Procedura di attivazione tirocinio extracurriculare da svolgersi nella Regione Lazio (D.G.R. 533/2017)

Perché un’Azienda/Ente possa accogliere in tirocinio extracurriculare, per un massimo di 6 mesi, coloro che abbiano conseguito un titolo universitario, è necessario che stipuli una Convenzione con l’Ateneo e formalizzi il tirocinio tramite la compilazione di un Progetto formativo. I format dei due documenti dovranno essere scaricati, compilati e trasmessi, senza firme di sottoscrizione (file .doc), all’indirizzo mail stage@placement.uniroma2.it. Unitamente ai suddetti si dovranno trasmettere il CV aggiornato del tutor aziendale ed il file .pdf generato dalla costruzione del progetto formativo sulla piattaforma regionale online http://www.regione.lazio.it/sil/tirocini/ e l’autocertificazione relativa al rispetto dei requisiti previsti dagli artt. 5 e 7 della Deliberazione.

Sarà compito dell’Ufficio Stage, dopo aver visionato e perfezionato i format ricevuti, predisporre gli atti, trasmetterli alla firma del Direttore Generale ed inoltrarli tramite posta elettronica certificata all’Azienda/Ente, per la controfirma del rappresentante legale e del tirocinante.

Tra gli elementi necessari al completamento delle informazioni e della documentazione per l’attivazione del tirocinio, è indispensabile che il tirocinante:

  • Attesti lo status di disoccupato/inoccupato attraverso l’invio della certificazione di iscrizione al sistema informativo unitario del Centro per l’Impiego
  • Provveda alla nomina di un Tutor Universitario e alla sottoscrizione da parte del docente prescelto del modulo di “Dichiarazione assenso Tutor”, da trasmettere all’Ufficio Stage in una delle modalità indicate sul modulo stesso.

Sono esclusi da tale adempimento i tirocinanti della Facoltà di Economia, che si occupa direttamente, tramite l’Ufficio Deskimprese, della nomina del tutor universitario.

Ai fini di un completo svolgimento dell’iter di attivazione, si raccomanda di procedere ad una compilazione integrale di tutti i campi e di indicare una data d’inizio del tirocinio di almeno 7 giorni lavorativi successiva rispetto all’inoltro della documentazione all’Ufficio Stage.

Prorogare la durata della convenzione in scadenza

La convenzione potrà essere prorogata, fino ad un totale complessivo di 36 mesi di validità, trasmettendo, prima della scadenza, il format di Richiesta.

Interrompere, sospendere o prorogare la durata di un tirocinio

Una volta attivato il tirocinio, l’Azienda/Ente ospitante può richiedere:

  1. la proroga del periodo inizialmente stabilito nel Progetto Formativo, per una durata massima complessiva di 6 mesi.
  2. l’interruzione anticipata rispetto al periodo inizialmente stabilito
  3. la temporanea sospensione  nei casi previsti dall’art. 3 comma 4 della D.G.R. 533/2017.

Affinché le richieste siano autorizzate è necessario che pervengano redatte su apposito modulo predisposto dall’Ufficio Stage. In particolare, le richieste di proroga devono essere trasmesse almeno 5 giorni prima della data di termine originariamente fissata.

Trasferte

Nel caso in cui il tirocinante si debba recare in trasferta presso sedi diverse da quelle indicate nel progetto formativo, l’Azienda/Ente dovrà darne anticipata comunicazione, almeno 3 giorni prima, tramite invio del relativo modulo.

Attestazione avvenuto svolgimento del tirocinio

Al termine del tirocinio, l’Azienda/Ente dovrà inoltrare il Modello di attestazione stage (DGR n. 533/2017), indispensabile per confermare l’avvenuto svolgimento del tirocinio e la chiusura della pratica.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •