• Banca d’Italia (Arbitro Bancario Finanziario) – Laureati a ciclo unico/magistrale in Giurisprudenza

Tirocini extracurriculari presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario e presso la Divisione Coordinamento ABF del Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio (ai sensi della DGR 533 del 9 agosto 2017) ESITO PRESELEZIONE

Pubblicato il 6 maggio 2019

Scadenza: 3 giugno 2019

Tipo di Laurea (a ciclo unico/magistrale): Giurisprudenza

:: Esito preselezione sulla base dei Requisiti e dei parametri individuati da Banca d’Italia nel Bando: Voto, Data di Laurea, Età

Obiettivi e contenuti

L’iniziativa è diretta a favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario e presso la Divisione Coordinamento ABF del Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio.

I tirocinanti saranno coinvolti in una o più delle attività svolte dalla Segreteria tecnica o dall’Unità che presiede al coordinamento: verifica preliminare della regolarità dei ricorsi e istruttoria delle controversie; analisi della normativa, della giurisprudenza e della dottrina sulla materia; elaborazione di documenti di sintesi delle decisioni dei Collegi; classificazione e catalogazione informatica dei ricorsi e delle decisioni.

Numero di tirocini e sede di svolgimento

10 tirocini si svolgeranno presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario della Sede di Roma della Banca d’Italia, in via XX Settembre 97/E; 3 tirocini si svolgeranno presso la Divisione Coordinamento ABF del Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio, in via Milano 64, Roma.

La Banca d’Italia si riserva di non assegnare i tirocini ove la procedura di selezione non consenta di individuare profili coerenti con le finalità dell’iniziativa e di interrompere anticipatamente gli stage per gravi e giustificati motivi quali, ad esempio, la mancata osservanza da parte degli interessati delle modalità di svolgimento degli stessi.

Durata e periodo di avvio

L’esperienza avrà la durata di 6 mesi e sarà avviata orientativamente a partire dalla prima metà del mese di settembre 2019.

Modalità di svolgimento

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con il tutor aziendale e che comporterà un impegno giornaliero medio non inferiore alle sei ore.

Agevolazioni

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a 1.000 (mille) euro lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

Requisiti

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  • possesso di laurea magistrale a ciclo unico/magistrale (o specialistica) in Giurisprudenza, conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con un punteggio pari ad almeno 105/110 (o votazione equivalente); altro diploma equiparato al suddetto titolo ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009;
  • età inferiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Termine per la presentazione delle candidature e documentazione richiesta

Le candidature, in un file .pdf unico, dovranno essere inviate alla mail cv@placement.uniroma2.it dal 6 maggio al 3 giugno 2019.

La mail dovrà avere come oggetto “Banca d’Italia – Arbitro Bancario Finanziario” e indicare nel testo il numero di matricola da studente del candidato.

Il file pdf della candidatura dovrà contenere:

  1. domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 delD.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  2. curriculum vitae;
  3. un abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  4. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

I tirocini saranno attivati nel rispetto del Regolamento di Ateneo in materia di tirocini extracurriculari in vigore alla data di attivazione degli stessi.

Selezione delle candidature

L’Università acquisirà le candidature esclusivamente dai propri laureati; alla scadenza dell’avviso, procederà alla verifica del possesso dei requisiti di partecipazione sopra descritti da parte dei candidati; l’Università provvederà quindi a selezionare 7 nominativi sulla base dell’ordine decrescente del voto di laurea e, a parità di voto, per data di laurea (dalla più recente alla meno recente) e, in caso di ulteriore parità, per minore età anagrafica. L’esito di detta preselezione sarà pubblicato su questa stessa pagina web nei giorni immediatamente successivi alla scadenza del termine per l’invio delle candidature.

I candidati così individuati dall’Università potranno essere invitati a sostenere un colloquio con una Commissione nominata dalla Banca; il colloquio verterà sulle conoscenze necessarie allo svolgimento dello stage (tra le quali, quelle sull’ABF) e sulle motivazioni alla partecipazione. Nel corso del colloquio la Commissione apprezzerà, nell’ordine:

  • l’andamento del colloquio stesso;
  • l’attinenza dell’argomento della tesi di laurea con gli obiettivi del tirocinio e il settore di attività presso cui il tirocinio avrà luogo;
  • gli eventuali progetti e/o pubblicazioni (paper, tesine, articoli) su argomenti inerenti gli obiettivi del tirocinio e il settore di attività presso cui il tirocinio avrà luogo;
  • le eventuali ulteriori esperienze professionali e/o di studio attinenti il tirocinio.

Al termine dei colloqui, la Commissione individuerà i candidati ai quali assegnare i tirocini e definirà un elenco di idonei in ordine di preferenza – redatto sulla base dell’esito del colloquio e dei requisiti  posseduti – dal quale attingere in caso di rinuncia da parte degli assegnatari o per avviare eventuali ulteriori stage della specie, entro un anno dalla definizione dell’elenco stesso.

I colloqui si terranno presso la Sede di Roma della Banca d’Italia, via XX Settembre 97/E, 00187 Roma.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi della normativa europea e nazionale in materia di privacy, si informa che i dati forniti dai candidati sono raccolti presso la Banca d’Italia, per le finalità di gestione della selezione e sono trattati anche in forma automatizzata. Il trattamento degli stessi, per coloro che svolgeranno il tirocinio, prosegue per il periodo di svolgimento dello stesso per le finalità inerenti alla gestione del rapporto.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione e di selezione. In caso di rifiuto a fornire i dati richiesti la Banca d’Italia procede all’esclusione dalla selezione ovvero non dà avvio al tirocinio.

Le informazioni fornite possono essere comunicate unicamente ad altre amministrazioni pubbliche a fini di verifica di quanto dichiarato dai candidati ovvero negli altri casi previsti da leggi e regolamenti.

Agli interessati competono il diritto di accesso ai dati personali, nonché gli altri diritti riconosciuti dalla legge, tra i quali sono compresi il diritto di ottenere la rettifica o l’integrazione dei dati, nonché la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco di quelli trattati in violazione di legge e il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti della Banca d’Italia, Servizio Organizzazione, via Nazionale n. 91 – Roma, Titolare del trattamento.

Potranno essere autorizzati al trattamento dei dati i dipendenti addetti alle Unità che siano stati incaricati, di volta in volta od in via permanente, dell’elaborazione dei dati presenti negli archivi cartacei od informatici della Banca, in relazione alle competenze delle Strutture di base alle quali essi sono assegnati.

Il Responsabile della protezione dei dati, per la Banca d’Italia, è il Revisore Generale, via Nazionale 91, 00184 ROMA, e-mail responsabile.protezione.dati@bancaditalia.it.

Per le violazioni della vigente disciplina in materia di privacy è possibile rivolgersi, in qualità di Autorità di controllo, al Garante per la protezione dei dati personali – Piazza di Monte Citorio, n. 121 – Roma.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •