISORY MECHANISM

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sugli 11 gruppi bancari significativi italiani attraverso la partecipazione ai relativi Joint Supervisory Team (JST), composti da risorse della BCE e della Banca d’Italia. A ciò si affiancano attività di supervisione su filiazioni e succursali di banche estere e compiti di supporto alla partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su banche estere sottoposte alla vigilanza SSM.

L’attività di vigilanza sulle banche significative si esplica tra l’altro attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili, l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. modifiche statutarie, ricambio degli organi di governo e controllo, operazioni societarie, ecc.). Lo svolgimento di tali compiti, basato sulla normativa e sulle metodologie SSM, si inquadra nell’ambito del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale delle singole banche o di analisi “orizzontali” su particolari fenomeni ritenuti rilevanti per gruppi di intermediari.

Il tirocinante contribuirà: alle attività di analisi sulle situazioni aziendali svolte dai JST con riferimento ad aspetti quali la governance interna, il sistema e le funzioni di controllo e di risk management, le politiche e le prassi di remunerazione; alla stesura dei report e alla preparazione delle istruttorie (ad es. per le verifiche di idoneità degli esponenti aziendali) e dei provvedimenti; alle analisi e nel reporting riguardanti la partecipazione della Banca d’Italia alle decisioni della BCE su intermediari esteri del SSM.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni qualitative e quantitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea a ciclo unico in giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo del diritto bancario e finanziario e/o commerciale e/o amministrativo;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

RISPARMIO GESTITO. ANALISI SU PRIVATE EQUITY/VENTURE CAPITAL E STRUTTURE COMMISSIONALI DEI FONDI DI INVESTIMENTO

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza su SGR (Società di gestione del risparmio), SICAV (Società di investimento a capitale variabile) e SICAF (Società di investimento a capitale fisso), ai quali è riservata la gestione collettiva attraverso gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR). L’attività di vigilanza si esplica, inter alia, attraverso analisi a distanza sulla situazione complessiva degli intermediari e dei prodotti gestiti, avendo attenzione al mercato (innovazione di prodotto, esposizione ai rischi finanziari, etc.).

In tale contesto, il tirocinante collaborerà alle attività di analisi sul settore del risparmio gestito, con la possibilità di approfondire i seguenti temi:

  • fondi di investimento di private equity e venture capital, che negli ultimi anni sono stati al centro di una crescente attenzione da parte degli investitori professionali e degli organi di Governo, spinti i primi dalla ricerca di maggiori rendimenti sui capitali investiti, proiettati i secondi a sostenere la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese, ossatura del sistema produttivo italiano. Obiettivo del tirocinio è quello di approfondire le attività svolte dai gestori e dai fondi comuni di investimento nello sviluppo di questi mercati;
  • analisi dei profili commissionali dei fondi di investimento, tenuto conto che nel 2020 la European Securities and Markets Authority (ESMA) ha emanato le Linee Guida sulle commissioni di performance dei fondi comuni di investimento armonizzati (UCITS) e di alcune tipologie di fondi di investimento alternativi (FIA).

In tale contesto, il tirocinante contribuirà all’analisi delle attuali “politiche commissionali” dei gestori italiani, con particolare riferimento alle provvigioni di performance.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza dei processi di investimento degli intermediari che operano nella gestione collettiva del risparmio;
  • capacità di analisi delle performance economiche e finanziarie degli investimenti;
  • conoscenza dei meccanismi commissionali dei prodotti del risparmio gestito.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza del linguaggio SQL;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

L’INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA NON BANCARIA: OBIETTIVI, STRUMENTI E METODI NELL’AMBITO DI UN MODELLO DI SUPERVISIONE DECENTRATA

La Banca d’Italia esercita funzioni di vigilanza su un numero molto consistente di soggetti finanziari non bancari, insediati in Italia oppure in regime di libera prestazione dall’estero, caratterizzati da elevata eterogeneità operativa e morfologica.

L’attività di vigilanza sugli intermediari finanziari si svolge secondo il principio della c.d. “vigilanza equivalente” a quella sulle banche, e si esplica attraverso analisi svolte a distanza sulla situazione complessiva o su specifici profili tecnici, l’avvio di azioni di intervento e l’assunzione di provvedimenti, anche in connessione con iniziative aziendali (es. operazioni di fusione, cessione di rami di azienda, cartolarizzazioni, ecc.).

Nella funzione di vigilanza è coinvolta anche la rete territoriale dell’Istituto, la cui attività di supervisione valorizza la conoscenza derivante dalla prossimità agli intermediari, coordinata dalle strutture centrali.

Il tirocinante contribuirà allo sviluppo di un progetto aziendale di accrescimento dell’efficacia e dell’efficienza dei meccanismi di coordinamento fra le strutture impegnate nell’attività di vigilanza, mediante l’elaborazione di: a) un modello di interazione che tenga conto dell’eterogeneità dei soggetti vigilati e sfrutti le opportunità offerte dal progresso tecnologico, incluso il lavoro a distanza, sia per i percorsi di analisi ed interventi “ordinari” che per la realizzazione di analisi e lavori ad hoc; b) un set di indicatori di early warning che aiuti nella prioritizzazione delle attività; c) metodologie di benchmarching che agevolino il confronto fra realtà eterogenee.

Il tirocinante sarà coinvolto inoltre nell’analisi ed intervento sugli intermediari finanziari, nella progettazione e realizzazione delle iniziative di confronto con la rete territoriale, nella preparazione di elaborati statistici a supporto dell’attività di coordinamento e nello sviluppo di metodologie funzionali a rafforzare l’integrazione fra le strutture di vigilanza, l’omogeneità delle analisi e la comparabilità delle decisioni.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza del mercato dell’intermediazione finanziaria non bancaria;
  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista dei contenuti e dei processi operativi;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria Gestionale, Fisica, Matematica pura e applicata.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo della gestione economico-finanziaria e/o delle istituzioni finanziarie;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

PROGETTO DI RICERCA SUL RUOLO BIGTECH, ICT SERVICE PROVIDER ICT NEL SISTEMA FINANZIARIO E POTENZIALE IMPATTO SUL RISCHIO SISTEMICO

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Capacità di ricerca economica in materie innovative potenzialmente finalizzate al supporto di decisioni e/o linee di policy, in un contesto altamente professionale;
  • comprensione dell’ecosistema finanziario e dell’innovazione, con particolare riferimento alle relazioni tra i vari players;
  • Capacità di analisi dei meccanismi di trasmissione del contagio, con particolare riferimento al contesto tecnologico
  • capacità di utilizzo delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking; laurea ciclo unico in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report.

IDEAZIONE DI SOLUZIONI IN AMBITO SUPERVISORY TECHNOLOGY (cd. SUPTECH)

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Comprensione dell’ecosistema dell’innovazione tecnologica/automazione in ambito di supervisione finanziaria
  • Comprensione delle esigenze di rafforzamento dell’efficacia ed efficienza di un’organizzazione complessa
  • Capacità di sviluppo di soluzioni innovative
  • Capacità di lavorare in gruppo e di collaborare con altre funzioni organizzative
  • Sfruttamento delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Matematica pura e applicata, Ingegneria Informatica, Informatica.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); orientamento al datascience (tutte le lauree).
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza di strumenti di intelligenza artificiale e machine learning.

ANALISI DEI NUOVI MODELLI OPERATIVI (FINTECH) E DELLE TENDENZE INNOVATIVE CHE CARATTERIZZANO IL MERCATO ITALIANO (C.D. INNOVAZIONE TECNICO-FINANZIARIA)

 

La Banca d’Italia cura, in raccordo con la BCE nei casi previsti dalla normativa europea, l’attività istruttoria per il rilascio di autorizzazioni agli intermediari nazionali ed esteri che intendono accedere al mercato bancario, finanziario e dei pagamenti. Nell’ambito di questa attività e dei connessi contatti con gli operatori, vengono anche in rilievo e sono oggetto di particolare attenzione i fenomeni legati all’innovazione tecnologica e finanziaria (“FinTech”), con l’obiettivo di sostenere l’innovazione e di adeguare le metodologie di analisi di vigilanza all’evoluzione dei rischi.

Lo svolgimento di questi compiti prevede un frequente confronto con gli operatori per l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie, l’esame della documentazione fornita e l’analisi della stessa sulla base di norme e criteri definiti dalla stessa Banca d’Italia, dal legislatore nazionale e da quello europeo. L’esame di singoli progetti contribuisce e si affianca a una più ampia attività di analisi delle tendenze di mercato nel nostro paese e degli sviluppi normativi che interessano il comparto. Ciò implica una costante collaborazione tra strutture con diverse competenze (es. supervisione, regolamentazione) e lo svolgimento di approfondimenti tematici.

Il tirocinante contribuirà alla raccolta e all’analisi di dati e informazioni, di fonte pubblica o riservata, utili ad approfondire la comprensione di nuovi modelli di business dei nuovi operatori, a inquadrare le attività in rapporto alle norme in vigore e a monitorare lo sviluppo del mercato, anche in ambito FinTech; contribuirà inoltre a predisporre approfondimenti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di acquisire e analizzare informazioni complesse di diversa natura, di valutarne la rilevanza rispetto al problema da risolvere e di operare una sintesi efficace;
  • capacità di applicare conoscenze maturate in ambito accademico a problemi complessi tipici del contesto professionale;
  • comprensione delle principali tendenze innovative che si affermano sul mercato bancario, finanziario e dei pagamenti e dell’impatto dei principali sviluppi normativi che interessano la finanza digitale;
  • capacità di lavorare in gruppo e di relazionarsi efficacemente con diversi interlocutori interni ed esterni.

 

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking; laurea ciclo unico in Giurisprudenza.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); conoscenze nel campo del diritto bancario e del mercato dei capitali (laurea in giurisprudenza);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

IDEAZIONE DI SOLUZIONI IN AMBITO SUPERVISORY TECHNOLOGY (cd. SUPTECH)

La Banca d’Italia, come Autorità di Vigilanza, segue l’evoluzione dei rischi a cui il sistema finanziario è esposto, sia da un punto di visto micro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del singolo intermediario) che macro-prudenziale (con riferimento alla stabilità del sistema nel suo complesso). Tale attività richiede un’analisi costante dei nuovi rischi che possono emergere alla luce delle evoluzioni del contesto di riferimento. Al riguardo, nelle valutazioni di Vigilanza sta assumendo sempre più importanza lo sviluppo tecnologico degli intermediari, sia in termini di opportunità di revisione dei modelli di business, che di incremento nell’esposizione al rischio derivante da un più ampio utilizzo della leva ICT.

Il tirocinante collaborerà a un progetto di ricerca sul ruolo degli ICT service provider (ad es. le cosiddette BigTech) nel sistema finanziario e al potenziale impatto sul rischio sistemico derivante dall’operatività di tali intermediari. Ciò anche alla luce dell’evoluzione del framework normativo-regolamentare nazionale e internazionale (ad esempio, la proposta di Digital Finance Strategy della Commissione Europea). Nelle proprie attività, il tirocinante potrà sfruttare le basi informative a disposizione dell’Istituto e sarà supportato dalla Struttura presso cui sarà svolta il tirocinio; inoltre, potrà essere coinvolto nell’interlocuzione con i vari attori dell’ecosistema dell’innovazione (ad es. intermediari finanziari vigilati, fornitori di service ICT, new-entrants/start-up innovative, regulators).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Comprensione dell’ecosistema dell’innovazione tecnologica/automazione in ambito di supervisione finanziaria
  • Comprensione delle esigenze di rafforzamento dell’efficacia ed efficienza di un’organizzazione complessa
  • Capacità di sviluppo di soluzioni innovative
  • Capacità di lavorare in gruppo e di collaborare con altre funzioni organizzative
  • Sfruttamento delle basi dati pubbliche e private a disposizione dell’Istituto

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Matematica pura e applicata, Ingegneria Informatica, Informatica.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze nel campo dell’economia dell’intermediazione finanziaria e/o dei servizi di investimento e di pagamento (lauree economiche); orientamento al datascience (tutte le lauree).
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;
  • conoscenza degli strumenti informatici di MS Office per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza di strumenti di intelligenza artificiale e machine learning.

DISEGNO E SVILUPPO DI UN DASHBOARD PER IL MONITORAGGIO DEL RISCHIO DI CREDITO DEGLI INTERMEDIARI AUTORIZZATI ALL’UTILIZZO DEI MODELLI INTERNI PER IL CALCOLO DEI REQUISITI PATRIMONIALI

La Banca d’Italia svolge compiti di vigilanza sulle banche nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (Single Supervisory Mechanism, SSM). In tale contesto, l’Istituto contribuisce alla vigilanza sui gruppi bancari autorizzati all’utilizzo di modelli interni per il calcolo di requisiti patrimoniali a fronte del rischio di credito (modelli IRB).

L’attività di vigilanza si esplica, tra l’altro, attraverso l’esame del profilo di rischio dei singoli intermediari e analisi orizzontali di benchmarking svolte a livello europeo a partire dalle basi informative di Vigilanza L’analisi di questi dati e il confronto con i maggiori peers europei, consente di individuare le principali aree di attenzione e di indirizzare le attività di supervisione nonché di avviare mirate azioni di intervento.

Il tirocinante collaborerà alle attività di analisi e sfruttamento delle basi dati, alla definizione di un set di analisi di benchmarking per l’arricchimento del cruscotto di monitoraggio dei portafogli crediti delle banche IRB e alla loro implementazione mediante linguaggi di programmazione statistica.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare ed elaborare informazioni quantitative e qualitative e di presentare i risultati delle analisi in maniera sintetica, esaustiva ed efficace a supporto delle decisioni;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro complesso dal punto di vista sia dei contenuti sia dei processi operativi;
  • capacità di lavorare in gruppo in un contesto internazionale, con uso prevalente della lingua inglese.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Business Administration, Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economia e management, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata, Fisica, Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale.

Conoscenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze statistiche e nel campo dell’analisi del rischio di credito degli intermediari finanziari;
  • conoscenza dei linguaggi di programmazione R e MATLAB;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2;

conoscenza degli strumenti di MS Office per la produzione di documenti e report.

• Banca d’Italia (Dipartimento Mercati e Sistemi di Pagamento) – Laureati magistrali in Economia, Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Mercati e Sistemi di Pagamento ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 23 aprile 2021

Scadenza: 21 maggio 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, Economics, Finance and Banking, Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Matematica Pura e Applicata, Mechatronics Engineering

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con un’esperienza che avrà ad oggetto lo svolgimento di progetti formativi legati alla gestione del sistema dei pagamenti e alla supervisione sui mercati, compiti istituzionali della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche dei progetti formativi sono definite di seguito (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 10 tirocini si svolgeranno presso il Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze hanno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dal mese di giugno 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it dal 23 aprile al 21 maggio 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università Tor Vergata trasmetterà alla Banca d’Italia n. 4 candidature per ciascuna proposta di tirocinio.

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo i primi quattro candidati per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento Mercati e sistemi di pagamento della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Proposta di tirocinio n. 1Proposta di tirocinio n. 2Proposta di tirocinio n. 3Proposta di tirocinio n. 4Proposta di tirocinio n. 5Proposta di tirocinio n. 6Proposta di tirocinio n. 7Proposta di tirocinio n. 8Proposta di tirocinio n. 9Proposta di tirocinio n. 10

ANALISI DEI FATTORI DETERMINANTI I DIFFERENZIALI DI RENDIMENTO SULLE OBBLIGAZIONI PRIVATE

La Banca d’Italia è interessata al mercato delle obbligazioni emesse da società private per finalità di studio nell’ambito delle analisi sulla stabilità finanziaria. Inoltre, i titoli di emittenti privati a elevato merito di credito sono oggetto dell’attività di investimento della Banca.

Per questi motivi viene costantemente monitorato l’andamento dei differenziali di rendimento tra obbligazioni private e titoli privi di rischio (credit spread). La dinamica dei credit spread presenta infatti un elevato contenuto informativo: gli spread sono utilizzati come indicatori della qualità dei bilanci delle società, del loro accesso a finanziamenti esterni e delle probabilità di insolvenza, e delle tensioni sui mercati finanziari.

Il tirocinante contribuirà alla realizzazione di un lavoro di ricerca che analizzi il contributo dei principali fattori esplicativi dei credit spread individuati dalla letteratura empirica, fra le quali variabili macroeconomiche, idiosincratiche, propensione al rischio. Tale analisi dovrà considerare titoli di differente merito di credito (investment grade e high yield) delle principali economie dell’area dell’euro; sarà di particolare interesse l’analisi degli effetti della recente pandemia sulla dinamica degli spread.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di estrarre e trattare le informazioni provenienti dai principali provider;
  • capacità di applicare le tecniche statistico-econometriche all’analisi dei dati finanziari;
  • capacità di presentare i risultati delle analisi in maniera efficace, sintetica ed esaustiva.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Finance and banking, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza dei linguaggi di programmazione (preferibilmente Matlab o R);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

SPERIMENTAZIONE DI MODELLI DI MACHINE LEARNING PER LA VALUTAZIONE DEL MERITO DI CREDITO DELLE IMPRESE

La Banca d’Italia dispone di un sistema interno per la valutazione del merito di credito delle imprese non finanziarie (In-house Credit Assessment System, ICAS). Tale sistema consente alle banche di utilizzare i prestiti erogati a queste imprese come garanzia nelle operazioni di politica monetaria dell’Eurosistema.

L’ICAS della Banca d’Italia, secondo quanto stabilito dall’Eurosistema in materia di sistemi di valutazione del merito di credito, si basa su una componente statistica (ICAS Stat) e su un successivo stadio di valutazione quali-quantitativa a cura di analisti finanziari (c.d. valutazione esperta). La componente statistica si basa su modelli statistici tradizionali di regressione logistica.

Le sfide e le opportunità poste dal moderno sviluppo di modelli machine learning rendono opportuna l’analisi e l’applicazione di tali modelli innovativi, anche in combinazione con quelli tradizionali, per la valutazione del merito di credito delle imprese.

In quest’ambito, il tirocinante contribuirà alla realizzazione di modelli machine learning (tra cui modelli di support-vector machine) per la valutazione del merito di credito delle imprese di capitale non finanziarie e ne confronterà i risultati nell’ambito di un filone di ricerca già avviato dai ricercatori della Banca d’Italia. Il lavoro sarà svolto in team secondo pratiche agili.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di applicare operativamente competenze teoriche per la soluzione di problemi concreti e complessi;
  • capacità di rappresentare i risultati in maniera efficace e sintetica;
  • capacità di lavorare in un contesto strutturato con abilità di team working.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria dell’automazione, Ingegneria informatica, Mechatronics Engineering, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza di linguaggi di programmazione (preferibilmente R, Python);
  • esperienza nel trattamento e gestione di dati strutturati e non;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI DELL’IMPATTO DELLE DIVERSE TIPOLOGIE DI COPULA SUL RISCHIO DI CREDITO DELLA BANCA CENTRALE NELLE OPERAZIONI DI POLITICA MONETARIA

Le banche centrali sopportano rischi finanziari nell’attuazione del loro ruolo istituzionale e specificamente nella conduzione della politica monetaria. Il rischio di credito derivante da tali operazioni, siano esse operazioni di concessione di credito alle banche o acquisti di titoli sui mercati finanziari, deve tener adeguatamente conto del grado di correlazione delle probabilità di inadempienza tra i diversi soggetti verso cui la banca centrale è esposta. In questo contesto, un approccio standard nella stima del rischio di credito consiste nell’utilizzo di una funzione copula di tipo gaussiano (si tratta dell’approccio à la CreditMetrics) sebbene specificazioni più complesse siano possibili e, sotto alcune condizioni, preferibili.

Il tirocinante approfondirà l’impatto dell’utilizzo di diverse tipologie di copula sulle stime di rischio di credito.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di estrarre e trattare le informazioni contenute in grandi basi dati;
  • capacità di presentare i risultati in maniera efficace, sintetica ed esaustiva;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico alla stima del rischio di credito sostenuto dalle Banche centrali nella conduzione della politica monetaria.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze dei linguaggi di programmazione (preferibilmente C++, Python, Matlab);
  • conoscenza del linguaggio SQL e di programmi per la consultazione di grandi database (preferibilmente SAS);
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

PREDISPOSIZIONE DI INDICATORI SULL’EVOLUZIONE DELLE ASPETTATIVE DI MERCATO RELATIVE ALLE DECISIONI DI POLITICA MONETARIA DELLE BANCHE CENTRALI

Nel corso degli ultimi anni ha guadagnato importanza l’analisi di dati non strutturati (ovvero dati conservati senza una struttura definita, uno schema o una classificazione, come ad esempio il testo di un articolo) per comprendere gli andamenti di mercato e per seguire l’evoluzione delle aspettative degli operatori in merito alle decisioni di politica monetaria delle banche centrali.

In questo contesto, il tirocinante approfondirà le tecniche usate per lo studio ed elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing – NLP) di un insieme di documenti di testo (definito corpus), per costruire sistemi di identificazione ed estrazione di opinioni o di umore della collettività da varie fonti testuali (articoli, tweet, web news, ecc.) e un vocabolario finanziario specifico di riferimento per le decisioni di politica monetaria e le aspettative di mercato creato a partire dal news flow dei principali provider di informazione finanziaria (Bloomberg, Reuters e stampa specializzata), attraverso l’utilizzo di tecniche di machine learning di clusterizzazione o classificazione.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di applicare tecniche di machine learning a problemi concreti riguardanti i mercati finanziari;
  • capacità di gestire, analizzare e confrontare basi dati diverse;
  • capacità di rappresentare i risultati in maniera efficace e sintetica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Informatica, Matematica pura e applicata, ICT and Internet Engineering, Ingegneria dell’automazione.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza della piattaforma Python;
  • esperienza nel trattamento e manipolazione di dati strutturati e non;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI ED ELABORAZIONE DEI FLUSSI FINANZIARI PUBBLICI

La Banca d’Italia svolge il servizio di Tesoreria per conto dello Stato. In tale ambito effettua gli incassi ed esegue le disposizioni di pagamento e rendiconta le operazioni svolte al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ragioneria Generale dello Stato e alle amministrazioni statali.

I flussi finanziari di rendicontazione prodotti dalla Banca e inviati alla Ragioneria Generale dello Stato sono funzionali alla redazione di alcuni documenti di finanza pubblica quali il Conto Riassuntivo del Tesoro e il Rendiconto Generale dello Stato.

Il tirocinante collaborerà alle elaborazioni dei dati mensili sui flussi finanziari di Tesoreria, prodotti per il Ministero dell’Economia e delle Finanze, propedeutici all’elaborazione del Conto Riassuntivo del Tesoro. Inoltre sarà impegnato in un lavoro di analisi e di elaborazione dei dati del Conto Riassuntivo, al fine di progettare una rappresentazione maggiormente fruibile rispetto a quella attuale.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • Capacità di lavorare in gruppo;
  • capacità di rielaborare i dati e di favorirne la fruibilità attraverso l’individuazione di efficaci modalità di rappresentazione;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico per la lettura e l’interpretazione di prospetti contabili concernenti la finanza pubblica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Finance and banking.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze di elementi di contabilità pubblica;
  • conoscenza di base dei moduli contabili dei sistemi ERP;
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;

conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI DEI FLUSSI FINANZIARI DEGLI ENTI LOCALI, IDENTIFICAZIONE E QUANTIFICAZIONE DELLE PRINCIPALI CATEGORIE DI ENTRATE E DI SPESE A CARATTERE CICLICO

La Banca d’Italia in qualità di tesoriere dello Stato incassa le entrate ed esegue i pagamenti di Amministrazioni statali ed enti pubblici e detiene, presso propri conti, la liquidità del Tesoro. Per supportare le scelte di gestione della liquidità del Tesoro, la Banca fornisce al Ministero dell’Economia e delle Finanze informazioni previsionali e dati di consuntivo sui flussi finanziari giornalieri che determinano variazioni della liquidità.

Con l’obiettivo di contribuire all’accuratezza delle previsioni sui flussi finanziari delle amministrazioni locali, il tirocinante collaborerà alla creazione di un data base contenente serie giornaliere su pagamenti e incassi di tali enti, riclassificate per natura economica, comparto e periodo di riferimento e dei relativi prelievi netti effettuati a valere sui conti detenuti presso la Banca d’Italia.

Successivamente, il tirocinante sarà coinvolto in analisi ed elaborazioni volte a individuare, per comparto di enti (comuni, province, regioni, Asl, ecc.), categorie omogenee di incassi e pagamenti a carattere ciclico nonché importi medi e periodicità (ricorrenza) di tali flussi finanziari. Un eventuale e ulteriore filone di analisi consisterà nella realizzazione di strumenti che consentano una gestione dinamica dei criteri di classificazione dei flussi finanziari, anche mediante l’utilizzo di tecniche avanzate di trattamento dei dati (es. machine learning).

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di estrarre, trattare, gestire e analizzare informazioni contenute in grandi database;
  • capacità di presentare i risultati delle analisi in maniera efficace, sintetica ed esaustiva;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico a un contesto di lavoro strutturato con abilità di team working;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Finance and Banking, Matematica pura e applicata, Mechatronics Engineering.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze dei software SAS, R o del linguaggio Python;
  • conoscenza di elementi di analisi dei dati in serie storica;
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

PAGAMENTI DIGITALI (TRA CUI GLI INSTANT) E LORO APPLICAZIONE AL MONDO DEI PAGAMENTI PUBBLICI

La Banca D’Italia svolge il ruolo di catalyst degli operatori per l’adozione di iniziative volte ad accrescere l’efficienza delle infrastrutture e dei servizi di pagamento.  La reingegnerizzazione delle procedure di incassi e pagamenti pubblici della nuova tesoreria telematica consentirà ritorni in termini di miglioramento della qualità dei servizi resi all’utenza istituzionale, connessi con l’adozione di nuovi canali e negli strumenti di pagamento elettronici da parte della PA.

In tale ottica nell’ambito del progetto di rifacimento delle procedure di tesoreria sono in corso gli approfondimenti sulla possibilità di utilizzare i pagamenti istantanei per i pagamenti pubblici, ampliando la disponibilità dei servizi e la tempestività dei pagamenti e incoraggiando, grazie alla massa critica, l’adozione da parte dei cittadini dei nuovi strumenti digitali.

Il tirocinante collaborerà ad attività progettuali di reingegnerizzazione delle disposizioni di tesoreria e gestione pagamenti. In tale ambito contribuirà ad analisi quali/quantitative relative all’applicazione degli instant payment per i pagamenti e gli incassi di tesoreria. L’obiettivo è quello di collocare l’intero processo dei pagamenti pubblici in un’ottica olistica al fine di evidenziare anche eventuali punti di contatto e di differenziazione con analoghe iniziative europee inerenti l’ambito dei pagamenti pubblici.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di analizzare le opportunità offerte dall’implementazione di strumenti di pagamento innovativi;
  • capacità di lavorare in un progetto complesso che coinvolge una pluralità di attori istituzionali;

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Ingegneria Gestionale, Informatica, ingegneria informatica, Matematica pura e applicata, Fisica.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • aver sostenuto nel percorso di laurea esami relativi a temi inerenti i sistemi di pagamento;
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ATTIVITÀ PROGETTUALI CONNESSE CON L’OFFERTA DEI SERVIZI DI GESTIONE DELLE RISERVE IN EURO A CLIENTELA ISTITUZIONALE

Il progetto “Gestione Pagamenti” (GEPA) è finalizzato alla razionalizzazione delle modalità di gestione dei pagamenti effettuati dalla Banca d’Italia per conto proprio o di terzi in relazione all’attuale evoluzione dei servizi di pagamento in Europa e del sistema di regolamento dei pagamenti in euro dell’Eurosistema (progetto T2-T2S Consolidation). Nell’ambito di tale progetto si inserisce l’ammodernamento dei servizi di correspondent banking, offerti dalla Banca d’Italia a clientela istituzionale per promuovere l’utilizzo dell’euro quale valuta internazionale per la detenzione di attività finanziarie.

In tale ottica sarà richiesto al tirocinante di supportare il personale della Banca impiegato nella realizzazione della nuova procedura di gestione dei servizi di corrispondenza attraverso:

  • supporto alla definizione di documentazione progettuale (specifiche funzionali, rappresentazione grafica dei processi, ecc.);
  • contributo alla progettazione dei test di accettazione;
  • collaborazione nell’esecuzione dei test di accettazione;
  • predisposizione della reportistica dei risultati.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza del sistema per il regolamento dei pagamenti in euro e dei servizi di correspondent banking;
  • capacità di analisi e rappresentazione di processi di business nell’ottica della loro automazione.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in lauree in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Economics, Ingegneria gestionale.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza approfondita degli strumenti di MS Office;
  • conoscenza base dei linguaggi SQL e VBA;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

MONITORAGGIO DELLA READINESS DELLA COMUNITA’ FINANZIARIA ITALIANA SU T2-T2S CONSOLIDATION E TIPS PAN-EUROPEAN REACHABILITY

Il progetto T2-T2S Consolidation integra l’offerta di servizi di regolamento in titoli e contante per fornire nuove funzionalità per soddisfare le più recenti esigenze dei mercati. Nell’ambito di tale progetto, di notevole impatto per la comunità bancaria, sono state definite specifiche milestone, cui i futuri partecipanti alla piattaforma di regolamento dovranno attenersi per assicurare la migrazione al nuovo sistema. Ciascuna banca centrale nazionale ha il compito di verificare e assicurare il rispetto di tali scadenze da parte delle rispettive comunità finanziarie. Allo stesso tempo le recenti misure approvate dal Governing Council della BCE per incrementare la raggiungibilità paneuropea (Pan-European Reachability) dei pagamenti istantanei attraverso TIPS comportano per le banche interessate da tali misure una serie di adeguamenti che le banche centrali dell’Eurosistema monitoreranno attraverso la verifica di alcune Milestone predeterminate.

Nell’ambito delle attività di monitoraggio sopra riportate, il tirocinante contribuirà all’individuazione e sviluppo di strumenti idonei alla raccolta dei dati, al supporto alla comunità bancaria in fase di predisposizione dei dati, all’elaborazione, aggregazione e verifica della qualità dei dati, alle analisi quantitative e presentazioni dei risultati, e alla produzione di note di sintesi su specifici temi dell’indagine.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • conoscenza di strumenti e metodi di raccolta, analisi e valutazione dei dati;
  • conoscenza del sistema dei pagamenti europeo, delle sue infrastrutture e delle sue evoluzioni;
  • capacità di problem solving.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Ingegneria gestionale.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza dei software di raccolta, elaborazione e presentazione dati;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

ANALISI E SFRUTTAMENTO DI DATI GRANULARI PER L’ATTIVITA’ DI SUPERVISIONE SUI MERCATI

Il quadro normativo nazionale attribuisce alla Banca d’Italia compiti di supervisione e regolamentazione sui mercati monetari e dei titoli di Stato con la finalità di assicurare l’efficienza complessiva e l’ordinato svolgimento delle negoziazioni; in questo modo si rafforza l’efficace trasmissione degli impulsi di politica monetaria e si contribuisce a contenere il rischio sistemico e a salvaguardare la stabilità del sistema finanziario. L’innovazione tecnologica, la diffusione di nuovi modelli di mercato e le continue evoluzioni che interessano la loro struttura, il comportamento degli investitori e le loro tecniche di negoziazione pongono importanti sfide all’attività di supervisione. Le autorità competenti devono saper adattare i propri strumenti ai continui cambiamenti in atto e dotarsi di nuovi modelli per l’analisi e il monitoraggio dell’attività svolta sui mercati.

Le basi informative disponibili alle autorità si sono inoltre significativamente ampliate negli ultimi anni e l’attività di supervisione potrà in prospettiva avvalersi di informazioni sempre più ricche, che per la loro frequenza, volume e granularità possono essere classificate come “Big data”.

In questo ambito, il tirocinante contribuirà alla realizzazione di analisi quantitative a supporto dell’attività di supervisione sui mercati e ad elevato contenuto innovativo, volto a esplorare nuove capacità di analisi in ragione dell’elevato contenuto informativo dei dati disponibili nei propri sistemi. Le analisi riguarderanno anche i flussi finanziari tra il sistema bancario e le non-banche, le interconnessioni esistenti tra gli intermediari bancari e finanziari e i rischi di concentrazione in determinati segmenti di mercato o controparti, le evoluzioni delle nuove tecniche di negoziazione algoritmica e ad alta frequenza.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • applicazione delle conoscenze teoriche maturate in ambito accademico all’analisi empirica della struttura e del funzionamento dei mercati monetari e finanziari;
  • capacità di estrarre, aggregare e analizzare le informazioni di interesse da database di dimensioni significative;
  • capacità di presentare i risultati delle analisi in maniera efficace, sintetica ed esaustiva.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, Banking and Finance, Economics.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza dei software di elaborazione e analisi dati (i.e. R, Python, SQL);

conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

• Banca d’Italia – Laureati magistrali in Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Servizio Gestione Circolazione Monetaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 22 marzo 2021

Scadenza: 23 aprile 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Chimica, Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria Ambiente e Territorio, Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria Civile, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Energetica, Ingegneria Gestionale, Ingegneria Informatica, Ingegneria Meccanica, Matematica pura e applicata, Mechatronics Engineering

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con un’esperienza che avrà ad oggetto lo svolgimento di progetti formativi legati alla gestione della circolazione delle banconote da parte della Banca d’Italia.
La denominazione e le caratteristiche dei progetti formativi sono definite di seguito (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 4 tirocini si svolgeranno presso il Servizio Gestione circolazione monetaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze hanno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dal mese di giugno 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata – eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto: BDI Servizio GCM 2021) dal 22 marzo al 23 aprile 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università Tor Vergata trasmetterà alla Banca d’Italia n. 4 candidature per ciascuna proposta di tirocinio.

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo i primi quattro candidati per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Gestione circolazione monetaria della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4
  1. APPLICAZIONE DI TECNICHE DI MACHINE LEARNING PER LA PREVISIONE DELLE VARIABILI CHE DETERMINANO IL FABBISOGNO DI BANCONOTE

La Banca d’Italia, mediante le Filiali dell’Istituto ubicate sul territorio nazionale, fornisce alle banche e a Poste Italiane le banconote da loro richieste per rispondere alla domanda del pubblico attraverso i propri sportelli.  Parte integrante di tale compito è la previsione, con frequenza regolare e per un prefissato orizzonte temporale, dell’evoluzione futura delle scorte di banconote nella rete territoriale.

Il tirocinante contribuirà allo studio della possibile applicazione di tecniche di machine learning alla previsione distinta per tagli, Filiali e orizzonti temporali dell’andamento delle giacenze.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di estrarre e trattare le informazioni contenute in grandi database;
  • capacità di applicare le tecniche di machine learning a problemi concreti e in diversi contesti;
  • capacità di presentare i risultati delle analisi in maniera efficace, sintetica ed esaustiva.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Matematica pura e applicata, Fisica, Ingegneria gestionale, ICT and Internet Engineering, Ingegneria informatica, Informatica;
  • conoscenza delle tecniche di machine learning.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza dei software comunemente impiegati per le applicazioni di machine learning (e.g. R, Python o altri equivalenti);
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.
  1. ANALISI DI FATTIBILITÀ E PROGETTAZIONE DI UN SISTEMA AUTOMATICO DI AUSILIO ALLA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI BASATO SU AUTOMATED GUIDED VEHICLES (AGV)

Nell’ambito della funzione della gestione della circolazione monetaria del Paese, la Banca d’Italia svolge le operazioni essenziali di custodia e movimentazione delle banconote e di altri valori.

In tale contesto, rivestono un ruolo chiave nell’ottimizzazione del dispacciamento e della sicurezza dei valori i sistemi intelligenti di gestione delle fasi di stoccaggio di magazzini industriali. In questa ottica il tirocinante contribuirà a elaborare lo studio di fattibilità e la progettazione di un sistema di movimentazione dei carichi all’interno dei locali di sicurezza della Banca d’Italia, che prevede l’utilizzo di Automated Guided Vehicles (AGV), cioè di flotte di veicoli autonomi e non presidiati che trasportano unità di carico di diverso tipo e collegano diversi punti operativi all’interno di un’area di stoccaggio.

Nello specifico si prenderanno in considerazione dettagliatamente gli aspetti relativi alla struttura che un sistema del genere prevede, quali:

  • l’analisi dello stato dell’arte e la scelta della migliore tipologia di AGV utilizzabile;
  • l’analisi dei luoghi dove installare il sistema;
  • la definizione dei percorsi di guida alternativi in funzione dei carichi da movimentare e del traffico;
  • il numero dispositivi AGV da utilizzare ed i relativi sistemi di sicurezza;
  • l’infrastruttura software e di telecomunicazione da implementare.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • capacità di progettazione di un sistema innovativo a guida autonoma per la logistica di magazzino;
  • capacità di applicare operativamente competenza teoriche per la soluzione di problemi concreti e complessi;
  • capacità di lavorare in un contesto strutturato con abilità di team working.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria dell’Automazione, Ingegneria Meccanica, Ingegneria Elettronica, Mechatronics Engineering

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza dei sistemi a guida autonoma, del software di pianificazione della guida e del Warehouse Management System (WMS);
  • conoscenza di automatica ed elementi di robotica;
  • conoscenze di: ricerca operativa, problemi di ottimizzazione su reti, cammini minimi, analisi delle interferenze;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.
  1. VALUTAZIONE COSTI/BENEFICI DELLE DIVERSE OPZIONI PER UNA GESTIONE SOSTENIBILE DEL CICLO DEL CONTANTE

La Banca d’Italia, insieme al Sistema Europeo delle Banche centrali, è da diversi anni impegnata nella riduzione del proprio impatto ecologico. Partecipa, con il Servizio Gestione Circolazione Monetaria, alla definizione e attuazione di una roadmap per il raggiungimento degli obiettivi indicati dalla Banca centrale europea in materia di sostenibilità ambientale del ciclo del contante.

In questo contesto, il tirocinante contribuirà a individuare possibili soluzioni per ridurre l’impatto ambientale della gestione del contante nella fase di distribuzione delle banconote, dall’emissione al ricircolo, fino alla distruzione delle stesse. In particolare, rispetto a quest’ultimo punto, dovrà essere valutato il rapporto costi/benefici delle opzioni disponibili per lo smaltimento delle banconote triturate.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di effettuare studi di fattibilità, analisi di mercato e comparazione di soluzioni per la gestione sostenibile dei rifiuti;
  • capacità di individuare e definire processi e materiali sostenibili per il confezionamento e la circolazione del contante;
  • applicazione delle conoscenze maturate in ambito accademico alla soluzione di problemi concreti e complessi, nell’ambito di un contesto lavorativo strutturato ove rilevano le capacità di team working;
  • conoscenze sul ciclo del contante in Italia e nell’Eurosistema;
  • metodi per la rappresentazione efficace e sintetica dei risultati.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Ingegneria per l’Ambiente e il territorio, Ingegneria Energetica, Ingegneria Civile, Chimica;

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenze di base sulla gestione dei rifiuti;
  • conoscenze di base di metodi e strumenti per la modellazione e la soluzione di problemi di ottimizzazione;
  • conoscenza delle metodologie di valutazione costi-benefici in ambito ambientale;
  • conoscenza degli strumenti informatici per la produzione di documenti e report;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.
  1. UTILIZZO DI TECNICHE DI BIG DATA PER L’ACQUISIZIONE DI INFORMAZIONI UTILI NELLE ATTIVITA’ DI MONITORAGGIO A DISTANZA DEGLI OPERATORI

La Banca d’Italia svolge un’azione di monitoraggio degli operatori che trattano il contante al fine di prevenire il rischio di circolazione di banconote false e/o logore. In tale ambito, la Banca intende sfruttare tecniche e algoritmi big data (es: web-scraping, data mining) da applicare alle informazioni e ai dati (strutturati o meno), raccolti attraverso le segnalazioni statistiche ovvero acquisiti dall’analisi della documentazione inviata dagli operatori o da altre fonti informative (incluse quelle eventualmente disponibili sul web).

In questo contesto, il tirocinante contribuirà a sviluppare strumenti software per:

  • l’identificazione, la raccolta, l’organizzazione e l’elaborazione dei dati necessari per l’attività di monitoraggio svolta dalla Banca;
  • l’applicazione dei modelli di analisi matematico-statistici;
  • la verifica della qualità e della correttezza dei dati e delle informazioni trasmesse dagli operatori.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

  • capacità di applicare le tecniche di big data a casi concreti di selezione di informazioni strutturate e non strutturate;
  • capacità di gestire, analizzare e confrontare basi dati diverse;
  • capacità di rappresentare i risultati in maniera efficace e sintetica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Informatica, ICT and Internet Engineering, Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale, Matematica pura e applicata, Fisica.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • conoscenza del linguaggio SQL e di software utilizzati per il web-scraping e il data mining;
  • esperienza nel trattamento e manipolazione di dati strutturati e non;
  • conoscenza della lingua inglese di livello almeno pari a B.2.

• Banca d’Italia – Laureati magistrali in Ingegneria, Scienze

Concorso pubblico per 15 assunzioni nel profilo tecnico per l'Information and Communication Technology (ICT) - Tempo indeterminato

Pubblicato il 15/12/2020

Scadenza: 19 gennaio 2021 ore 16.00

Tipo di Laurea (magistrale): Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Informatica o Ingegneria dell’Automazione, Informatica, Sicurezza Informatica, Matematica, Fisica

• Banca d’Italia, Borse di Studio Bonaldo Stringher, Giorgio Mortara e Donato Menichella 2021/2022

Annualmente la Banca d’Italia mette a concorso borse di studio intitolate a Bonaldo Stringher, Giorgio Mortara e Donato Menichella destinate a neo-laureati che intendono perfezionare gli studi:

  • nel campo dell’economia politica e della politica economica
  • nel campo delle metodologie matematiche, statistiche ed econometriche, principalmente finalizzate all’analisi delle istituzioni, dei mercati e degli strumenti finanziari e della loro regolamentazione
  • nel campo delle interrelazioni tra crescita economica ed ordinamento giuridico nonché degli impatti della regolamentazione sulle attività economiche.

Termine per la presentazione delle domande tramite l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia
www.bancaditalia.it: 17 novembre 2020 ore 16.00.

:: Maggiori info: https://www.bancaditalia.it/chi-siamo/lavorare-bi/borse-di-studio/stringher-mortara-menichella/index.html


• Banca d’Italia (Dipartimento Informatica) – Laureati magistrali in Economia, Ingegneria, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Informatica ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 6 luglio 2020

Scadenza: 3 agosto 2020

:: Elenco candidati idonei (file .pdf)

Tipo di Laurea (magistrale): MSc in Economics (nessun altro corso di Economia), Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata

Obiettivi e contenuti

Le diverse iniziative proposte intendono favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Informatica della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 5 tirocini si svolgeranno presso il Dipartimento Informatica della Banca d’Italia, Centro Donato Menichella, Largo Guido Carli, 1 – Frascati.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità delle iniziative e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate presumibilmente a partire dal mese di ottobre 2020, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero medio non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a 1.000 (mille) euro lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale nelle discipline indicate in ciascuna proposta (cfr. infra, Proposte di tirocinio), conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature dovranno essere inviate in un unico file .pdf all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it con oggetto “BDI Dip Informatica” a partire dal 6 luglio ed entro il 3 agosto 2020 ed entro la data del 27 luglio 2020, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato in pdf);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università di Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università di Tor Vergata provvederà quindi ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia n. 20 candidature per il complesso dei progetti.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento Informatica della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche, presumibilmente nel corso del mese di settembre 2020.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza di Monte Citorio, n. 121 – Roma.

PROPOSTE DI TIROCINIO

Progetto 1Progetto 2Progetto 3Progetto 4Progetto 5
  1. CHATBOT PER LA FRUIZIONE DI SERVIZI AZIENDALI

Negli anni 50’ il matematico Alan Turing, tentando per primo di catturare in maniera operativa e verificabile il concetto di intelligenza (artificiale), aveva proposto un test di tipo “chatbot ante-litteram”: forse si può dire che sia intelligente un agente artificiale il cui comportamento linguistico e conversazionale sia poco o per nulla distinguibile da quello di un essere umano.

Tale sfida sta tornando sempre di più all’attenzione sia della comunità scientifica sia di piccole start-up specializzate sia di colossi dell’hi-tech, tutti attivamente impegnati nella realizzazione di soluzioni conversazionali per garantire l’accesso ai servizi tramite linguaggio naturale.

Nel contesto del lavoro aziendale, una delle principali società di consulenza per il business ha recentemente dichiarato che entro il 2022 il 70% degli “office workers” interagirà con piattaforme conversazionali durante la giornata lavorativa per accedere ad informazioni presenti in molteplici sistemi informativi. Conoscere il contatto e la posizione lavorativa di un collega, gestire i propri meeting di lavoro, ottenere supporto tecnico, gestire il proprio orario di lavoro, ottenere informazioni riguardo servizi aziendali come mensa e trasporti, ottenere informazioni riguardanti la regolamentazione sanitaria COVID-19, sono solo alcuni dei bisogni informativi più frequenti. Attraverso un compagno di lavoro virtuale – chatbot – che possa rispondere a tali domande è possibile realizzare un accesso ancor più efficiente alle informazioni rispetto alle comuni ricerche nei diversi sistemi informativi aziendali. Un assistente virtuale risulta ancora più utile nelle attività di smart working in cui il dipendente svolge la propria prestazione al di fuori del proprio ufficio.

La Divisione Ricerca sulle Tecnologie Avanzate della Banca d’Italia sta sperimentando soluzioni conversazionali allo scopo di progettare e sviluppare un chatbot, con tecnologie allo stato dell’arte, che permetta l’accesso basato su linguaggio naturale alle informazioni strutturate e non strutturate contenute nei sistemi informativi aziendali.

Il candidato apprenderà e applicherà le principali tecnologie alla base dei chatbot con particolare riferimento agli approcci basati su regole, Natural Language Processing, classificazione automatica, clustering e data mining basati su machine learning e deep learning.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza di algoritmi di machine learning e deep learning;
  • tecniche di sviluppo di piattaforme conversazionali;
  • progettazione e sviluppo di applicazioni multi-layer;
  • modellazione architetturale di soluzioni software/infrastrutturali;
  • capacità di programmare in Python.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale in Economics, Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste:

  • predisposizione allo sviluppo e fluidità con almeno un linguaggio di programmazione;
  • predisposizione allo studio di pubblicazioni scientifiche.
  1. SVILUPPO DI SISTEMI DI REASONING AUTOMATICO E KNOWLEDGE GRAPHS

Sempre più aziende moderne e “Internet giants” (ad es. Facebook, Amazon, Google) desiderano modellare e mantenere la conoscenza sotto forma di corporate knowledge graphs e gestirla attraverso knowledge graph management systems (KGMS), sistemi in grado di rispondere a interrogazioni e svolgere ragionamenti complessi in modo automatico.

Allo stesso tempo, un KGMS deve garantire alte prestazioni e scalabilità in ambito Big Data, con una complessità computazionale accettabile, ed essere in grado di interfacciarsi con una molteplicità di sistemi: basi di dati relazionali e NoSQL stores, librerie di machine learning e analytics, sorgenti web. La Divisione Ricerca sulle Tecnologie Avanzate del Dipartimento IT della Banca d’Italia è attiva in questo ambito e contribuisce allo sviluppo di un importante KGMS, in stretto contatto con l’Università di Oxford e aziende di riferimento nel settore.

Il tirocinio ha come obiettivo la progettazione e lo sviluppo di knowledge graphs per il supporto di importanti applicazioni del dominio finanziario.

Esso prevede lo studio e l’applicazione di tecnologie e metodologie di ragionamento automatico (inferenza logica e inferenza probabilistica) su knowledge graphs. Le attività saranno collocate nell’ambito di un progetto aziendale strutturato; il lavoro sarà svolto in team secondo pratiche agili e sotto la costante guida di ricercatori-tutor della Banca d’Italia.

Il tirocinante svilupperà soluzioni alternativamente in Python o in Java e avrà l’opportunità di utilizzare molteplici sistemi e librerie per il data management tra cui: DBMS relazionali, Neo4J

Inoltre, il tirocinante potrà partecipare alla scrittura di articoli scientifici, con la possibilità di collaborare con esperti internazionali del settore e presentare il proprio lavoro in prestigiose sedi scientifiche e del mondo finanziario.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • utilizzo e sviluppo di tecnologie di reasoning automatico;
  • utilizzo e sviluppo di tecniche di inferenza logica e machine learning.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • basi di dati relazionali;
  • competenze di programmazione (Java/Python).
  1. PRIVACY-PRESERVING ENTERPRISE APPLICATIONS

La tutela dei dati riservati continua ad assumere sempre maggiore rilevanza nella vita quotidiana. Per citare un esempio recente, nella lotta al COVID-19, l’impiego di soluzioni di contact tracing solleva nell’opinione pubblica perplessità e preoccupazioni sulla memorizzazione, utilizzo e divulgazione dei dati messi a disposizione dai cittadini. Al di là dell’attuale situazione sanitaria, per comprendere la pervasività delle informazioni riservate è sufficiente pensare alla quantità di dati prodotti da smartphone e altri device elettronici che accompagnano la nostra esistenza: essi raccolgono informazioni su ogni aspetto che ci caratterizza, dalle abitudini alimentari, alle transazioni economiche, alle preferenze di qualunque tipologia. Analoghi problemi esistono anche in ambito aziendale, dove i vari stakeholder sono spesso restii a condividere dati altamente confidenziali, perdendo così l’opportunità di guadagnare degli insight ottenibili soltanto in un’ottica collaborativa.

Soprattutto in questo momento storico, ci si chiede: è possibile trovare un trade-off fra la protezione dei dati confidenziali e lo sfruttamento di questi ultimi? Diverse tecniche crittografiche di ultima generazione sembrano essere la chiave per sbloccare questo potenziale in modo etico e “fair”, tramite l’analisi di dati cifrati.

La Divisione Ricerca sulle Tecnologie Avanzate della Banca d’Italia sta avviando lo sviluppo di applicazioni Privacy-preserving, il cui obiettivo è utilizzare i dati aziendali al massimo delle loro potenzialità senza però comprometterne la privacy. Fra queste tecniche innovative, rientrano ad esempio: (i) la crittografia omomorfica, la quale consente a terzi (cloud provider o data scientist non fidati) di eseguire determinate operazioni su dati crittografati preservandone la confidenzialità; (ii) Secure Multi-Party Computation, che permette la condivisione e l’elaborazione di dati riservati fra più attori, preservandone la privacy; (iii) Differential Privacy, che permette la pubblicazione di dati aggregati provenienti da analisi statistiche di dati confidenziali, senza permettere l’inferenza dei singoli record.

Il tirocinante avrà la possibilità di apprendere le principali tecniche di crittografia orientate alla tutela della privacy, con lo scopo di collaborare allo sviluppo di una proof-of-concept in ambito aziendale.

Competenze acquisite alla fine del tirocinio:

  • conoscenza delle principali tecniche crittografiche orientate alla protezione della privacy degli attori coinvolti;
  • conoscenza e utilizzo pratico dei principali framework per lo sviluppo di applicazioni di tipo privacy-preserving.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale in Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste:

  • competenze di programmazione (Python e librerie per data science, desiderabile C++);
  • conoscenza base delle primitive crittografiche;
  • conoscenza base delle tecniche di analisi dei dati.
  1. WEB DESIGN DI UN SERVICE CATALOGUE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E COLLABORAZIONE

La Banca d’Italia offre ai propri utenti – dipendenti dell’Istituto e controparti esterne – servizi digitali evoluti che consentono di svolgere processi di lavoro e ottemperare a compiti istituzionali anche in mobilità e mediante diverse tipologie di device.

La postazione di lavoro si è così trasformata in uno spazio digitale che mette a disposizione un’ampia gamma di servizi di comunicazione e collaborazione, trasversali a processi e applicazioni, la cui facilità e flessibilità di utilizzo sono fondamentali per assicurare l’efficienza e l’efficacia dell’azione aziendale.

In questo contesto, il tirocinante collaborerà alla progettazione e alla realizzazione di un sito web, integrato nella intranet aziendale, ma fruibile anche al di fuori di tale ambito tecnologico, che offra agli utenti soluzioni innovative e interattive per conoscere e usare al meglio i servizi di collaborazione e comunicazione trasversali.

La piattaforma tecnologica di riferimento è basata su un’installazione in cluster del portal server Liferay Digital Experience Platform (DXP), su macchine virtualizzate Linux, con un cluster ElasticSearch esterno per le operazioni di indicizzazione e ricerca dei contenuti. Su tale ambiente, il sito dovrà essere sviluppato utilizzando framework e strumenti allo stato dell’arte nello sviluppo di front-end web (es. Bootstrap, NodeJS, NPM, Yeoman, Gulp, Soy Templates), in combinazione con tool specifici della tecnologia Liferay (Lexicon, Metal.js, AlloyUi, Senna, Liferay AMD Module Loader, Themes SDK); particolare attenzione sarà dedicata alla User Experience (UX) e all’accessibilità della soluzione per gli utenti con special needs.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito delle attività di sviluppo dei servizi di collaborazione e comunicazione dell’Istituto; il lavoro sarà svolto in team, secondo pratiche agili e sotto la costante guida del personale della Banca. Nell’ambito delle attività progettuali, il tirocinante potrà entrare in contatto con gli utenti interni ed esterni dell’Istituto nonché con esperti del settore, ampliando quindi la propria rete di conoscenze.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza di tecniche avanzate di progettazione web, tecnologie di sviluppo quali HTML5+CSS, JavaScript, framework e tool di sviluppo front-end, progettazione di soluzioni con particolare attenzione alla UX e all’accessibilità;
  • competenze nella gestione agile di un progetto IT all’interno di una organizzazione complessa;
  • conoscenza dei processi di business e IT di una realtà aziendale complessa.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • predisposizione allo sviluppo web e familiarità con il linguaggio Java;
  • conoscenza degli stack tecnologici Liferay ed Elasticsearch.
  1. APPLICAZIONE DI TECNICHE DI TEXT MINING E DEEP LEARNING SU DATI STRUTTURATI E NON STRUTTURATI

La Banca d’Italia, in qualità di agenzia di codifica nazionale, svolge per il Paese il servizio di codifica ISIN (International Securities Identification Number, codice riconosciuto a livello internazionale per l’identificazione degli strumenti finanziari sui mercati e nelle transazioni, basato sullo standard ISO 6166). In tale ruolo, riceve le richieste di codifica e aggiornamento dei titoli (dati strutturati), predisposte tramite data entry su piattaforma web dai richiedenti abilitati, i quali allegano documentazione a supporto della richiesta (dati non strutturati quali pdf, word, altro).

Gli operatori di Banca d’Italia verificano manualmente la corrispondenza dei dati segnalati con quanto contenuto nei documenti, eventualmente correggendo alcune informazioni o rifiutando la richiesta qualora incoerente con la documentazione.

Nell’attuale contesto tecnologico, è possibile fare ricorso a tecniche di natural language processing, text mining, machine learning e deep learning per fornire supporto agli operatori e ridurre le attività oggi svolte manualmente.

Il tirocinante contribuirà alla realizzazione di un sistema – basato sull’utilizzo delle tecniche sopra citate e sullo sviluppo di modelli di classificazione automatica – che sia di supporto all’operatività degli analisti della Banca mediante l’estrazione automatica delle informazioni di interesse dai documenti, il confronto con i dati riportati e la restituzione del relativo esito. Particolarmente utile risulterà poi individuare le fasi di processo ripetitive, identificando automaticamente quei casi critici che necessitano l’analisi dettagliata di un esperto.

Il tirocinio sarà collocato nell’ambito di un progetto aziendale strutturato; il lavoro sarà svolto in team secondo pratiche agili e sotto la costante guida di ricercatori-tutor della Banca d’Italia.

Le tecnologie di riferimento saranno: Python, scikit-learn, gensim, PySpark, Hive, PyTorch.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

  • conoscenza delle principali tecniche di text mining;
  • conoscenza di modelli e strumenti di machine learning e deep learning;
  • competenze nella gestione agile di un progetto IT all’interno di una organizzazione complessa.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale in Fisica, ICT and Internet Engineering, Informatica, Ingegneria informatica, Matematica pura e applicata.

Competenze richieste (titolo preferenziale):

  • predisposizione allo sviluppo di codice prototipale e familiarità con il linguaggio Python;
  • fondamenti di machine learning o data mining;
  • conoscenza dell’ecosistema Hadoop.

• IVASS – Laureati in Economia, Scienze

Tirocini formativi e di orientamento

Tipo di Laurea (magistrale): Business Administration, Economia e Management, Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, Economics, Finance and Banking, Matematica Pura e Applicata, Scienze Economiche

Scadenza invio candidature: 27 dicembre 2019

:: Elenco ammessi alla selezione (file pdf)

:: Domanda di ammissione in pdf

OBIETTIVI E CONTENUTI

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso l’IVASS, Istituzione caratterizzata da un’elevata complessità di funzioni e di organizzazione.

I tirocinanti saranno coinvolti in una o più delle attività svolte dalle seguenti Strutture dell’Istituto presso le quali si svolgeranno i tirocini:

Servizio Vigilanza prudenziale: supervisione sulla gestione operativa dei gruppi e delle imprese del mercato assicurativo e riassicurativo e degli altri soggetti che per loro conto gestiscono processi e funzioni inerenti al ciclo industriale assicurativo e riassicurativo e sulle forme previdenziali.  Il Servizio si articola in 4 Divisioni (Divisioni Gruppi assicurativi I, II e III e Divisione Analisi Rischi).

Servizio Normativa e politiche di vigilanza: produzione della normativa esterna di competenza dell’Istituto, cura dei rapporti con le istituzioni comunitarie e internazionali e con le Autorità di vigilanza europee, analisi del mercato finanziario e assicurativo. Il Servizio si articola in 3 Divisioni (Divisione Normativa, Divisione Cooperazione internazionale, Divisione Analisi macroprudenziale).

Servizio Tutela del consumatore: istruttoria dei reclami pervenuti nei confronti di imprese e intermediari assicurativi ed effettuazione analisi periodiche per l’individuazione di criticità, svolgimento dei compiti di segreteria tecnica dell’istituendo Arbitro Assicurativo e promozione delle iniziative dell’Istituto in materia di educazione assicurativa. Il Servizio si articola in 3 Divisioni (Divisione Gestione reclami, Divisione Segreteria Arbitro Assicurativo I, Divisione Segreteria Arbitro Assicurativo II; quanto alle ultime due, la prima è in corso di costituzione, la seconda di futura costituzione).

Servizio Studi e gestione dati: attività di studio delle problematiche assicurative, raccolta, controllo e gestione dei dati afferenti le basi istituzionali e diffusione dei dati certificati, cura del contrasto delle frodi nei confronti delle imprese di assicurazione e coordinamento della predisposizione delle relazioni annuali dell’Istituto. Il Servizio si articola in 3 Divisioni (Divisione Antifrode, Divisione Studi e analisi statistiche, Divisione Rilevazione e gestione delle informazioni).

Servizio Vigilanza Condotta di Mercato: Il Servizio vigila sulla correttezza della condotta di mercato di imprese e distributori, inclusi quelli esteri operanti in Italia, sul processo di governo e sorveglianza dei prodotti assicurativi (POG) e sulla loro trasparenza, nonché sui processi di liquidazione delle prestazioni assicurative e gestisce il Registro unico degli intermediari (RUI). Il Servizio si articola in 4 Divisioni (Divisione Vigilanza Prodotti, Divisione Vigilanza Distribuzione I, Divisione Vigilanza Distribuzione II e operatori esteri, Divisione Gestione RUI).

_______________________________________________________________________

NUMERO DI TIROCINI E SEDI DI SVOLGIMENTO

È previsto l’avvio di 10 tirocini che si svolgeranno a Roma presso le sedi dell’IVASS di via del Quirinale 21- Via delle Quattro Fontane 147, così suddivisi:

  • Servizio Vigilanza prudenziale:
    2 tirocini per laureati in discipline con orientamento economico-aziendale
  • Servizio Normativa e politiche di vigilanza
    2 tirocini per laureati in discipline con orientamento statistico-quantitativo.
  • Servizio Tutela del consumatore:
    1 tirocinio per laureati in per laureati nelle discipline con orientamento economico-aziendale
  • Servizio Studi e gestione dati:
    3 tirocini per laureati in discipline con orientamento statistico-quantitativo
  • Servizio Vigilanza Condotta di mercato
    2 tirocini per laureati in discipline con orientamento economico-aziendale

Il dettaglio dei codici delle classi di laurea specialistiche/magistrali ammesse per la partecipazione alla selezione è riportato nella tabella allegata al presente bando.

L’IVASS si riserva la facoltà di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente i tirocini per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte dell’interessato delle modalità di svolgimento dello stage.

________________________________________________________________________

DURATA E PERIODO DI AVVIO

Le esperienze avranno la durata di 6 mesi e saranno avviate, orientativamente, entro il primo quadrimestre del 2020.

________________________________________________________________________

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Le attività di tirocinio saranno svolte durante tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, e comporteranno un impegno medio giornaliero non inferiore alle 6 ore.

________________________________________________________________________

AGEVOLAZIONI

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a 800,00 euro lordi mensili, previa verifica degli obblighi di frequenza, ai sensi e nei termini di quanto disposto dall’art. 15 della deliberazione della Giunta Regionale Lazio n. 576/2019.

Ai partecipanti sarà riconosciuto altresì un buono pasto dell’importo di 7,00 euro in caso di presenza giornaliera pari ad almeno 6 ore.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dall’IVASS.

________________________________________________________________________

REQUISITI

  1. laurea specialistica/magistrale, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in data successiva al 29 aprile 2019 in: discipline con orientamento economico-aziendale; discipline con orientamento statistico-quantitativo (cfr. dettaglio dei codici delle classi di laurea ammesse riportato nella tabella in fondo alla pagina);
  2. voto di laurea non inferiore a 105/110;
  3. età inferiore a 29 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Non sono ammessi a partecipare coloro che abbiano già svolto un tirocinio extracurriculare presso l’Istituto.

________________________________________________________________________

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE E DOCUMENTI RICHIESTI

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it (oggetto della mail: “Candidatura Tirocini Ivass 2019”) dal 4 al 27 dicembre 2019 in un unico file pdf provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (come da facsimile allegato);
  2. curriculum vitae in formato europeo;
  3. abstract della tesi di laurea in non più di 400 parole;
  4. fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità ovvero recante la dichiarazione che i dati contenuti nel documento non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato pdf.

L’IVASS si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

Ai sensi dell’art. 5, comma 8, della Delibera della Giunta Regionale del Lazio n. 576/2019, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

________________________________________________________________________

PRESELEZIONE – (A CURA DELL’ UNIVERSITÀ)

L’Università acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati, verificherà il possesso dei requisiti di partecipazione e curerà la preselezione delle candidature sulla base della votazione riportata nell’esame finale della laurea specialistica/magistrale; a parità di votazione, farà riferimento alla media dei voti, autodichiarata dai candidati nella domanda di ammissione, riportati dai candidati negli esami relativi alla laurea specialistica/magistrale, approssimata al 2° decimale; a parità di votazione media selezionerà i candidati anagraficamente più giovani.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà all’IVASS – Servizio Gestione risorse – Divisione Gestione Risorse umane, entro il 16 gennaio 2020:

  1. n. 20 candidature di laureati in discipline con orientamento economico-aziendale;
  2. n. 20 candidature di laureati in discipline con orientamento statistico-quantitativo.

Ove l’Università segnali un numero di candidature superiore a quello richiesto, l’IVASS si riserva la facoltà di redigere una graduatoria dei candidati dell’Ateneo, sulla base dei criteri indicati, in esito alla quale individuerà i candidati da ammettere alla seconda fase della selezione (cfr. infra, selezione a cura dell’IVASS).

________________________________________________________________________

SELEZIONE (A CURA DELL’IVASS)

I candidati preselezionati dall’Università saranno invitati a sostenere un colloquio con una Commissione interna nominata dall’IVASS. Il colloquio verterà sulle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e sulle motivazioni alla partecipazione. Nel corso del colloquio la Commissione apprezzerà nell’ordine i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio stesso;
  2. il voto di laurea;
  3. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del tirocinio e il settore di attività delle Strutture presso le quali il tirocinio avrà luogo;
  4. gli eventuali progetti e/o le pubblicazioni (paper, tesine, articoli) su argomenti inerenti gli obiettivi del tirocinio e il settore di attività delle Strutture presso le quali il tirocinio avrà luogo;
  5. eventuali ulteriori esperienze professionali e/o di studio.

I colloqui si terranno a Roma presso la sede dell’IVASS di via del Quirinale 21.

La Commissione, all’esito dei colloqui, individuerà le persone alle quali assegnare i tirocini e definirà una graduatoria di “idonei” alla quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari o per avviare ulteriori stage della specie.

________________________________________________________________________

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

In conformità con quanto disposto dalla normativa europea e nazionale in materia di trattamento e protezione dei dati, si informa che l’IVASS, via del Quirinale 21, Roma, effettua il trattamento dei dati forniti dai candidati per le finalità di gestione della selezione e dell’eventuale tirocinio. I dati sono trattati anche mediante procedure informatiche, con l’impiego di misure di sicurezza idonee a garantire la riservatezza dei dati personali nonché ad evitare l’indebito accesso ai dati stessi da parte di soggetti terzi o di personale non autorizzato.

Il trattamento dei dati è necessario per il perseguimento delle finalità di gestione amministrativa, fiscale e previdenziale della selezione e dell’eventuale tirocinio. I dati personali raccolti saranno conservati per il periodo strettamente necessario ai suddetti adempimenti.

I dati raccolti saranno comunicati alla Regione Lazio ed eventuali altre amministrazioni pubbliche. L’IVASS è tenuto a comunicare i suddetti dati per obblighi derivanti dalla normativa statale e regionale in tema di tirocini e dalle norme fiscali vigenti.

I soggetti interessati potranno esercitare nei confronti del Titolare del trattamento – IVASS -Servizio Gestione risorse – via del Quirinale 21, 00187 ROMA, e-mail divisione.organizzazione@ivass.it – il diritto di accesso ai dati personali, nonché gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali sono compresi il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, nonché la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge e il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento.

Il Responsabile della protezione dei dati, per l’IVASS, è il dott. Massimo Francescangeli, via del Quirinale 21, 00187 ROMA, e-mail DPO.IVASS@ivass.it.

L’interessato, qualora ritenga che il trattamento che lo riguarda sia effettuato in violazione di legge, può proporre reclamo al Garante Privacy.

ALLEGATO – TABELLA CLASSI DI LAUREA SPECIALISTICHE/MAGISTRALI AMMESSE

Discipline con orientamento economico-aziendale LM-77

LM-56

LM-16

Discipline con orientamento statistico- quantitativo LM-82

LM-83

LM-40