• Banca d’Italia (Dipartimenti ECS e TEF) – Laureati magistrali in Economia, Scienze (Corsi specificati nell’avviso)

Tirocini extracurriculari presso il Dipartimento Economia e Statistica e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria ai sensi della DGR 576 del 2 agosto 2019

Pubblicato il 22 settembre 2021

Scadenza: 12 ottobre 2021

Tipo di Laurea (magistrale): Economics, Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, Matematica Pura e Applicata

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa intende favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso il Dipartimento Economia e statistica (di seguito ECS) e il Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria (di seguito TEF) della Banca d’Italia.

La denominazione e le caratteristiche di ciascun progetto formativo sono meglio definite in allegato al presente avviso di selezione (cfr. infra Proposte di tirocinio).

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I tirocini si svolgeranno presso i Servizi del Dipartimento ECS (4 tirocini) in via Nazionale 91 e il Dipartimento TEF (1 tirocinio) in via del Traforo – Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

Le esperienze avranno una durata massima di 6 mesi e saranno avviate orientativamente nei mesi di ottobre e novembre 2021, compatibilmente con le indicazioni delle Autorità in materia di prevenzione epidemiologica. Al termine dei 6 mesi, il rapporto si interrompe e non dà adito a successiva assunzione.

Modalità di svolgimento

Il tirocinio potrà svolgersi in presenza, a distanza o in modalità mista compatibilmente con le indicazioni delle Autorità per minimizzare il rischio epidemiologico.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con i rispettivi tutor aziendali e che comporterà un impegno giornaliero non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a € 1.000 (mille) lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza in presenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata –   eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  1. possesso di laurea magistrale/specialistica nelle discipline indicate nelle Proposte di tirocinio, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con punteggio pari ad almeno 105/110;
  2. età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un unico file .pdf,  dovranno essere inviate all’indirizzo email cv@placement.uniroma2.it a partire dal 22 settembre 2021 ed entro il 12 ottobre 2021, provviste di:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. elenco degli esami sostenuti e relativa votazione;
  3. abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. curriculum vitae con indicazione del livello di conoscenza della lingua inglese e dei principali pacchetti informatici;
  5. copia di un documento di identità in corso di validità.

La documentazione di cui sopra dovrà pervenire in un unico file in formato .pdf.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi

Ai sensi dell’art. 5, comma 8 della DGR 576/19, non sono attivabili tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche ovvero riservate alla professione.

Selezione delle candidature

L’Università degli studi di Roma Tor Vergata acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, provvederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati.

L’Università Tor Vergata provvederà quindi, per ciascuna proposta di tirocinio, ad ordinare i nominativi dei candidati per voto di laurea decrescente, a parità di quest’ultimo, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica.

A seguito di tale preselezione, l’Università trasmetterà alla Banca d’Italia n. 20 candidature per il complesso dei progetti.

Le candidature trasmesse in numero superiore a quello richiesto dalla Banca d’Italia non saranno prese in considerazione ai fini della convocazione al successivo colloquio di selezione.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Dipartimento ECS della Banca d’Italia, via Nazionale, 91 – Roma, oppure a distanza, con modalità telematiche.

Ove l’Università trasmetta un numero superiore di candidature, la Banca d’Italia ammetterà al colloquio solo il numero di candidati richiesto per ciascuna proposta di tirocinio sulla base dei criteri di ordinamento sopra indicati.

I candidati preselezionati dall’Università che avranno superato l’esame cartolare da parte di una Commissione nominata dalla Banca potranno essere invitati a sostenere un colloquio con la stessa Commissione; il colloquio sarà diretto ad accertare il livello delle competenze necessarie allo svolgimento dello stage e la motivazione allo svolgimento dell’esperienza. La Commissione valuterà, nell’ordine, i seguenti elementi:

  1. l’andamento del colloquio;
  2. l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea e del percorso universitario svolto con gli obiettivi del progetto formativo proposto;
  3. le eventuali pubblicazioni (es. tesine, articoli) coerenti con gli obiettivi del tirocinio;
  4. il possesso di conoscenze o competenze acquisite in esami specifici o in altri esami del piano di studi, coerenti con gli obiettivi del tirocinio.

In esito ai colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di merito – redatto sulla base dei criteri di selezione e dei titoli posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari, al massimo entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso il Servizio Immobili della Banca d’Italia, Largo Guido Carli, 1 – Frascati (RM), oppure a distanza, con modalità telematiche.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono trattati, anche in forma automatizzata, per le finalità di gestione della selezione. Per coloro che svolgeranno il tirocinio, il trattamento dei dati proseguirà per il periodo di svolgimento dello stesso, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti, la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

I dati forniti possono essere comunicati ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati o negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali e gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge nonché il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti del Titolare del trattamento – Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: org.privacy@bancaditalia.it).

Il Responsabile della protezione dei dati per la Banca d’Italia può essere contattato presso via Nazionale n. 91 – Roma (e-mail: responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it).

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza Venezia, n. 11 – Roma.

PROGETTI FORMATIVI PROPOSTI

PROGETTO N. 1 - L’INTEGRAZIONE REALE E FINANZIARIA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 2 - IL DEBITO DELLE ECONOMIE EMERGENTI NELL’ERA POST-PANDEMICA – Dipartimento ECS - Servizio Economia e relazioni internazionaliPROGETTO N. 3 - CARATTERISTICHE DEI MANAGER E STRUTTURA FINANZIARIA DELLE IMPRESE – Dipartimento ECS - Servizio Stabilità FinanziariaPROGETTO N. 4 - L’IMPATTO REDISTRIBUTIVO DEI SERVIZI PUBBLICI IN ITALIA – Dipartimento ECS - Servizio Struttura economicaPROGETTO N. 5 – COMPETENZE FINANZIARIE E DIGITALI DEI MICROIMPRENDITORI – Dipartimento TEF - Servizio Educazione finanziaria

Il progetto si propone di analizzare il ruolo della crescente integrazione finanziaria e reale nell’alterare il grado di co-movimento tra i corsi azionari nelle principali aree del mondo.

La ricerca sfrutterebbe una banca dati da realizzare con informazioni dettagliate sul grado di diversificazione geografica e settoriale di ricavi, investimenti e attivo delle imprese quotate sulle principali piazze finanziarie mondiali. Tali informazioni, unitamente alle principali voci di bilancio di queste imprese, verrebbero messe in relazione con quelle sugli andamenti dei relativi corsi azionari.

La base dati sarebbe quindi utilizzata, da un lato per valutare l’impatto degli annunci tariffari sui corsi azionari delle imprese in funzione del loro grado di diversificazione, dall’altro per analizzare in prospettiva storica come il co-movimento degli indici azionari aggregati sia riconducibile ad un aumento dell’esposizione delle imprese all’evoluzione sui mercati esteri.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv.

Per contrastare le ricadute economiche derivanti dalla pandemia da Covid-19 e sostenere la spesa sanitaria, i governi dei paesi emergenti hanno adottato misure straordinarie sul piano fiscale. Ne è derivato un aumento significativo dell’indebitamento, cresciuto di circa 10 punti percentuali tra il 2019 e il 2020. Elevati livelli di indebitamento pubblico, necessità di rifinanziamento – anche in valuta – a breve medio termine, esposizione alle condizioni finanziarie delle principali economie avanzate e al ciclo delle commodity sono fattori in grado di amplificare le fragilità finanziarie dei paesi meno sviluppati nel periodo post Covid.

Lo scopo del progetto è individuare le determinanti che hanno avuto maggior rilievo nello spiegare l’evoluzione delle condizioni finanziarie dei paesi emergenti durante la crisi da Covid-19. Partendo da quest’analisi ci si concentrerà successivamente sulle imprese di proprietà pubblica (state owned enterprise, SOE) e sul loro legame con le condizioni finanziarie dei paesi di appartenenza, sviluppando anche dei modelli in grado di spiegare l’esistenza di spillover finanziari tra SOE e debito sovrano.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • familiarità con le tematiche di economia e finanza internazionale;
  • familiarità con le principali basi dati sui bilanci societari.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA e Matlab;
  • conoscenza del metodo di analisi panel e delle serie storiche;
  • nozioni di finanza;
  • conoscenza di base di Bloomberg e/o Refinitiv

Quale è la relazione tra le caratteristiche del management (età, genere, livello di istruzione) e la struttura finanziaria delle imprese? La letteratura accademica evidenzia come: 1) imperfezioni nei mercati dei capitali implicano che la struttura finanziaria delle imprese sia determinante per gli investimenti; 2) tensioni tra proprietà e management determinano una relazione tra struttura finanziaria e amministrativa aziendale. La relazione tra caratteristiche dei dirigenti e struttura finanziaria è stata invece meno investigata. In particolare, c’è una scarsità di evidenze riguardo le piccole e medie imprese, i cui dati sono più difficilmente reperibili.

Questo progetto si propone di affrontare queste limitazioni usando il database Infocamere, da accoppiare a dati sulla struttura finanziaria aziendale. Dopo aver assemblato la base dati, studieremo se e come l’eterogeneità nelle caratteristiche dei manager è correlata alle diverse decisioni sulle fonti di finanziamento delle imprese, alla decisione di accedere o meno al mercato dei capitali e alle conseguenze di lungo termine di queste scelte.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di corporate finance.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza dei pacchetti statistici STATA o R;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Il progetto si inserisce nell’ambito di un programma di ricerca riguardante l’analisi degli effetti redistributivi delle politiche di bilancio, condotta mediante il modello di microsimulazione della Banca d’Italia (BIMic), curato dalla Divisione Finanza pubblica. A causa della difficoltà nell’attribuire un valore monetario al godimento di un servizio pubblico erogato in natura (come l’assistenza sanitaria, o l’istruzione), la maggior parte delle analisi distributive si limita alle sole politiche pubbliche con effetti diretti sul reddito disponibile, come le imposte o i trasferimenti. Questa asimmetria di trattamento tra trasferimenti monetari e prestazioni in natura appare difficilmente giustificabile sul piano economico: da un lato, infatti, i servizi pubblici sono finanziati da imposte che si riflettono sul reddito disponibile; dall’altro, se non fossero forniti pubblicamente, questi servizi dovrebbero essere acquistati dalle famiglie attingendo al proprio reddito. Il contributo del borsista consisterà dunque i) nella stima del beneficio individuale derivante dal godimento dei principali servizio pubblici, come l’istruzione e la sanità e ii) nello studio degli effetti che tali servizi hanno sulla distribuzione e redistribuzione delle risorse.

Competenze acquisite al termine del tirocinio:

una o più delle seguenti:

  • assemblaggio, gestione e analisi di dati panel;
  • presentazione di evidenze empiriche;
  • introduzione alla ricerca su temi di finanza pubblica.

Requisiti richiesti (oltre a quelli già specificati):

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Matematica pura e applicata;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • buona conoscenza del pacchetto statistico STATA;
  • analisi di regressione (negli ambiti cross-section e panel).

Le imprese di minori dimensioni hanno un peso elevato nei sistemi produttivi dei paesi avanzati ed emergenti in termini sia di fatturato sia di occupazione. L’importanza della cultura finanziaria degli imprenditori che le dirigono per la crescita e la stabilità finanziaria è riconosciuta dai paesi del G20 e dall’International Network on Financial Education (OECD/INFE).

Il progetto si propone di analizzare la cultura finanziaria degli imprenditori a capo delle micro imprese, anche in relazione a comportamenti finanziari, attitudini, sviluppi della digitalizzazione e finanza digitale. Si utilizzerebbero i micro-dati dell’indagine (OECD/INFE Survey Instrument to Measure the Financial Literacy of MSMEs) recentemente raccolti.

Competenze acquisite al termine del tirocinio

Una o più delle seguenti:

  • capacità di analisi su database di micro-dati di ampia dimensione;
  • analisi della cultura finanziaria degli imprenditori delle microimprese dal punto di vista statistico ed economico;
  • capacità di presentare i risultati delle proprie analisi in maniera sintetica.

Requisiti richiesti:

  • laurea magistrale/specialistica in Economics e Economia dei mercati e degli intermediari finanziari;
  • piena padronanza della lingua inglese, parlata e scritta.

Conoscenze richieste:

  • conoscenza del pacchetto statistico STATA
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •